CI SIAMO FATTI IN 4

Il Gruppo ESEA

Alla ricerca di nuove collaborazioni e di nuove sfide, il Gruppo si e’ sviluppato rapidamente, producendo risorse che sono state prontamente reinvestite per la crescita. Con un fatturato in continuo aumento e grazie alla capacita’ di presenza sul mercato con idee sempre innovative, il gruppo ESEA attrae un numero crescente di clienti, soddisfacendone pienamente ogni esigenza. Le aziende del Gruppo ESEA vantano una lunga e stabile tradizione di comportamento etico basato sui principi di onesta’, integrita’ e affidabilita’. Il dialogo, la capacita’ di ascoltare e trasmettere informazioni trasparenti e’ alla base dell’azienda del futuro. La graduale e ormai consolidata specializzazione delle singole aziende consente al Gruppo ESEA di operare con la medesima efficacia in vari settori, grazie anche alla duttilita’ dell’organizzazione interna, che puo’ giovarsi di una dotazione tecnologica di base accuratamente strutturata e di un know-how costantemente alimentato da nuove esperienze e aggiornamenti continui. La nostra consolidata esperienza negli ambiti dell’impiantistica, della meccanica, dell’automazione e del controllo di fabbrica ci ha portato a conoscere, affrontare e risolvere problematiche complesse in vari ambiti di intervento.

Il GRUPPO ESEA si propone attraverso la SYNERGIE srl e AUTOMAZIONE srl ed in collaborazione con Siemens e Inspiring, di fornire le soluzioni informatiche piu’ adatte ai singoli contesti e realta’del mondo della produzione, per la realizzazione di un corretto flusso informativo aziendale.

“…CI SIAMO FATTI IN QUATTRO…”

- Aree di competenza

Sinergie
  • Soluzioni MES (Manufacturing Execution Systems) di gestione della produzione che costituiscono il sistema nervoso digitale DNS (Digital Nervous System) delle aziende industriali e manifatturiere, connettendo il sistema gestionale aziendale ERP (Enterprise Resorce Planning) al braccio operativo della fabbrica – macchine ed impianti - attraverso uno scambio dati continuo ed in tempo reale;
  • Soluzioni per la gestione e riduzione del consumo energetico nota come EF (Energy Efficiency)
  • Soluzioni per la gestione della manutenzione nota come OTM (Operations and Technical Maintenance)
Automazione
  • Installazione di attuatori elettronici, elettromeccanici, elettropneumatici ed idrauilici
  • Progettazione, realizzazione e assistenza di sistemi di controllo automatici e supervisione industriale
  • Costruzione di quadri elettrici di comando; progettazione e realizzazione di sistemi di visione artificiale
  • Diagnostica per la prevenzione di guasti con telecamere termografiche
  • Programmazione e installazione di PLC delle principali case costruttrici; integrazione di sistemi robotizzati
  • La progettazione e la realizzazione di impianti idraulici di sollevamento acque sporche (per irrigazione) e potabili con telecontrollo e monitoraggio in base alla richiesta del cliente

In un contesto globale in cui l’industria in generale, e quella italiana in particolare, e’ sempre piu’ esposta alla concorrenza di aree a basso costo produttivo, come quelle asiatiche e sud americane, con i costi dei servizi e della manodopera sempre piu’ elevati e con margini di profitto e valore aggiunto sempre piu’ bassi, si richiedono risposte sempre piu’ rapide, precise e dettagliate. Il dover reagire con la massima tempestivita’ alle nuove richieste o agli scenari mutanti deve generare un miglioramento di tutti i processi aziendali ed in particolar modo di quelli produttivi.

La reattivita’ dell’azienda intesa come capacita’ di far fronte agli imprevisti ed ai cambiamenti interni ed esterni, sta quindi diventando un elemento vincente. Alla base di questa capacita’ c’e’ la disponibilita’ di informazioni e strumenti di supporto alle decisioni DSS (Decision Support System), che aiutino a decidere in modo informato e veloce. L’integrazione del mondo del controllo di processo con il mondo dell’informatica IT (Information Technology) e’ una delle esigenze piu’ pressanti in tutte le aziende, di qualsiasi dimensione.

L’aspirazione di Synergie srl e Automazione srl e’ offrire ai propri clienti soluzioni “Chiavi in mano”. Le competenze specifiche e trasversali delle diverse aziende del gruppo, arricchite dal supporto di fornitori come: SIEMENS, INSPIRING, OMRON, SICK ed altri, ci consentono di offrire una consulenza completa rispetto a tutte le problematiche che si prefigurano nel segmento di fabbrica che va dal campo fino al confine con i sistemi gestionali.

Tutte le nostre competenze sono al servizio del cliente, anche in presenza di piu’ fornitori. In questo contesto, ci proponiamo con il ruolo di Capo Commessa, oltre che come fornitori di uno specifico servizio: in accordo con le politiche aziendali e sotto la supervisione della direzione tecnica del cliente.

Siamo in grado di fornire una consulenza completa rispetto a tutte le problematiche che nascono nel campo dell’informatica (Information Technology) all’interno delle aziende di produzione, garantendo tempi di risposta immediati ed avendo come obiettivo primario un rapido ritorno dell’investimento e la totale soddisfazione del cliente. La continua ricerca sul mercato di prodotti e strumenti avanzati ci consente di presentarci come partner in grado di interpretare i bisogni reali e di individuare le soluzioni piu’ affidabili.

La nostra aspirazione e’ offrire ai nostri clienti soluzioni “Chiavi in mano”. Le competenze specifiche e trasversali delle diverse aziende del gruppo, arricchite dal supporto di fornitori come: SIEMENS, INSPIRING, PROGEA, ABB, SMC, SCHMERSAL, ENDRESS+HAUSER, SPIRAX SARCO, ci consentono di offrire una consulenza completa rispetto a tutte le problematiche che si prefigurano nel segmento di fabbrica che va dal campo fino al confine con i sistemi gestionali.

- SYNERGIE e SIEMENS

Per svolgere la propria missione, Synergie vuole un partner che possa offrire ampie garanzie di affidabilita’, continuita’, supporto per il futuro e che investa continuamente sull’aggiornamento ed adeguamento dei propri moduli alla tecnologia Hardware e Software. Con la velocita’ con la quale PC e SERVER diventano obsoleti e con il continuo aggiornamento dei sistemi operativi che rendono inutilizzabili gli applicativi software, infatti, diventa oneroso per le aziende rimanere al passo con il mercato dell’IT (Information Techonology).Nasce cosi’ la partnership con Siemens, una storia e un nome nel mondo dell’automazione. Siemens non e’ una software house qualsiasi che potrebbe, ad esempio, cambiare i propri tecnici e lasciarvi in difficolta’ per l’assistenza e per i necessari aggiornamenti. Siemens e’, uno fra i maggiori nework presenti nel panorama mondiale. Le sue dimensioni e potenzialita’ operative non hanno confini, infatti, essa e’ presente con sedi, unita’ produttive, di ricerca e di assistenza in oltre 190 Paesi nel mondo avvalendosi della collaborazione di oltre 461.000 professionisti. In Italia, in particolare, il Gruppo Siemens, con 8 centri di ricerca (alcuni dei quali di competenza mondiale), 9.200 collaboratori e un fatturato (FY 2005) di 3.475 milioni di Euro, rappresenta una delle piu’ importanti realta’ multinazionali operanti nel nostro Paese. In aggiunta, Siemens e’certificata Microsoft a livello mondiale e progetta e supporta il MES con oltre 500 addetti in Italia ed e’ il centro nazionale ed internazionale di tutto lo sviluppo e la ricerca in ambito manifatturiero.

Per questi motivi Siemens, grazie alla sua posizione e alla sua offerta completa, e’ una delle poche realta’ in grado di proporsi come partner globale.La posizione di leadership che Siemens si e’ costruita nell’ambito MES e’indubbiamente derivata dalle molte peculiarita’ del suo prodotto.Quello SIEMENS infatti e’ un prodotto:

  • Modulare e scalabile per ampliare il sistema esistente, in ogni momento si puo’ decidere di aggiungere e integrare nuovi moduli e sistemi al MES esistente.
  • Flessibile e aperto e’ un sistema di sviluppo completamente aperto. Siemens organizza e fornisce formazione e supporto necessario allo sviluppo e manutenzione dei propri sistemi continuamente.

SYNERGIE insieme a SIS (Siemens IT Solution and Services) ed in collaborazione con Siemens Automation & Drives, e’ lieta di presentare la nuova soluzione SIMATIC IT Enterprise-Manufacturing Interoperability Layer.Espressamente dedicata ai Responsabili dei Sistemi Informativi, della Logistica e della Produzione, questa soluzione affronta gli aspetti legati all’interoperabilita’ tra il sistema di pianificazione ERP (tipo SAP) ed il sistema di controllo ed avanzamento della produzione (MES), direttamente connesso con i sensori e gli attuatori sulle linee di produzione.La soluzione nasce dalla stretta collaborazione con Siemens Automation & Drives, da anni leader nei sistemi MES e nell’offerta di dispositivi per l’automazione industriale.

PERCHE’ MES

Il mercato richiede: flessibilita’, modernizzazione, competitivita’ e qualita’. Tutte le aziende sono ormai dotate di macchine automatizzate, di una moltitudine di programmi gestionali, molte di robot (una fonte del Sole 24 ORE cita che ci sono piu’ robot in Italia che in Giappone), molte anche di sistemi di supervisione o addirittura di visione artificiale. L’unica arma rimasta a disposizione dell’imprenditore e dei tecnici delegati per tentare di ridurre i costi senza diminuire la qualita’, e’ il MES. Organizzare il lavoro con MES significa fare lo stesso lavoro con meno personale e quindi incidere sul recupero di produttivita’ e qualita’. Anni addietro il personale impiegato negli uffici amministrativi di un’azienda rappresentava percentuali piuttosto significative del totale dipendenti. La necessita’ di semplificare le operazioni di contabilita’, rese sempre piu’ difficili dalla politica fiscale italiana, ha spinto le aziende a munirsi di software gestionali che oltre a semplificare tutte le operazioni fiscali, di gestione del personale, etc. etc. hanno organizzato il lavoro degli addetti riducendone di molto il numero. Di trasporto si provi ad immaginare cosa significherebbe organizzare meglio il lavoro negli ambienti produttivi, dove la percentuale di risorse umane, e le conseguenti problematiche di gestione, sul totale dei dipendenti e’ ben piu’ alta. La riduzione e la migliore distribuzione del personale si tradurrebbe in aumento di produttivita’ e in miglioramento della qualita’, perche’ l’organizzazione e’ alla base di ogni attivita’.

Il MES e’ l’anello che lega il software gestionale di un’azienda a quello che la macchina produce. Un anello che gestisce le scorte di magazzino, che sa dare in tempo reale dati per prendere decisioni importanti al momento giusto. Ma il MES non e’ solo un software. Il MES e’ una filosofia di lavoro tradotta in praticita’ pura, un senso di democrazia del lavoro perche’ guida ogni singolo componente di un’attivita’.Lavorare con il MES significa lavorare organizzati e con aperture strategiche in continua evoluzione. Al fine di prendere le decisioni strategiche per tutta l’azienda, tutte le informazioni di produzione devono quindi essere registrate e condivise da tutti gli enti ed i reparti, dal magazzino per l’approvvigionamento delle materie prime ai reparti produttivi, dai responsabili decisionali ed organizzativi alla qualita’, dai capi di reparto per finire ai singoli operatori di linea. Con una corretta analisi e rappresentazione delle informazioni si possono ottenere obiettivi strategici per l’azienda:

  • alleggerire le scorte di magazzino, con una riduzione quindi dei costi, migliorando e riducendo i tempi di consegna (lead time);
  • puntare ad una metodologia basata sulla programmazione degli approvvigionamenti e della produzione a commessa, in tempo reale (JIT: Just in Time);
  • governare i flussi di lavoro;
  • misurare l’efficienza delle macchine;
  • gestire la tracciabilita’ e la genealogia;
  • monitorare gli indicatori delle performance KPI (Key Performance Indicator) al fine di misurare il successo delle strategie aziendali sia a livello produttivo, che a livello direzionale.

Il MES e’ il futuro dell’automazione industriale, del mercato e della competitivita’. Il nostro sistema MES e’ conforme alle norme ISA-S95.ISA-S95 e’ uno standard industriale internazionale che descrive le specifiche per l’automazione.ISA-S95 definisce la terminologia tra sistemi ERP e MES fino al livello campo. Questo standard e’ stato sviluppato per essere applicato in tutte le industrie e tutti i tipi di processo: batch, continui e discreti. Nel MES, inoltre, si rispetta la norma CFR 21 parte 11 della FDA (Food and Drug Administration) ovvero l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici.

Breve descrizione delle aree funzionali d’intervento del MES.

  • Sistemi gestionali aziendali ERP (Enterprise Resource Planning) per pianificare al meglio le attivita’, costruendo un magazzino di dati condivisi DW (Data Warehouse) con lo scopo di facilitare il processo delle scelte decisionali;
  • Gestione avanzata della pianificazione aziendale APS (Advanced Planning e Scheduling) gestisce i processi di pianificazione strategica al fine di integrare domanda – offerta – produzione – logistica;
  • Gestione dei processi BPM (Business Process Management) – gestione del flusso di lavoro nell’impianto in base alle attivita’ di produzione pianificate e correnti;
  • Pianificazione delle risorse di fabbrica MRP (Manufacturing Resource Planning) – schedulazione a capacita’ infinita CRP (Capacity Requirements Planning), che vanno ad ottimizzare il consumo dei materiali, l’impiego degli uomini e l’utilizzo delle macchine, in funzione degli ordini e delle disponibilita’;
  • Schedulazione delle operazioni e di dettaglio MRP (Manufacturing Resource Planning) attivita’ di sequenziamento e temporizzazione per ottimizzare le prestazioni degli impianti, tenendo conto delle capacita’ finite delle risorse disponibili;
  • Allocazione e stato delle risorse CRP (Resource Allocation and Status) produzione di istruzioni di lavoro destinate a personale, macchine, utensili e materiali. Tracciamento delle attivita’ in corso o appena concluse;
  • Gestione della manodopera LM (Labor Management) – tracciamento e direzione del personale operativo durante i singoli turni sulla base di qualifiche, mansioni e necessita’ aziendali;
  • Raccolta/acquisizione dei dati DC (Data Collection/Acquisition) – monitoraggio, raccolta e organizzazione dei dati relativi a processi, materiali ed operazioni svolte da personale, macchine o controlli;
  • Tracciamento e genealogia dei prodotti PTA (Product Tracking and Genealogy) – monitoraggio dell’avanzamento di unita’, lotti o batch per creare una storia completa dei prodotti, in modo conforme alla normativa CFR21 parte 11;
  • Gestione della qualita’ CQ (Quality Control) – registrazione, tracciamento ed analisi delle caratteristiche di prodotti e processi in funzione degli obiettivi stabiliti con il controllo statistico dei processi produttivi SPC (Statistical Process Control);
  • Analisi delle prestazioni KPI (Key Performance Indicator) e calcolo dell’Efficienza Generale della Apparecchiature OEE (Overall Equipment Effectiveness) con l’Analisi dei tempi di fermo macchina DTA (Down Time Analysis), confrontando i risultati misurati nell’impianto con gli obiettivi ed i parametri stabiliti dall’azienda, dai clienti o da enti di normazione;
  • Ottimizzazione dei cicli produttivi WIP (Work in Progress) – minimizzazione dei tempi di produzione ottimizzando i cicli produttivi;
  • Gestione della manutenzione MM (Maintenance Management) – pianificazione ed esecuzione di attivita’ appropriate per mantenere le apparecchiature ed i beni capitali nelle condizioni ottimali;
  • Gestione della catena del valore SCM (Supply Chain Management) per minimizzare i costi di approvvigionamento, di produzione e di consegna, settori in cui la logistica ricopre un ruolo fondamentale nell’integrazione della catena fornitore-produttore-cliente;
  • Gestione dei documenti ADR (Automatic Document Repository) – gestione e distribuzione delle informazioni su prodotti, processi, progetti od ordini, oltre alla raccolta di informazioni di certificazione del lavoro e delle condizioni;
  • Sistemi di gestione e fidelizzazione del cliente CRM (Customer Relation-ship, Management).

SIMATIC IT:
la risposta di SIEMENS

SIMATIC IT non e’ una soluzione precostituita. SIMATIC IT si conforma alla realta’ esistente tramite il suo “Production Modeler” che permette di disegnare i processi aziendali con la massima flessibilita’ e, successivamente, gestirli dinamicamente con una serie di moduli/funzioni standardizzate.SIMATIC IT accompagna gli uomini di produzione dal rilascio di un ordine di lavoro alla consegna del prodotto finito consentendo loro di ottenere il massimo in termini di efficacia, di efficienza e di riduzione dei costi.Per una gestione sistematica della produzione SIMATIC IT e’ la soluzione ideale e collaudata in molteplici aziende di grandi e piccole dimensioni, in particolare per tutte le realta’ che richiedono una puntuale tracciabilita’ dei prodotti, dei processi, dei contenitori nel rispetto delle norme di legge internazionali.SIMATIC IT, il software MES che aumenta l’efficienza produttiva riducendo i costi e velocizzando i tempi di intervento propone un sistema IT specificatamente disegnato per l’ambiente manifatturiero e per le aree ad esso legate. SIMATIC IT, la soluzione modulare MES di Siemens, offre una vasta gamma di componenti per ottimizzare la pianificazione, l’esecuzione e la documentazione del processo di produzione, massimizzandone l’efficienza.

Ma SIMATIC IT e’ molto di piu’: come parte del mondo TIA (Totally Integrated Automation) e’ basato su una rigida standardizzazione delle interfacce, su una struttura di programmazione fedele allo standard ISA-S95, ed elevata compatibilita’ nel lungo periodo con tutti i componenti Siemens o di terze parti. Questo garantisce una consistente integrazione di tutti i processi, dall’approvvigionamento alla vendita, dal laboratorio al sistema di sicurezza, con un costante flusso di informazioni tra i vari livelli dell’azienda. Il cuore di SIMATIC IT e’ la Production Suite, costituita da moduli predefiniti e facilmente configurabili: il Framework, un ambiente di configurazione ad alto livello, che fornisce gli elementi per la configurazione del modello di plant desiderato, caratterizzato da strumenti di engineering intuitivi e di elevata qualitativa’ e una serie di Components, che offrono una totale copertura delle funzionalita’ di processo, svolgendo un ruolo di ponte tra l’ambiente ERP e i sistemi di automazione e controllo. A fianco a SIMATIC IT Production Suite, si trovano SIMATIC IT Intelligence Suite e SIMATIC IT R&D Suite, dedicate rispettivamente alla gestione e archiviazione di tutti i dati relativi al business e all’ottimizzazione della Ricerca e Sviluppo secondo i criteri di efficienza e riduzione del time-to-market.

Il modello utilizzato da SIMATIC IT descrive tutti gli elementi fisici e logici presenti nell’impianto. I primi sono quelli effettivamente utilizzati nel ciclo produttivo quali ad esempio reattori, miscelatori, linee di confezionamento o unita’ piu’ complesse quali linee di assemblaggio o una linea di colata continua. Gli elementi logici sono invece tutti quei componenti software che concorrono a realizzare il ciclo manifatturiero con l’obiettivo di gestire le informazioni necessarie a tracciare e orchestrare l’intera produzione.Per facilitare questa attivita’ SIMATIC IT mette a disposizione un completo set di librerie di tipo Cross Industry e Industry Specific. Si tratta di collezioni di funzionalita’ predefinite che possono contenere entrambi i tipi di elementi logici e fisici, semplificando la configurazione dei processi. Alcuni esempi di librerie sono:

  • Tank Farm Management (gestione serbatoi);
  • Label Printing Management (gestione etichettatura);
  • Trucks Check-in and Check-out (gestione consegne materie prime e prelievo prodotto finito);

Le diverse raccolte di librerie sono raggruppate in Basic Libraries, Discrete Libraries e Process Libraries.In questo modo il sistema e’ in grado di ricevere e convalidare dati, confrontarli con i parametri di riferimento, effettuare calcoli, inviare comandi al processo, interfacciarsi con le varie aree di business dello stabilimento (produzione, tecnologia, laboratorio, pianificazione, manutenzione, etc.) tramite l’invio e la ricezione di informazioni opportunamente aggregate ed elaborate. L’utente e’ quindi in grado di reagire in modo appropriato alle sollecitazioni del processo, distribuendo ai vari livelli (Processo, MES e ERP) i rispettivi compiti decisionali.SIMATIC IT si integra con i prodotti Siemens di automazione come WINCC e PCS7 e quindi acquisisce in modo diretto i valori di processo, gli allarmi e gli eventi dal campo, ma puo’ anche interfacciarsi con i sistemi di altri produttori tramite connessioni OPC. Inoltre l’esperienza acquisita negli anni nel campo dell’automazione industriale dal GRUPPO ESEA in generale e dall’Automazione srl in particolare, consente a SYNERGIE di interfacciarsi con qualsiasi tipo di informazione presente in campo.

L’OFFERTA DI SYNERGIE E SIEMENS

Per la progettazione, implementazione e realizzazione del MES all’interno di una INTELLIGENT PLANT SIEMENS e SYNERGIE offrono un’ampia gamma di moduli, espandibili in termini di funzionalita’, complessita’ e dimensioni:

 

MODULI SIMATIC IT

 

DESCRIZIONE

MATERIAL MANAGER (Gestione materiali) Modulo per la gestione dei materiali
PRODUCTION ORDER MANAGER (Gestione degli ordini di produzione) Modulo per la gestione degli ordini di produzione; e’ il modulo fondamentale per il MES
HISTORIAN (Gestione e aggregazione dei dati di processo (I/O) Modulo per l’acquisizione e l’aggregazione dei dati in tempo reale dell’impianto
PERSONAL MANAGER (Gestione del personale) Modulo per la gestione del personale produttivo
REPORT MANAGER (Gestione e generazione di report) Modulo per la generazione, configurazione e creazione di reporting
DATA INTEGRATION SERVICE (Gestione integrate dei dati di terze parti) Modulo per l’integrazione del SIMATIC IT con prodotti di terze parti (ad esempio SAP)
PRODUCT DEFINITION MANAGER (Gestione della definizione del prodotto) Modulo che permette di gestire le distinte basi del prodotto e i cicli di lavorazione parametrizzandoli
MESSAGE QUEUE CONNECTOR (Gestione della messaggistica produttiva) Modulo per la gestione e la messaggistica
UNILAB (Gestione laboratorio) Modulo per la gestione del laboratorio
INTERSPEC (Gestione varianti di prodotto) Modulo per la gestione delle varianti
OEE (Simulazione e confronto produzione programmata con la produzione reale) Modulo di confronto tra il programmato ed il prodotto

- MATERIAL MANAGER (GESTIONE MATERIALI) E’ un insieme di componenti software che gestiscono i materiali nella loro interezza, le funzionalita’ che compongono il modulo sono:

  • Gestione dei movimenti di materiali all’interno del plant produttivo;
  • Gestione della tracciabilita’ e rintracciabilita’;
  • Gestione e consuntivazione consumi dei materiali;
  • Gestione delle distinte basi, delle versioni;
  • Genealogia del prodotto;
  • Gestione delle allocazioni all’interno dell’area di produzione.

E’ un modulo importante per la gestione dei materiali indispensabile per le aziende alimentari, ma anche per quelle manifatturiere che vogliono migliorare le scorte al magazzino ottimizzando l’approvvigionamento.

PRODUCTION ORDER MANAGER (GESTIONE ORDINI DI PRODUZIONE)

E’ un insieme di componenti software che smistano e tracciano gli ordini di produzione, e’ il cuore di qualsiasi sistema di gestione della produzione MES (manufacturing execution system). Cosa produrre, quando produrre, e come produrre sono le voci che sintetizzano il concetto del gestore degli ordini di produzione POM (production order manager). Attraverso questo modulo si puo’:

  • Importare ordini di produzione dai sistemi gestionali ERP (Enterprise resource planning);
  • Creare nuovi ordini di produzione,
  • Configurare ordini di produzione;
  • Smistare i vari ordini nei vari centri di lavoro;
  • Monitorare l’avanzamento degli ordini; – Archiviare i dati dell’ordine alla sua chiusura;
  • Ottimizzare la gestione dell’avanzamento degli ordini (Tracking).

E’ un modulo importante per la gestione dell’attivita’ produttiva per le aziende manifatturiere che vogliono controllare l’avanzamento della produzione.

HISTORIAN (ACQUISIZIONE DATI DI PROCESSO)

E’ un insieme di componenti software che aggregano dati di processo e produzione, provenienti da varie sorgenti le funzionalita’ principali sono:

  • Aggregazione dati di processo (dati provenienti dalle macchine, operatori);
  • Aggregazione Allarmi ed eventi;
  • Aggregazione dati di batch;
  • Aggregazione dati di produzione (ordini di produzione, lotto di produzione);
  • Aggregazione dei dati di processo con i dati di produzione;
  • Calcolo delle statistiche e dati storici;
  • Definizione di algoritmi e calcoli da parte dell’utente;
  • Archiviazione dei dati molto performante (1000 tag al sec);
  • Reporting evoluti per la consultazione dei dati;
  • Archivio strutturato per la piena compatibilita’ con la 21 CFR 11;
  • Interfacciamento diretto con WINCC; – Interfacciamento verso I/O di campo.

E’ un modulo importante per la gestione dei dati di processo, specialmente per le aziende che hanno un elevato grado di automazione; il modulo permette di monitorare in maniera efficiente ed efficace le linee di produzione, tenendo sotto controllo ogni singolo I/O presente sul campo.

PERSONNEL MANAGER (GESTIONE DEL PERSONALE)

E’ un insieme di componenti software che permettono di gestire e configurare il personale all’interno del sito produttivo. Sono presenti una serie di funzionalita’:

  • Definire e configurare gruppi di persone e singole persone, in base alle loro competenze e a cosa possono fare all’interno del processo produttivo;
  • Si possono pianificare ed allocare le singole persone o gruppi di persone a svolgere attivita’ specifiche;
  • Storicizzare i tempi di lavoro per ogni persona o gruppo associando ad esso una risorsa, un ordine, un lotto.

E’ un modulo secondario per la gestione dell’attivita’ produttiva; puo’ essere utile alle aziende che vogliono controllare oltre che il processo produttivo anche il corretto utilizzo delle risorse umane all’interno della fabbrica.

REPORT MANAGER (GESTIONE REPORTING)

E’ un insieme di componenti software che permettono di creare e gestire facilmente la reportistica di fabbrica, il modulo permette di:

  • Creare facilmente report ad – hoc
  • Accedere velocemente al database di fabbrica per reperire informazioni critiche per l’attivita’ decisionale dell’azienda.
  • Riduzione significativa dell’utilizzo della carta.
  • Miglior condivisione delle informazioni.

E’ un modulo secondario per la gestione dell’attivita’ produttiva, ma molte aziende sono sensibili al fatto di potersi personalizzare i report a piacimento.

PRODUCT DEFINITION MANAGER (GESTIONE DEFINIZIONE DEL PRODOTTO)

E’ un insieme di componenti software che definiscono in maniera dettagliata il prodotto, il modulo, il modulo permette la:

  • Definizione delle specifiche delle risorse che svolgono una determinata operazione (es: forno temperatura da impostare per la cottura)
  • Definizione delle risorse materiali, risorse produttive, personale.
  • Definizione delle sequenze (predecessore-successore) tra le singole operazioni all’interno del ciclo di lavoro.

E’ un modulo secondario per la gestione dell’attivita’ produttiva, nei processi produttivi complessi spesso capita di dover gestire le singole fasi di produzione. Sono sensibili quelle aziende che effettuano un controllo molto preciso e dettagliato sulle attivita’ produttive spingendosi ad una schedulazione a capacita’ finita delle proprie risorse (macchine, uomini).

DATA INTEGRATION SERVICE (SERVIZIO INTEGRAZIONE DATI)

E’ un insieme di componenti software che permettono di integrare facilmente la piattaforma SIMATIC IT con prodotti di terze parti (es: sistemi gestionali):

  • Comunica con software di terze parti principalmente attraverso standard XML.
  • Permette di manipolare dati tramite lo standard XLST.
  • Utilizzo di uno schema standard
  • Effettua il Logging e l’archiviazione delle transazioni effettuate tra la piattaforma SIMATIC IT ed i prodotti di terze parti.

E’ un modulo secondario per la gestione dell’attivita’ produttiva, puo’ essere utilizzato in realta’ di medie grandi dimensioni per scambiare informazioni con i gestionali aziendali standard, quali ad esempio SAP, oppure gestionali custom e personalizzati.

MESSAGE QUEUE CONNECTOR (GESTIONE MESSAGGISTICA)

E’ un insieme di componenti software che permettono di generare un’attivita’ di messaging all’interno della fabbrica.

La sua importanza e’ data dal fatto che e’ un modulo che puo’ essere utile nelle aziende farmaceutiche che vogliono monitorare ogni singola operazione che effettua l’operatore.

UNILAB (GESTIONE LABORATORIO)

E’ un insieme di componenti software che permettono di gestire i laboratori analisi interfacciandosi a strumenti dedicati (esempio analizzatori di spettro)

E’ un modulo secondario che puo’ essere utile nelle aziende alimentari che hanno un laboratorio analisi da integrare con il processo produttivo.

INTERSPEC (GESTIONE VARIANTI)

E’ un insieme di componenti software che permettono di gestire le varianti di prodotto.

OVERALL EQUIPMENT EFFICIENCY (EFFICIENZA MACCHINE)

E’ un insieme di componenti software che permettono di gestire e misurare in maniera dettagliata l’efficienza delle risorse produttive, configurando una sere di parametri velocemente monitorabili.

Oltre ai moduli descritti, la societa’ SYNERGIE e’ in grado di offrire ai propri clienti una serie completa di ulteriori moduli a complemento dei pacchetti SIEMENS, quali:

  • Gestione della manutenzione ordinaria e preventiva: analisi e storicizzazione dei tempi di lavorazione per singola macchina al fine di pianificare le attivita’ manutentive.
  • Monitoraggio dei fermi macchina: controllo continuo dei fermi macchina al fine di effettuare una manutenzione preventiva dell’impianto fornendo statistiche sui fermi produttivi.
  • Ottimizzazione dei processi: ottimizzazione dei piani di processo e corretta allocazione delle risorse produttive con riduzione dei tempi di attrezzaggio e diminuzione dei processi di lavorazione.
  • Lancio in produzione: esegue l’avvio dei processi di lavorazione acquisendo distinte base, piani di processo, parametri di configurazione macchine, dati provenienti dai sistemi gestionali aziendali.
  • Monitoraggio risorse: controlla e monitorizza lo stato delle macchine segnalando e storicizzando gli eventuali allarmi.
  • Minimizzazione dei tempi di lavorazione e ottimizzazione dei cicli produttivi: controllo continuo delle linee al fine di identificare eventuali colli di bottiglia che si possono presentare durante i cicli di lavorazione.
  • Analisi statistiche: statistiche sul controllo di processo e sul controllo qualita’.
  • Gestione della qualita’: registrazione, tracciamento e analisi del prodotto e del processo rispetto agli standard.
TUTTO IL TEAM LAVORA MEGLIO
Le nostre soluzioni forniscono un valido supporto a tutto il team aziendale e le informazioni generate possono essere condivise anche in maniera scalare da piu’ figure all’interno dell’azienda.

Amministratore

  • Reporting sugli indicatori delle prestazioni.
  • Ottimizzare gli investimenti ed i costi.

Responsabile contabilita’ industriale

  • Monitorare i costi produttivi
  • Monitorare costi-ricavi aziendali.

Responsabile vendite

  • Fornire ai clienti date certe sulle consegne.
  • Bilanciare le vendite con la capacita’ produttiva.

Responsabile acquisti

  • Pianificare i piani di consegna.
  • Ottimizzare gli indici di rotazione del magazzino.

Responsabile di stabilimento

  • Assicurare il raggiungimento degli obiettivi produttivi.
  • Migliorare l’efficienza produttiva.

Responsabile alla pianificazione

  • Rispettare i tempi di consegna.
  • Ottimizzare i tempi di attrezzaggio.
  • Utilizzare a pieno le risorse produttive.

Responsabile di produzione

  • Configurare nuovi piani di processo e nuove strategie produttive.
  • Ottimizzare il processo al fine di rispettare date e vincoli produttivi.
  • Effettuare un’analisi dei gusti sugli impianti.

Responsabile della qualita’

  • Monitorare la qualita’ del prodotto.
  • Integrare i test di qualita’ con i dati produttivi.
  • Avere sotto controllo la tracciabilita’ del prodotto.

Responsabile tempi e metodi

  • Monitorare l’efficienza produttiva.
  • Allocare in maniera ottima le risorse (macchine-uomini).

Responsabile della manutenzione

  • Pianificare la manutenzione con un minimo impatto sulla produzione
  • Identificare le cause di fermo macchina.
  • Migliorare l’efficienza produttiva.

Responsabile della logistica

  • Pianificare in maniera efficiente gli acquisti al fine di evitare immobilizzazioni di magazzino.
  • Pianificare le consegne al fine di ridurre i tempi di consegna.

Operatore di processo

  • Avere informazioni in tempo reale sui dati di processo.
  • Migliorare il processo di manutenzione preventiva.
SYNERGIE E INSPIRING

Nella svariata ed eterogenea offerta delmercato Maintenance ed Energy Efficiency, Synergie ha interpellato e conosciuto diverse societa’, cercando di trovare in ciascuna di esse, una valida risposta a tutte le esigenze aziendali, garanzie di affidabilita’, continuita’, supporto ed investimento per il futuro. L’unica societa’ che soddisfa pienamente i nostri obbiettivi, che sicuramente coincidono con quelli dei nostri clienti, e’ la INSPIRING.

SYNERGIE insieme a INSPIRING Software e’ lieta di presentare la nuova soluzione ENERGY EFFICIENCY per la pianificazione ed il controllo finalizzati alla continua riduzione di costi e consumi energetici ed OTM OPERATIONS and TECHNICAL MAINTENANCE per la metodologia manutentiva-ingegneristica RCM.

PERCHE’ ENERGY EFFICIENCY

La crescente attenzione nei confronti dei problemi energetici a causa dell’incidenza dei costi in crescita, della liberazione del mercato dell’energia, delle disposizioni legislative sui consumi e sulle emissioni inquinanti, spinge sempre di piu’ le aziende a dotarsi di energia al costo piu’ basso possibile, minimizzando le perdite e gli sprechi gestendo, in maniera efficiente, i sistemi di produzione/conversione dell’energia.

Inoltre lo stesso evolversi del mercato dell’energia caratterizzato, da un lato da interventi legislativi nazionali ed internazionali, come la liberalizzazione del mercato stesso e le disposizioni sui consumi e sulle emissioni inquinanti e dall’altro dall’incidenza dei costi per consumi energetici, ha evidenziato come debbano essere attuate immediatamente delle azioni volte al contenimento dei consumi ed al risparmio energetico.

Secondo una recente stima della Comunita’ Europea infatti, se le imprese europee usassero l’energia in modo piu’ efficiente potrebbero ridurre del 20% le proprie spese energetiche. Considerando poi che il prezzo dell’energia elettrica in Italia e’ tra i piu’ alti in Europa, soprattutto per le utenze con consumi medio-alti (secondo il “Rapporto Authority per l’Energia in Italia” – 6 luglio 2004), i vantaggi di una razionalizzazione sono ancora piu’ consistenti.

Da cio’ nasce l’esigenza, soprattutto da parte del settore industriale, che contribuisce al 40% del consumo finale di e-nergia in Italia, di impegnarsi nella razionalizzazione dell’uso dell’energia sia dal punto di vista della progettazione e gestione degli impianti energetici che dal punto di vista dell’ottimizzazione dei consumi e delle perdite.Fondamentalmente e’ possibile intervenire su tre livelli per razionalizzare ed ottimizzare l’utilizzo dell’energia riducendone i costi:

  1. all’atto dell’acquisto, scegliendo il tipo di combustibile e studiando i contratti di fornitura;
  2. in fase di conversione/produzione, studiando interventi progettuali sull’impianto ed ottimizzando il funzionamento delle macchine al fine di aumentarne l’efficienza;
  3. al momento dell’utilizzo, riducendo gli sprechi attraverso una migliore gestione di impianti e macchine.

BLINK non e’ una risposta a tali problemi, ma e’ la risposta.

I moduli di Energy Efficiency che proponiamo sono i seguenti:

Acquisizione e storicizzazione

Il modulo consente l’acquisizione e la storicizzazione, in tempo reale, dei dati provenienti dai contatori di energia e/o altri dispositivi, al fine di effettuare una diagnosi energetica preliminare e valutare lo status dell’Azienda e la sua -sensibilita’- ad interventi di risparmio e razionalizzazione energetica.

Modello previsionale

Il modulo sviluppa un modello di previsione dei consumi energetici, attraverso un approccio deduttivo. L’Azienda viene analizzata come una -black box- che presenta dei consumi energetici dipendenti dal valore di specifici energy driver. Attraverso l’analisi e’ possibile desumere, dai dati storici di consumo energetico, un modello affidabile che descrive il meccanismo di consumo energetico che caratterizza l’Azienda.

Monitoraggio real-time dei consumi

Sulla base del modello e previsione dei consumi, il modulo permette di identificare eventuali deviazioni di consumi anomali ovvero il controllo delle aree oggetto di analisi attraverso il supporto nell’individuazione degli energy driver, del modello di consumo e dei limiti di controllo. Il monitoraggio dei consumi viene sviluppato mediante l’adozione di tecniche di controllo avanzate in grado di individuare e segnalare tempestivamente le modifiche significative intervenute nel comportamento dei consumi energetici.

Budgeting energetico

Blink consente di pianificare, formulare e controllare il budget energetico sulla base del modello di previsione elaborato dall’utente o sulla base degli energy driver (volume di produzione, gradi giorno…) che si prevedono per il futuro. Il budget viene quindi monitorato nel tempo mediante indici di controllo che permettono di individuare le cause reali di eventuali deviazioni e la successiva ripianificazione.

Monitoraggio della tariffa energetica

Il modulo permette di simulare gli effetti delle offerte del mercato in relazione all’andamento dei propri consumi. E’ possibile comparare le diverse offerte al variare degli scenari ed individuare la migliore. Il modulo, infine, consente di verificare gli scostamenti dei consumi tra dati fattura e rilevamento corretto.

PERCHE’ MANUTENZIONE

Le attuali esigenze del mercato industriale, quali il miglioramento dei sistemi produttivi, la conservazione del patrimonio impiantistico, l’aumento delle capacita’ produttive e la riduzione della probabilita’ di fermo impianto conducono verso l’ormai inevitabile concetto di riduzione dei costi. Nel corso degli anni si sono susseguite varie strategie di manutenzione, con l’applicazione di ormai ben note politiche correttive, preventive e predittive. Questo livello di manutenzione comporta un ritorno per le aziende in termini di performance intorno all’80%, ma se si vuole ottenere il 100% dei benefici dalle strategie manutentive bisogna puntare ad un livello di azienda eccellente dove vengono implementate tutte le tipologie di manutenzione.

Oggi diventa vitale per la sopravvivenza migliorare ogni aspetto, pertanto anche in ambito manutentivo e’ necessario recuperare quel 20% con metodologie ad alto valore aggiunto piu’ complesse: RCM, FTA, MAGEC, ACM, HAZOP, FMEA, FME-CA.

In particolare l’ RCM (Reliability-Centered-Maintenance) e’ una metodologia che consente di definire dei piani di manutenzione costituiti esclusivamente da quelle attivita’ eseguite sull’oggetto, che servono a garantirne le prestazioni e l’affidabilita’ in rapporto sia alla sua importanza nella missione che al contesto nel quale l’oggetto si trova ad operare.

Lo scopo e’ quello di individuare i componenti ed i sistemi la cui inefficienza compromettono maggiormente l’efficienza globale della linea produttiva o dell’azienda.

L’analisi di studio RCM, che inizia dallo studio dell’affidabilita’ dei componenti e dalla loro criticita’ rispetto a tutto il sistema esaminato, consente di scegliere un sistema di manutenzione piu’ adatto alla situazione aziendale.

OTM non e’ una risposta a tali problemi, ma e’ la risposta.

I moduli OTM -Operations and Technical Manintenance – che proponiamo sono i seguenti:

Moduli CMMS / EAM preposti alla gestione dei processi manutentivi che integrano Ingegneria e Gestione della Manutenzione, l’ottimizzazione dei materiali, la gestione delle calibrazioni (CFR21 part 11 compliant) ed il monitoraggio dei KPI (Key Performance Indicators);

Modulo di Controllo Affidabilita’ basato su varie metodologie che consentono di monitorare i diagrammi di fattibilita’, di acquisire i dati di analisi guasti ed di analisi costi-benefici:

  • FMECA (Failure Mode Effects and Critical Analysis). La FMECA e’ una metodologia di analisi che consente di individuare con efficacia i componenti critici di un sistema. Il suo scopo e’ individuare all’interno di un sistema, o in una parte di esso, i componenti piu’ critici, studiarne le cause di guasto e proporre le soluzioni piu’ adeguate.
  • RBD (Reliability Block Diagramma. La RBD e’ una forma di analisi affidabilistica che utilizza un diagramma funzionale al fine di “fotografare” ed analizzare le relazioni fra i componenti di un sistema.
  • RAM (Reliability Availability Maintenability). Questo tipo di analisi e’ una metodologia volta all’affidabilita’, la disponibilita’ e la manutenibilita’ di un sistema tecnologico complesso.
  • RCM (Reliability Centered Main-tenance). E’ una metodologia manutentiva-ingegneristica che ha come obiettivo il consolidamento dell’affidabilita’ intrinseca dell’intero sistema.

A questi si aggiungono servizi comuni di: Assistenza – Consulenza – Formazione – Sviluppo Software “ad hoc”.

La Termografia (Infrarosso)

Tutti i corpi, in funzione della loro temperatura, emettono energia sotto forma di radiazione elettromagnetica. La radiazione elettromagnetica emessa si colloca nella banda dell’infrarosso, una gamma di frequenze che l’occhio umano non riesce a percepire.La termografia e’ la tecnica che consente, per mezzo di una termocamera, di trasformare la radiazione termica, invisibile, in una immagine video che riproduce la distribuzione di temperatura del corpo oggetto di esame.

La termografia puo’ essere utilizzata come: strumento diagnostico nello sviluppo di interventi di manutenzione preventiva, poiche’ con un monitoraggio periodico permette di localizzare la deriva di temperatura dei componenti, consentendo di agire tempestivamente in caso di anomalia ed evitando costosi guasti ai sistemi; per la mappatura di impianti; per la verifica dell’efficienza energetica degli edifici.Quando un solo guasto puo’ fermare un impianto, con i costi che cio’ comporta, e’ d’obbligo per il manager chiedersi se ci si puo’ permettere tali perdite o se invece non sia piu’ conveniente evitarle riorganizzando adeguatamente la funzione manutentiva. Migliorare l’affidabilita’ riducendo i costi e aumentare la redditivita’ aziendale e’ infatti uno degli obiettivi principali di un avveduto sistema di gestione della manutenzione. A tal fine la termografia IR, permettendo di individuare i sintomi premonitori (segnali deboli) presenti sulle apparecchiature, rappresenta la principale tecnica diagnostica d’ispezione predittiva.

Prevenzione dei guasti

La polizza assicurativa in relazione ai guasti degli impianti e delle macchine e’ certamente un elemento essenziale nel sistema tecnico-economico aziendale.L’assicurazione puo’ coprire completamente i rischi e nel caso di un evento particolarmente dannoso essere determinante per la sopravvivenza stessa dell’azienda.

Risparmi assicurativi grazie allaTermografia

Alcune compagnie assicurative-accordano-riduzioni dei premi in caso di comprovato e sistematico ricorso alla termografia a infrarossi, in virtu’ della riduzione dei rischi di guasti e incendi.

L’analisi predittiva con la termografia ad infrarossi

Il successo della manutenzione predittiva e’ determinato da due fattori: l’efficacia degli strumenti diagnostici e l’esperienza necessaria a interpretare i dati diagnostici per scegliere una corretta strategia manutentiva.Nelle applicazioni industriali la temperatura e’ il piu’ attendibile indicatore delle condizioni di funzionamento delle macchine e del loro stato di salute, quindi la termografia a infrarossi e’ una tecnica di ispezione insostituibile.La termografia si applica con successo in presenza di sistemi elettrici e meccanici: su motori elettrici, alternatori e macchine rotanti in genere.

L’analisi termografica e’:

  • Veloce: permette di effettuare un rapido screening di tutto l’impianto individuando immediatamente anomalie di funzionamento.
  • Non invasiva: non richiede fermo-macchina ne’ installazione di strumenti diagnostici nell’impianto.
  • Pratica: permette di effettuare controlli anche a distanza di un centinaio di metri, eliminando molti problemi di accessibilita’ e sicurezza.
  • Economica: se paragonata ad altre indagini che richiedono controlli sul singolo componente, con grande dispendio di tempo e risorse umane. Il suo rapporto costi/benefici e’ estremamente favorevole

In campo elettrico, trova applicazione nell’ambito della produzione, del trasporto, della distribuzione e utilizzazione dell’energia elettrica; in particolare puo’ essere utilizzata per esaminare trasformatori (connessioni, isolatori, avvolgimenti, verifica della circolazione dell’olio nei radiatori), interruttori e sezionatori (connessioni terminali e intermedie, connessioni imbullonate, pinze dei coltelli, coltelli, contatti interni), cavi, condensatori di rifasamento, quadri di distribuzione (connessioni e componenti interni come rele’, teleruttori, trasformatori, portafusibili, morsettiere), cabine MT/BT.

In campo meccanico, si applica solitamente a elementi rotanti, dove il calore eccessivo e’ normalmente sintomo di cuscinetti difettosi, lubrificazione inadeguata, cattivo allineamento, normale usura. Motori, generatori, turbine e compressori-sono solo alcuni esempi di macchine che potrebbero essere investigate con successo mediante analisi termografica.

In ambito meccanico la termografia a infrarossi puo’ essere utilizzata con due metodologie diverse:

  1. Come primo strumento diagnostico per indagare l’esistenza di un eventuale problema, che potra’ successivamente essere analizzato approfonditamente con altre tecniche, quali analisi di vibrazione, analisi del lubrificante, analisi acustica.
  2. Mediante l’utilizzo di immagini di riferimento (“BASELINE”), memorizzate quando la macchina e’ nuova o ritenuta in condizioni ottimali. Questo metodo riduce i tempi per l’identificazione del problema e migliora drasticamente la precisione della diagnosi.

Alcuni esempi di applicazioni.

Negli impianti elettrici diviene possibile individuare punti in cui si ha uno sviluppo anomalo di calore per effetto Joule.Un morsetto non stretto, determina un aumento della resistenza e di conseguenza un aumento della potenza dissipata e dunque un aumento della temperatura.

In meccanica la temperatura di cuscinetti, ingranaggi, motori ed altro, aumenta per attrito. Possibili anomalie meccaniche si possono quindi rilevare verificando la distribuzione di temperatura.

Motore con problemi di cuscinetti interni

Negli impianti idraulici (aria/acqua), diviene immediato riscontrare possibili perdite.

Sovraccarico pompa

Un altro impiego molto valido della termografia e’ riscontrabile nella visualizzazione delle dispersioni energetiche in ambito edilizia.

Un software di analisi delle immagini-consente elaborazioni sofisticate: e’ possibile analizzare i singoli punti dell’immagine e determinare, per ciascuno di essi, la temperatura corrispondente

Date 21/05/2008
Emissivita’ 0.96
Distanza dell’oggetto 2.0 m
Temperatura atmosferica 20.0 gradi C
Umidita’ relativa 30.0 %
Sp1 Temperatura 44.8 gradi C
Sp2 Temperatura 37.5 gradi C
Sp3 Temperatura 35.9 gradi C

Sistemi di Visione Artificiale

Negli ultimi anni con il potenziamento dei sistemi informatici e con lo sviluppo di algoritmi sempre piu’ stabili e performanti, la visione artificiale si e’ sempre piu’ affermata in tutti i campi ed in particolar modo in quello dell’automazione industriale e di supervisione di processo. Il gruppo ESEA ancora una volta, riconfermando la sua posizione leader, e’ in grado di offrire ai propri clienti, tramite Automazione srl, anche questo nuovo servizio, avvalendosi di tecnici e professionisti di altissima esperienza e preparazione.La visione artificiale puo’ portare, oltre ad una indubbia innovazione nel vostro ambiente lavorativo, la possibilita’ di risolvere problematiche prima impossibili.

Ma cosa si intende per visione artificiale?

Lo scopo principale della visione artificiale e’ quello di riprodurre in maniera piu’ vicina al reale la funzione della vista umana.In alcuni ambiti l’occhio e’ insostituibile ma in molti altri, utilizzando i piu’ recenti sistemi, si riescono ad avere risultati che vanno ben oltre i limiti della vista umana. Una delle caratteristiche salienti dell’utilizzo di questa tipologia di “sensori” e’ senza dubbio la possibilita’ di fare molteplici valutazioni sia dimensionali che qualitative senza mai toccare l’oggetto in esame. In ambito industriale, inoltre in moltissimi casi si possono avere soglie di controllo molto ampie che evitano cosi’, al variare delle caratteristiche del lotto di produzione, un riattrezzaggio del sistema di ispezione.

Per un sistema di visione artificiale “vedere” e’ inteso non solo come l’acquisizione di una immagine, ma soprattutto come l’interpretazione del contenuto di quell’immagine.

Da tale operazione scaturiscono quelli che saranno gli input per successive operazioni di controllo e/o automazione.

Quando si implementa un sistema di visione artificiale vi sono delle operazioni che possono essere macroscopicamente cosi’ raggruppate:

  • Generazione dell’input
  • Acquisizione immagini
  • Elaborazione
  • Valutazione risultati ed azione

Generazione dell’input

E’ una delle fasi piu’ importanti. Attraverso la scelta di un opportuno sistema di illuminazione, di telecamere e non ultima una giusta disposizione dell’oggetto da controllare, si cattura l’immagine che successivamente verra’ acquisita.

Questa e’ la fase primaria per la riuscita dell’applicazione. Costituisce una di quelle attivita’ in cui il fattore determinante e’ l’esperienza. Sbagliare ad esempio il tipo di illuminazione puo’ portare alla non riuscita del controllo. Il gruppo ESEA vi puo’ fornire tutto il supporto necessario, mettendovi a disposizione un ufficio tecnico di esperti e consulenti. Il nostro obiettivo e’ ottenere i migliori risultati possibili.Per questo i nostri tecnici vi potranno consigliare sulla tipologia di illuminazione da scegliere: da una semplice illuminazione frontale, a illuminazioni per riflessione o piu’ complesse come quelle con doal, strutturate o diffuse. Lo stesso tipo di supporto lo si ha anche nella scelta della tel
ecamera per la vostra applicazione.

La tipologia di telecamera dipende dal tipo di controllo che si vuole effettuare. Vi sono telecamere matriciali e telecamere lineari. Le prime sono piu’ facili da gestire e richiedono minori quantita’di luce, ma al tempo stesso risentono della deformazione prospettica e dell’uniformita’ dell’illuminazione. Le telecamere lineari offrono un’assenza delle distorsioni geometriche, immagini uniformi e risoluzione elevata, ma richiedono maggiori quantita’ di luce e complessita’ di utilizzo.

Acquisizione immagini

Consiste nella trasformazione dell’immagine acquisita nella fase precedente, in una serie di punti digitali discreti denominati pixel. Ogni pixel rappresenta il piu’ piccolo elemento autonomo dell’immagine, ed e’ caratterizzato dalla propria posizione e da valori quali colore ed intensita’, variabili in funzione del sistema di rappresentazione adottato. Caratteristiche salienti di questa fase sono:

  • La risoluzione dell’immagine
  • Il numero di livelli di grigio o di colori
  • La velocita’ di acquisizione
  • La qualita’ dell’immagine

Elaborazione

E’ la valutazione dell’immagine acquisita e digitalizzata in base a caratteristiche ben definite. Si cerca generalmente di mettere in risalto le particolarita’ da esaminare attraverso opportuni algoritmi software. Questi possono essere anche molto complessi e richiedere particolari impegni hardware. La scelta di utilizzare algoritmi standard o la capacita’ di crearne altri ex novo, dipende molto dall’esperienza maturata nel settore. Questo e’ un elemento non trascurabile per la riuscita del vostro progetto. Anche sotto questo punto di vista il gruppo ESEA vi dara’ tutto il supporto necessario, mettendo a disposizione tutta la sua professionalita’.

Di seguito vediamo alcuni tra i milioni di esempi possibili in cui si puo’ efficacemente adottare la visione artificiale.

Industria alimentare:

il sistema e’ in grado di fare un’analisi sia qualitativa che dimensionale della pasta in esame, riconoscendo eventuali presenze anomale e parti non integre.

Il sistema esamina l’effettiva circolarita’ della scatola verificando che essa sia integra e non ammaccata.Inoltre controlla la giusta presenza e disposizione del sistema di apertura.

Industria farmaceutica:

Viene esaminata la presenza delle scritte su ognuno dei blister

Il sistema si occupa di verificare la presenza di tutti gli alveoli e il loro effettivo riempimento.

Industria elettronica:

il sistema esamina la presenza di saldatura nelle regioni selezionate

Il sistema riconosce la presenza e l’inserimento della vite per l’accoppiamento dei due semi gusci:

Il sistema si occupa di verificare la correttezza dei codici riportati sul dispositivo elettronico

Industria meccanica:

Il sistema analizza le dimensioni caratteristiche dei componenti verificando che esse rientrino nella tolleranza di progetto

Il sistema di visione viene utilizzato per un duplice scopo.Oltre a quello di verificare le dimensioni e le caratteristiche dei vari componenti meccanici si occupa di fornire le giuste coordinate per la successiva presa attraverso una pinza robot.

Applicazioni di carattere generale:

Il sistema verifica la giusta posizione dell’etichetta posta sul flacone

Il sistema verifica l’effettivo riempimento dei flaconi scartando quelli che risultano incompleti.

Controllo dimensionale con verifica di possibili imperfezioni del barattolo e successiva analisi dell’etichetta posta su di esso per esaminare l’esatta corrispondenza codice – colore

Esame della presenza del tappo sul flacone

Web inspection:

Ispezione in linea di film plastici alla ricerca di possibili imperfezioni

Valutazione risultati ed azione

I risultati dell’elaborazione vengono esaminati in maniera tale da avere una azione finale univoca. In base ai parametri di soglia impostati, il sistema prende una decisione in merito alla destinazione dell’oggetto esaminato o sull’attivazione o meno di altri processi seguenti.

Da questa breve introduzione al mondo della visione artificiale si capisce come essa non abbia limiti di impiego e si possa quindi utilizzare ogni qualvolta si necessiti di controlli di qualita’, di dimensioni, di forma, di identificazione etc.La visione artificiale puo’ risolvere problemi che fino ad oggi hanno avuto la meglio sui vostri processi produttivi. Non trascurate la prossima volta di consultarci: il gruppo ESEA e’ a vostra disposizione.

La Strumentazione dei processi-automatici

Nel campo dei processi automatici offriamo un vasto range di strumentazione per la misura di pressione, temperatura, flusso e di livello, controllori e registratori di processo e dispositivi di protezione di processo. Sia che si scelga una singola strumentazione che un package di strumentazione completa Automazione srl e Synergie srl sono i tuoi partner per ogni progetto. Vantaggi competitivi nelle realta’ industriali sono l’abilita’ nel realizzare processi flessibili piu’ efficienti e con costi effettivi molto minori. Da anni il gruppo ESEA si avvale della strumentazione industriale SIEMENS che vanta decenni di esperienza nella misura, analisi di processi industriali e nell’area dell’ingegneria di processo. Sono disponibili:

  • Strumenti di misura di pressione
  • Strumenti di misura di temperatura
  • Strumenti di misura dei flussi
  • Strumenti di misura dei livelli dei fluidi
  • Strumenti di misura di posizione

Segue una breve descrizione delle diverse tipologie di strumenti sopra elencati.

Strumenti di misura di pressione

Per la misura di pressione Siemens ha realizzato il SITRANS P che comprende un completo range di strumenti per la misura relativa, differenziale e assoluta di pressione. Uno di questi e’ il :

  • SITRANS P MPS che viene utilizzato per la misura dei livelli idrostatici.

Questo sensore e' realizzato in acciaio inossidabile ed e' adatto per la misura in liquidi corrosivi.

  • Il SITRANS P Z e’ utilizzato per la misura relativa e assoluta di pressione.

La serie Z presenta due tipi di sensore di pressione: quello in acciaio inossidabile e quello con il diaframma in ceramica. Il SITRANS P Z e' utilizzato nei compressori e nelle industrie di pompe.

  • Il SITRANS P ZD presenta un display digitale e il contenitore realizzato in acciaio inossidabile.

Il display digitale e' disponibile sia in configurazione radiale che in quella assiale.

Strumenti di misura di temperatura

Per la misura della temperatura la-SIEMENS mette a disposizione i sensori SITRANS T che offrono misure di temperatura in qualsiasi condizioni ambientali anche le piu’ estreme.

Il SITRAN T permette di effettuare misure accuratamente in ogni applicazione e puo essere connesso semplicemente e rapidamente a termocoppie o a termometri a resistenza.Si possono settare i parametri utilizzando il pacchetto software SIMATIC PDM senza incorrere ad errori di ingresso.

I piu’ diffusi sono:

  • SITRANS TH100 presenta un trasmettitore Pt100, ha un basso costo ed e’ compatto e configurabile tramite PC con il SIPROM T
  • SITRANS TH200 ha le stesse caratteristiche del precedente solo che presenta un trasmettitore universale
  • SITRANS TH300 ha un trasmettitore universale HART configurabile utilizzando il SIMATIC PDM o il protocollo HART. Ha funzioni di diagnostica e di simulazione sia locale che remota.
  • SITRANS TF viene montato in ambienti dove al punto di misura ci sono forti vibrazione, e’ programmabile con il protocollo HART, e sul display digitale

Strumenti di misura dei flussi

Sono presenti diversi tipi di flussimetri che possono essere di tipo elettromagnetico , Corioli’, ad ultrasuoni, con pistoni rotanti, a differenze di pressioni, ognuno dei quali adatti per uno specifico campo di applicazione.

Il piu’ diffuso e’ il:

  • SITRANS F M che e’ un flussimetro di tipo elettromagnetico che misura il volume del flusso della conduttivita’ elettrica del fluido. Puo’ essere utilizzato nelle applicazioni chimiche ed alimentari.

  • SITRANS F C e’ un flussimetro di Corioli’ che effettua misure di flusso molto accurate, dato che misura la vera massa del flusso non affetta da variazioni di pressione, temperatura, densita’, conduttivita’ elettrica, e viscosita’.Il SITRANS F C permette di effettuare misure su fluidi e gas in svariate applicazioni.

  • SITRANS F US e’ un flussimetro ad ultrasuoni utilizzato nei liquidi omogenei conduttivi e non conduttivi. Oltre a fornire misure sul volume del flusso da’ informazioni sulla temperatura media. Il metro di calibrazione e’ certificato dagli standard industriali.

Strumenti di misura dei livelli dei fluidi

Per la misura dei livelli dei fluidi Siemens ha realizzato il SITRANS LR che utilizza l’effetto radar.

Ovvero posso avere sotto controllo costantemente il livello di un fluido senza dover raggiungere il fondo con sonde. Il SITRANS LR e’ realizzato nelle seguenti versioni:

  • SITRANS LR 200 – 2 fili, pulsazione radar a 6 GHz, permette il monitoraggio continuo di liquidi, dando informazioni sulla temperatura e pressione fino a 20 metri (66 ft) di profondita’
  • SITRANS LR 250 – 2 fili, pulsazione radar a 25 GHz, permette il monitoraggio di liquidi fino a 20 metri (66 ft) di profondita’.
  • SITRANS LR 300 – 4 fili, pulsazione radar a 6 GHz, permette il monitoraggio di liquidi fino a 20 metri (66 ft) di profondita’.
  • SITRANS LR 400 – 4 fili, pulsazione radar FMCW a 24 GHz, permette il monitoraggio continuo del livello dei liquidi, dando informazioni sulla pressione e temperatura fino a 50 metri (164 ft) di profondita’
  • SITRANS LR 460 – 4 fili, pulsazione radar FMCW a 24 GHz, permette il monitoraggio continuo del livello dei liquidi, dando informazioni sulla pressione e temperatura fino a 100 metri (329 ft) di profondita’, ideale per applicazioni con temperature del liquido fino a 200 gradi C (329 gradi F).

Strumenti di misura di posizione

Quando viene richiesto il preciso controllo di posizione si ricorre ad opportuni strumenti di misura come il SIPART PS2 che e’ un posizionimetro elettropneumatico che offre significativi vantaggi rispetto ai dispositivi convenzionali.

  • Il SIPART PS2 viene controllato utilizzando il protocollo HART oppure il PROFIBUS PA , rendendolo molto flessibile ad ogni tipo di applicazione.
  • Puo’ essere utilizzato per attuazioni lineari e non-lineari.
  • Semplicita’ di operazione assicurato dalla presenza di pulsanti e display LCD.
  • Funzioni di diagnostica integrata sullo stato di valvole ed attuatori.
PARTNER ED ALLEANZE

L’esperienza nei sistemi di gestione della produzione evoluti ci ha portato ad approfondire le conoscenze sulle maggiori piattaforme software ed hardware presenti sul mercato.I software che costantemente utilizziamo sono il riferimento del mercato.

Sistemi Operativi:

  • Microsoft
  • Unix
  • Linux

PLC:

  • Siemens
  • Omron
  • Allen Bradley
  • GE Fanuc
  • Rockwell

Data Base:

  • Orcle
  • MS Sql Server
  • SyBase

Sistemi SCADA:

  • WinCC Siemens
  • Intouch Wonderware
  • Movicon Progea
  • iFIX GeFanuc

Sistemi MES: Siemens SIMATIC IT Sistemi Gestionali Manutenzione ed Energia: Inspiring

L’ARCHITETTURA DEI NOSTRI SISTEMI

Le nostre soluzioni si basano su una serie di prerequisiti

  • Modularita’ della soluzione, dando al cliente la possibilita’ di scegliere ed eventualmente ampliare i moduli di cui necessita’.
  • Scalabilita’ sia verso l’alto che verso il basso a costi sostenibili, garantendo quindi l’investimento iniziale.
  • Integrabilita’, possibilita’ di integrare la nostre soluzioni con altri sistemi utilizzando tecnologie standard (XML, DBMS,) anche in ambienti distribuiti.
  • Compatibilita’ con i principali sistemi operativi utilizzando tecnologie e strumenti standard.
  • Flessibilita’ nella configurazione e nella modellazione del processo aziendale.
  • Sicurezza dei dati garantendo la piena integrita’ delle informazioni anche in processi critici.
  • Standardizzazione delle soluzioni attraverso strumenti standard riconosciuti a livello internazionale.
  • Architettura aperta al fine di consentire ai nostri clienti di essere assolutamente indipendenti ed autonomi sulla piattaforma, non vincolando la soluzione al fornitore.

LA NOSTRA FILOSOFIA

La nostra filosofia e’-dare ai nostri clienti la piena padronanza del sistema che rilasciamo, garantendo quindi la continuita’ dell’investimento aziendale senza vincoli di legame. Il cliente e’ libero di acquisire all’interno della propria organizzazione sia gli strumenti di sviluppo che impieghiamo sia le conoscenze necessarie al loro utilizzo, in quanto i corsi di formazione ed aggiornamento sono liberamente accessibili presso di noi e presso i produttori (ad esempio SIEMENS ed Inspiring).-L’apertura e la standardizzazione dei sistemi e’ un aspetto essenziale: per rendere il cliente il piu’ possibile autonomo nel modellare e mantenere il proprio sistema informativo; per evitare che egli debba perdere tutti gli investimenti effettuati o ancora in caso di inadempienze del fornitore. Vogliamo che i nostri clienti/utilizzatori si fidino di noi per la professionalita’, l’efficienza, e la garanzia che offriamo. Non vogliamo assolutamente che i clienti/utilizzatori siano vincolati a noi dalle scelte tecnologiche che costituiscono la soluzione proposta. E’ per questo motivo che abbiamo deciso di adottare prodotti di mercato standard e aperti, cioe’ pienamente configurabili, modulari, scalabili e mantenibili. Il nostro vuole essere un rapporto di fiducia e stima reciproca con i nostri interlocutori. E’ altresi’ fondamentale la cura della formazione del cliente all’utilizzo del sistema e alla sua gestione, corroborata da dettagliata documentazione che lo rende autonomo nel tempo. E’ per noi fondamentale garantire al cliente/utilizzatore la

PIENA AUTONOMIA

Attraverso:

  • FORMAZIONE
  • AGGIORNAMENTI
  • CORSI
  • STRUMENTI DI SVILUPPO
  • MANUALISTICA
  • DOCUMENTAZIONE TECNICA
  • I NOSTRI SORGENTI

Soluzioni “Chiavi in mano”

In una fabbrica gestita in modo integrato, la realizzazione o il revamping di un sistema informativo, integrato con altri sistemi di livello superiore o inferiore, richiede una attenta gestione dei ruoli e delle responsabilita’ dei diversi fornitori.Si tratta di un problema, al giorno d’oggi, estremamente comune a molte aziende. Il lavoro viene affrontato nei suoi vari aspetti, da fornitori diversi, ognuno per conto proprio senza una standardizzazione e senza una vera comprensione del livello di rischio per il cliente comune.

In fase di definizione delle specifiche: occorre concordare e separare inequivocabilmente gli ambiti d’intervento dei diversi fornitori;

In fase di sviluppo o di integrazione: conciliare la disponibilita’ di tutti gli interessati. Spesso occorre coinvolgere contemporaneamente i diversi fornitori, con tutti i problemi logistici associati;

In caso di malfunzionamenti: nell’individuare le origini e le cause di mal funzionamenti e’ necessario arbitrare le diverse responsabilita’.-E’ necessario fare in modo che i diversi fornitori lavorino alla medesima causa, piuttosto che competere tra loro.

La nostra aspirazione e’ offrire ai nostri clienti soluzioni “Chiavi in mano”. Le competenze specifiche e trasversali delle diverse aziende del gruppo, arricchite dal supporto di fornitori come: SIEMENS, INSPIRING, OMRON, SICK ed altri, ci consentono di offrire una consulenza completa rispetto a tutte le problematiche che si prefigurano nel segmento di fabbrica che va dal campo fino al confine con i sistemi gestionali.

Tutte le nostre competenze sono al servizio del cliente, anche in presenza di piu’ fornitori.

In questo contesto, ci proponiamo con il ruolo di Capo Commessa, oltre che come fornitori di uno specifico servizio: in accordo con le politiche aziendali e sotto la supervisione della direzione tecnica del cliente.

Sara’ nostra cura:

  • La gestione tecnica ed economica delle commessa;
  • La gestione dei rapporti con i Fornitori, la Direzione Lavori, Committenti e il Management;
  • Il monitoraggio e il rispetto delle tempistiche relative alla commessa;
  • La gestione degli aspetti legati alla sicurezza dei cantieri e delle procedure relative al sistema qualita’.
ASSISTENZA TECNICA

Programma di Telecontrollo”OCCHIO REMOTO”

Per garantire assistenza rapida ai nostri clienti, offriamo una servizio che consente la manutenzione preventiva e la risoluzione, a distanza, delle problematiche informatiche e impiantistiche: attraverso la teleassistenza e il telecontrollo.

Il servizio consente interventi sui sistemi (PLC, PC) e sugli impianti dell’utentd’intervento ed i costi di assistenza. Si puo’ adottare qualsiasi mezzo di trasmissione a disposizione, quali linea telefonica analogica o digitale, GSM, GPRS, UMTS o VPN.

La sicurezza e’ garantita rispettando le politiche di sicurezza per gli accessi adottata dal cliente.Inoltre realizziamo sistemi di trasmissione immagini video a distanza, per poter controllare tramite PC l’andamento produttivo delle vostre macchine e/o dei vostri impianti.

Se siete interessati saremo lieti di studiare insieme a Voi la soluzione piu’ appropriata alle Vs. esigenze.

Pacchetto Reperibilita’ “PORTE APERTE”

La societa’-Synergie s.r.l., e piu’ in generale il Gruppo Esea, puo’ offrirvi e garantirvi un programma di assistenza denominato “Porte Aperte”. Tale programma prevede la copertura e la reperibilita’ di tutti i vostri turni lavorativi, feriali e festivi, con nostro personale tecnico specializzato nel settore elettrico, meccanico e informatico.

Il programma puo’ prevedere un diritto di chiamata fisso, oppure un indennizzo della reperibilita’, e offre a tariffe prestabilite e concordate il pronto intervento, 24 ore su 24, del nostro personale.

Con questo servizio potrete evitare che un banale guasto avvenuto dopo le 18:00 vi blocchi un intero ciclo produttivo per piu’ di 12 ore.

Questo programma e’ stato concordato e sottoscritto con diverse aziende, con ottimi risultati e piena soddisfazione dei nostri clienti.

ALCUNI NOSTRI PROGETTI
Supervisione Cementifici Gestione della produzione per Mangimifici – Pastifici
Gestione della produzione aziende metalmeccaniche Avanzamento controllo dati produttivi nel settore metalmeccanico
Controllo magazzino azienda manifatturiera Sviluppo e interfacciamento a PLC

-

Impianti di raffinazione Impianti petroliferi
Tracciabilita’ industrie alimentari Impianti elettrici industriali, quadri di comando
Progettazione, implementazione macchine e linee per l’industria Smaltimento e spostamento linee di produzione
-
LA NOSTRA SEDE

La nostra sede e’ situata in Via Marino Carbone 15, Chieti Scalo 66100 (CH).

© 2016 Suffusion theme by Sayontan Sinha