Corso F1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso F1

La visione artificiale

Obiettivi del corso:

Fornire ai partecipanti le conoscenze di base necessarie per poter creare un’applicazione di visione artificiale.

Destinatari:

Personale tecnico orientato alla programmazione di automatismi

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Hardware e connessione
  • Acquisizione di immagini e strumenti di individuazione
  • Strumenti di ispezione
  • Strumenti di identificazione e filtri immagine
  • Strumenti a colori
  • Strumenti matematici, di raggruppamento e segmentazione
  • Ingressi e uscite digitali
  • Comunicazione
  • Implementazione
  • Illuminazione
  • Risoluzione problemi

Durata: 40 ore personalizzabili (20 ore parte teorica + 20 ore parte pratica)

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso A1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso A1

Manutenzione elettrica

Obiettivi del corso:

Definire i criteri fondamentali per la verifica, la regolazione e l’installazione degli apparecchi elettrici in bassa tensione e dei loro componenti ed accessori.

Destinatari:

Tecnici addetti alla manutenzione dell’impianto elettrico.

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Definizione dei parametri di comando e protezione
    • Approccio alle curve dei dispositivi di protezione;
    • Definizione di corto circuito e del potere di interruzione;
    • Definizione di selettivita’.
  • Compiti degli apparecchi elettrici BT
    • Studio del comportamento dei dispositivi di protezione nelle varie modalita’ di funzionamento (guasto, avviamento, normale).
  • Esempi di regolazione degli apparecchi elettrici BT
    • Esempi pratici di taratura protezioni;
    • Selettivita’ amperometrica;
    • Selettivita’ cronometrica.
  • Ispezione degli apparecchi elettrici BT
    • Studio costruttivo dei principali componenti;
    • Prove pratiche di smontaggio e sostituzione componenti.
  • Gli impianti di terra
    • Verifica visiva degli impianti di terra;
    • Operazioni di manutenzione sugli impianti di terra;
    • Principi di misura e continuita’ equipotenziale.
  • Definizione di grado di protezione e ambienti di installazione
    • Interpretazione della tabella del grado di protezione ed esempi di installazione;
    • L’importanza del grado di protezione IP2X.
  • Introduzione agli impianti elettrici nei luoghi MARCI (Maggior rischio in caso d’incendio)
    • Le prescrizioni normative.
  • Introduzione agli impianti elettrici nei luoghi a maggior rischio in caso di esplosione (Direttiva Atex)
    • Interpretazione delle zone di pericolosita’;
    • Interpretazione delle sigle Atex.
  • La manutenzione dei quadri elettrici
    • Lavori elettrici sotto tensione;
    • Dispositivi di protezione individuale;
    • L’arco elettrico;
    • I punti caldi.
  • La manutenzione delle cabine MT/BT
    • La norma CEI 0-15 e le sue prescrizioni.
  • La manutenzione predittiva
    • L’importanza della termografia ed esempi applicativi.
  • La documentazione: documentazione di impianto e documentazione specifica per la manutenzione
  • Lavori sugli impianti elettrici:
    • effetti dell’elettricita’ sul corpo umano e nozioni di primo soccorso ai folgorati
    • lavoro elettrico e rischio elettrico
    • tipi di lavoro elettrico
    • misure di sicurezza
    • parti attive pericolose e non pericolose
    • qualifica delle persone che possono eseguire i lavori elettrici
    • ruoli delle persone coinvolte in un lavoro elettrico
    • attrezzi e DPI per l avori elettrici
    • lavoro fuori tensione, lavoro in prossimita’, lavoro sotto tensione sui sistemi di categoria 0 e I

Durata: 40 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.


Per scaricare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso A2

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso A2

Progettazione elettrica

Obiettivi del corso:

Definire i parametri di progetto di un impianto elettrico in conformita’ alla norma CEI 64-8.

Destinatari:

Responsabili tecnici di industria..

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Introduzione alle Direttive Comunitarie, Leggi e Norme.
  • Criteri generali di impiantistica.
  • Rete di distribuzione: criteri generali di impostazione.
  • Sistemi di neutro.
  • Cabine di trasformazione MT/BT.
  • Trasformatori di distribuzione: caratteristiche e protezioni.
  • Cavi: caratteristiche, criteri generali di scelta e di protezione.
  • Calcolo della corrente di cortocircuito.
  • Studio, esecuzione e verifica degli impianti di terra.
  • Definizione di grado di protezione e ambienti di installazione.
  • Introduzione agli impianti elettrici nei luoghi MARCI (Maggio rischio in caso d’incendio)
  • Introduzione agli impianti elettrici nei luoghi a maggior rischio in caso di esplosione (Direttiva Atex)
  • Le prove elettrostrumentali sugli impianti e sui quadri elettrici.
  • Dimensionamento impianto elettrico con software di progettazione.

 

Durata: 40 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per scaricare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso A3

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso A3

Qualita’ della rete

Obiettivi del corso:

Definire i principali elementi inquinanti della rete elettrica e loro eliminazione.

Destinatari:

Responsabili tecnici di industria, Addetti alla manutenzione elettrica.

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Tipi di disturbi elettromagnetici
    • Definizione di un disturbo elettromagnetico
    • Origine delle emissioni elettromagnetiche
    • Disturbi in frequenza
    • Le armoniche
    • I transitori
    • Le scariche elettrostatiche
    • I disturbi della rete BT
  • Fonti dei disturbi elettromagnetici
  • Modi di trasmissione dei disturbi elettromagnetici
  • Terra e compatibilita’ elettromagnetica
  • I filtri
    • Funzione di un filtro
    • I diversi filtri

 

Durata: 16 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso A4

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso A4

Energy Saving

Obiettivi del corso:

Definire le tecniche di risparmio energetico nell’industria.

Destinatari:

Energy Manager, Responsabili di produzione e Tecnici di industria, Addetti alla manutenzione.

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Perche’ risparmiare energia
  • Rifasamento elettrico
  • Illuminazione a led
  • La produzione di aria compressa
  • Le perdite di aria in rete
  • Motori elettrici ad alta efficienza
  • L’utilizzo di inverter
  • L’utilizzo del vapore
  • Cenni di termografia

Durata: 40 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso B1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso B1

Elettronica e strumentazione di campo

Obiettivi del corso:

Fornire una idonea formazione tecnica sulla strumentazione di misura e controllo nelle applicazioni industriali.

Destinatari:

Tecnici, manutentori, impiantisti industriali, gestori di impianti di strumentazione industriale.

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Simbologia della strumentazione
  • Sensori e trasduttori
  • Sistema internazionale di unita’ di misura
  • Misure di pressione
  • Misure di livello
  • Misure di portata
  • Misure di densita’
  • Misure di massa
  • Misure di temperatura
  • Dispositivi finali di regolazione
  • Sistemi di controllo

Durata: 16 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso C1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso C1

Progettazione meccanica

Obiettivi del corso:

Definire i parametri di progetto meccanici

Destinatari:

Disegnatori e progettisti meccanici

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Il disegno meccanico;
  • Unita’ di misura del Sistema Internazionale;
  • Metrologia e strumenti di misura;
  • Concetti di base di cinematica (spazio, velocita’, accelerazione);
  • Concetti di base di dinamica (forza, momento, potenza);
  • Concetti di base di resistenza dei materiali;
  • Dimensionamento / verifica a resistenza di alberi, flessione massima;
  • Dimensionamento / verifica a resistenza di elementi prismatici, flessione massima;
  • Dimensionamento di elementi di trasmissione, ruote dentate, cinghie,giunti;
  • Dimensionamento di cuscinetti radenti e volventi;
  • Dimensionamento di organi di collegamento, viti, linguette, caletta tori;
  • Cenni di calcolo a resistenza tramite elementi finiti;
  • Definire gli organi o elementi commerciali o unificati;
  • Definire il disegno meccanico dei particolari da costruire per estrazione dallo studio;
  • Definire il complessivo;
  • Progettazione in sicurezza delle macchine;
  • La strategia dell’Unione Europea,
  • I principi del “Nuovo Approccio”;
  • La nuova Direttiva Macchine 2006/42/CE;
  • Le altre Direttive applicabili alle macchine;
  • Le nome tecniche CEN di tipo A (generali);
  • Le norme tecniche CEN di tipo B (relative ad aspetti particolari e dispositivi);
  • Le norme tecniche CEN di tipo C (relative a macchine specifiche);
  • L’analisi del rischio e le soluzioni di sicurezza.

Durata: 40 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso C2

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso C2

Manutenzione meccanica

Obiettivi del corso:

Diagnosticare guasti ai componenti, eseguire interventi di regolazione e di sostituzione.

Destinatari:

Tecnici addetti alla manutenzione.

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • L’interpretazione dei disegni e metrologia;
  • Introduzione agli organi meccanici di collegamento e supporto (filettature, linguette, spine, caletta tori, giunti, snodi, guarnizioni, anelli compensatori, anelli elastici, cuscinetti, ecc.);
  • Manutenzione delle trasmissioni (cinghie, catene, freni e frizioni, nastri trasportatori, ingranaggi, motoriduttori, viti, ecc.);
  • Riparare o sostituire, analizzare i tipi di guasto e le metodologie delle tecniche di ricerca;
  • La manutenzione predittiva – L’importanza della termografia;
  • Sistemi di conversione del moto, fasatura e funzionamento dei sistemi a camme;
  • Perche’ usare i grassi e quando usare gli oli;
  • I piani di manutenzione ordinaria;
  • Simbologia e lettura schemi di impianti pneumatici;
  • Interventi manutentivi da eseguire per garantire funzionalita’ ed efficienza dei componenti pneumatici;
  • Interventi di manutenzione per garantire la permanenza nel tempo dei requisiti di sicurezza dei componenti pneumatici;
  • Conoscere la struttura generale del gruppo oleodinamico;
  • Come diagnosticare un guasto nell’impianto oleodinamico;
  • Manutenzione oleodinamica.

Durata: 40 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso D1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso D1

PLC Siemens base

Obiettivi del corso:

Fornire una formazione di base sull’utilizzo del plc e di prima conoscenza del linguaggio di programmazione STEP7

Destinatari:

Personale tecnico orientato alla programmazione di automatismi

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

Parte teorica (20 ore)

  • Fondamenti del PLC
    • Cos’e’ un PLC
    • La logica cablata
    • La logica con PLC (programmata)
  • Applicazione del PLC
    • Dove e quando usare un PLC
    • Esempi di applicazione
  • Sensori ed attuatori
    • Cosa sono i sensori e che tipo di informazioni forniscono
    • Cosa sono gli attuatori e come vengono comandati
  • Struttura del PLC
    • Panoramica sulla famiglia Simatic S7
    • Alimentatore
    • Unita’ centrale
    • Memorie
    • Moduli di ampliamento
    • Ingressi/uscite digitali
    • Ingressi/uscite analogiche
    • Ciclo di scansione del PLC
    • Introduzione alla Programmazione
    • Installazione e cablaggio di un sistema Simatic S7
    • Dispositivi di programmazione
    • Utilizzo del Simatic Manager
    • Linguaggi di programmazione AWL – KOP
    • Tipi di dati ed Indirizzamento
    • Programmazione simbolica
  • Programmazione del PLC
    • Configurazione hardware di un sistema Simatic S7
    • Blocchi organizzativi e funzioni FC
    • Tabelle delle variabili VAT
    • Operazioni logiche booleane
    • Gestione pulsanti, interruttori, lampade, valvole, motori
    • Operazioni di temporizzazione
    • Operazioni di conteggio
    • Operazioni matematiche
    • Operazioni di confronto
    • Operazioni di spostamento
    • Gestione I/O analogici
  • Parte pratica (20 ore)
  • Configurazione PLC
    • Collegamento del dispositivo di programmazione (Personal computer) al PLC
    • Configurazione hardware del PLC con il Simatic Manager
  • Programmazione PLC
    • Creazione di nuovi progetti con Simatic Manager
    • Realizzazione e verifica di programmi con utilizzo di operazioni binarie, temporizzatori, contatori, operazioni matematiche e di confronto

Durata: 40 ore personalizzabili (20 ore parte teorica + 20 ore parte pratica)

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso D2

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso D2

PLC Siemens avanzato

Obiettivi del corso:

Fornire una formazione adeguata per intervenire sui plc e di una avanzata conoscenza del linguaggio di programmazione STEP7

Destinatari:

Personale tecnico orientato alla programmazione di automatismi

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

Parte teorica (20 ore)

  • Programmazione avanzata del PLC
    • Blocchi dati
    • Blocchi funzione FB
    • DB di istanza
    • Contatori veloci
    • Architettura di un programma complesso
    • Gestione comandi manuali e di riposizionamento
    • Cicli automatici
    • Gestione allarmi
  • Inverter
    • Caratteristiche degli inverter
    • Impostazioni dei parametri
    • Interfacciamento al PLC
    • Controllo di velocita’
    • Controllo di posizione
    • Applicazioni di esempio
  • Reti di campo
    • Generalita’ e caratteristiche di una rete
    • Configurazione di una rete Profibus/Ethernet
    • Gestione dati ed indirizzamento
    • Esempi applicativi
  • Pannello operatore
    • Generalita’ e caratteristiche
    • Gestione della grafica
    • Interfacciamento al PLC
    • Impostazioni parametri e ricette
    • Gestione degli allarmi
  • Supervisione
    • Generalita’ e caratteristiche
    • Realizzazione di sinottici
    • Interfacciamento al PLC ed indirizzamento delle variabili
    • Animazioni grafiche
    • Comando e monitoraggio del processo
  • Parte pratica (20 ore)
  • Programmazione PLC
    • Creazione di programmi complessi per la gestione di un’intera macchina
    • Diagnostica, ricerca guasti ed errori di programmazione
  • Inverter
    • Realizzazione di routines di controllo motori in velocita’ e posizione
  • Reti di campo
    • Configurazione di una rete
    • Scambio dati tra due unita’ in rete
  • Pannelli Operatore e Supervisione
    • Realizzazione di piccole applicazioni di comando e monitoraggio su pannello operatore con il pacchetto WinCC flexible
    • Realizzazione di piccole applicazioni SCADA su PC con il pacchetto WinCC

Durata: 40 ore personalizzabili (20 ore parte teorica + 20 ore parte pratica)

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso D3

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso D3

PLC Rockwell, Omron e altri base

Obiettivi del corso:

Fornire una formazione di base sull’utilizzo del plc e di prima conoscenza del linguaggio di programmazione di uno dei plc a scelta.

Destinatari:

Personale tecnico orientato alla programmazione di automatismi

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

Parte teorica (20 ore)

  • Fondamenti del PLC
    • Cos’e’ un PLC
    • La logica cablata
    • La logica con PLC (programmata)
  • Applicazione del PLC
    • Dove e quando usare un PLC
    • Esempi di applicazione
  • Sensori ed attuatori
    • Cosa sono i sensori e che tipo di informazioni forniscono
    • Cosa sono gli attuatori e come vengono comandati
  • Struttura del PLC
    • Panoramica sulla famiglia Simatic S7
    • Alimentatore
    • Unita’ centrale
    • Memorie
    • Moduli di ampliamento
    • Ingressi/uscite digitali
    • Ingressi/uscite analogiche
    • Ciclo di scansione del PLC
    • Introduzione alla Programmazione
    • Installazione e cablaggio di un sistema Simatic S7
    • Dispositivi di programmazione
    • Utilizzo del Simatic Manager
    • Linguaggi di programmazione AWL – KOP
    • Tipi di dati ed Indirizzamento
    • Programmazione simbolica
  • Programmazione del PLC
    • Configurazione hardware di un sistema Simatic S7
    • Blocchi organizzativi e funzioni FC
    • Tabelle delle variabili VAT
    • Operazioni logiche booleane
    • Gestione pulsanti, interruttori, lampade, valvole, motori
    • Operazioni di temporizzazione
    • Operazioni di conteggio
    • Operazioni matematiche
    • Operazioni di confronto
    • Operazioni di spostamento
    • Gestione I/O analogici
  • Parte pratica (20 ore)
  • Configurazione PLC
    • Collegamento del dispositivo di programmazione (Personal computer) al PLC
    • Configurazione hardware del PLC con il Simatic Manager
  • Programmazione PLC
    • Creazione di nuovi progetti con Simatic Manager
    • Realizzazione e verifica di programmi con utilizzo di operazioni binarie, temporizzatori, contatori, operazioni matematiche e di confronto

Durata: 40 ore personalizzabili (20 ore parte teorica + 20 ore parte pratica)

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso D4

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso D4

PLC Rockwell, Omron e altri avanzato

Obiettivi del corso:

Fornire una formazione adeguata per intervenire sui plc e di una avanzata conoscenza del linguaggio di programmazione di uno dei plc a scelta.

Destinatari:

Personale tecnico orientato alla programmazione di automatismi

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

Parte teorica (20 ore)

  • Programmazione avanzata del PLC
    • Blocchi dati
    • Blocchi funzione FB
    • DB di istanza
    • Contatori veloci
    • Architettura di un programma complesso
    • Gestione comandi manuali e di riposizionamento
    • Cicli automatici
    • Gestione allarmi
  • Inverter
    • Caratteristiche degli inverter
    • Impostazioni dei parametri
    • Interfacciamento al PLC
    • Controllo di velocita’
    • Controllo di posizione
    • Applicazioni di esempio
  • Reti di campo
    • Generalita’ e caratteristiche di una rete
    • Configurazione di una rete Profibus/Ethernet
    • Gestione dati ed indirizzamento
    • Esempi applicativi
  • Pannello operatore
    • Generalita’ e caratteristiche
    • Gestione della grafica
    • Interfacciamento al PLC
    • Impostazioni parametri e ricette
    • Gestione degli allarmi
  • Supervisione
    • Generalita’ e caratteristiche
    • Realizzazione di sinottici
    • Interfacciamento al PLC ed indirizzamento delle variabili
    • Animazioni grafiche
    • Comando e monitoraggio del processo
  • Parte pratica (20 ore)
  • Programmazione PLC
    • Creazione di programmi complessi per la gestione di un’intera macchina
    • Diagnostica, ricerca guasti ed errori di programmazione
  • Inverter
    • Realizzazione di routines di controllo motori in velocita’ e posizione
  • Reti di campo
    • Configurazione di una rete
    • Scambio dati tra due unita’ in rete
  • Pannelli Operatore e Supervisione
    • Realizzazione di piccole applicazioni di comando e monitoraggio su pannello operatore con il pacchetto WinCC flexible
    • Relaizzazione di piccole applicazioni SCADA su PC con il pacchetto WinCC

Durata: 40 ore personalizzabili (20 ore parte teorica + 20 ore parte pratica)

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso E1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso E1

Sistemi scada per la supervisione

Obiettivi del corso:

Fornire ai partecipanti le conoscenze di base necessarie per poter creare un’applicazione con il sistema di supervisione Movicon

Destinatari:

Personale tecnico orientato alla programmazione di automatismi

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Struttura e installazione del software.
  • Configurazione dell’ambiente Movicon.
  • La gestione dei progetti
  • Configurazione della comunicazione
  • L’editor grafico: creazione della pagina grafica, assegnazione delle variabili, posizionamento e animazione degli oggetti.
  • Comandi e controlli.
  • Gli eventi, definire e attivare eventi.
  • Gli allarmi, configurazione, categorie, gruppi

Durata: 40 ore personalizzabili (20 ore parte teorica + 20 ore parte pratica)

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso G1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso G1

Robotica

Obiettivi del corso:

Analizzare il quadro legislativo di riferimento, fornire le linee-guida generali per effettuare correttamente la valutazione del rischio secondo la vigente normativa legislativa e tecnica, analizzare gli aspetti normativi e progettuali della sicurezza delle macchine, fornire le linee-guida generali per la definizione dei dispositivi e dei sistemi di sicurezza delle macchine, analizzare la delicata problematica della progettazione elettrica a bordo macchina con particolare riferimento all’analisi dei rischi e all’ampia normativa tecnica nazionale e europea di riferimento.

Destinatari:

Personale tecnico orientato alla programmazione di automatismi

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Introduzione alla Robotica e Automazione
    • Robotica industriale e di servizio: storia, stato dell’arte, differenze e similitudini dei robot industriali
    • Robot industriali;
    • il robot e l’isola di lavoro: terminologia e caratteristiche;
    • struttura dei manipolatori (seriali e paralleli);
    • principali componenti (motori, trasmissioni, trasduttori);
    • le prestazioni: come si indicano e si misurano.
  • Sensori e attuatori
    • Attuatori e azionamenti a fluido;
    • Attuatori e azionamenti elettrici;
    • Sensori per la misura di movimento;
    • PLC e Bus di Campo
  • Sicurezza nelle macchine e nelle isole robotizzate
    • Normativa e antiinfortunisticaLa gestione dei progetti
  • Robotica industriale avanzata
    • Design For Assembly
    • I manipolatori con struttura cinematica parallela
  • Robotica industriale avanzata
    • Calibrazione dei Manipolatori
    • Micromanipolatori
    • Polsi e organi di presa
  • Sistemi di Visione
    • Dalla visione delle macchine alla visione dei robot
    • Struttura e componenti di un sistema di visione per robotica e automazione
  • Giornata Industriale
    • Robotica per saldatura ad arco
    • Applicazioni di Fonderia e di verniciatura
    • Applicazione dei robot nella logistica
    • Robot e Flessibilita’ negli impianti robotizzati
    • La programmazione off-line per le PMI
    • Applicazioni di robotica laser

 

Durata: 40 ore personalizzabili (20 ore parte teorica + 20 ore parte pratica)

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso H1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso H1

Sicurezza macchine

Obiettivi del corso:

Analizzare il quadro legislativo di riferimento, fornire le linee-guida generali per effettuare correttamente la valutazione del rischio secondo la vigente normativa legislativa e tecnica, analizzare gli aspetti normativi e progettuali della sicurezza delle macchine, fornire le linee-guida generali per la definizione dei dispositivi e dei sistemi di sicurezza delle macchine, analizzare la delicata problematica della progettazione elettrica a bordo macchina con particolare riferimento all’analisi dei rischi e all’ampia normativa tecnica nazionale e europea di riferimento.

Destinatari:

Il Corso e’ rivolto ai Datori di lavoro, ai Progettisti, ai Responsabili e agli Addetti alla produzione, ai Responsabili e agli Addetti alla manutenzione, ai Responsabili e agli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione, ai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza.

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Alcuni concetti di sicurezza.
  • La legislazione italiana per la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori.
  • La direttiva macchine 2006/42/CE.
  • La documentazione: Fascicolo Tecnico della Costruzione, Manuale di istruzioni per l’uso e Dichiarazione di conformita’ CE.
  • La marcatura CE.
  • Le macchine usate.
  • Approccio metodologico alla valutazione dei rischi: individuazione delle fonti di pericolo e valutazione dei rischi.
  • Concetti di carattere generale: rischio meccanico, elettrico e di natura ambientale verso i luoghi di lavoro.
  • Rischio residuo: significato, gestione di quanto segnalato dai costruttori di macchine, uso dei DPI.
  • Valutazione dei rischi secondo le Norme UNI EN 1050 e UNI EN ISO 12100-1.
  • Il rispetto dei requisiti essenziali di sicurezza e salute (Allegato I della Direttiva 2006/42/CE e il D.P.R. n. 459/96 di recepimento delle direttive CE).
  • Protezioni (misure protettive di salvaguardia e complementari).
  • Ripari.
  • Dispositivi di interblocco.
  • Protezioni contro la penetrazione degli arti.
  • Dispositivi sensibili alla pressione.
  • Comandi a due mani.
  • Protezione da superfici calde.
  • Cenni sui sistemi di sicurezza nella logica di controllo.
  • La Norma CEI EN 60204-1 (CEI 44-5)Sicurezza del macchinario – Equipaggiamento elettrico delle macchine.
  • La Norma CEI EN 62061 (CEI 44-16)Sicurezza del macchinario – Sicurezza funzionale dei sistemi di comando e controllo elettrici, elettronici ed elettronici programmabili correlati alla sicurezza.

Durata: 40 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso L1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso L1

Principi ed applicazioni di oleidraulica: composizione di un sistema oleidraulico

Obiettivi del corso:

  • Conoscere i principi fondamentali che stanno alla base delle operazioni di tutti i sistemi oleoidraulici e di come essi influiscano sulle prestazioni;
  • Formulare ed utilizzare la relazione tra pressione, portata, rendimento, etc;
  • Conoscere le unita’ di misura e le terminologie relative;
  • Riconoscere i componenti utilizzati per costruire un sistema oleoidraulico e la sua configurazione di base (blocchi di costruzione di base);.
  • Delineare la funzione dei componenti utilizzati per costruire un sistema oleoidraulico;
  • Riconoscere e utilizzare la simbologia oleoidraulica corrente per rappresentare i componenti di un sistema oleoidraulico (ISO 1219-1);
  • Descrivere i principi operativi dei componenti.

Destinatari:

Operatori (tecnici, manutentori,personale di produzione, etc)

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Principi fondamentali dell’oleodinamica

 

  • Il flusso lo fa funzionare
  • La pressione fornisce la forza di spinta
  • L’olio all’interno di un sistema prende sempre la via della resistenza minore
  • La pressione e’ una misura della resistenza al flusso
  • Perche’ l’olio scorra in un qualsiasi sistema, ci deve essere una differenza di pressione
  • Piu’ cade la pressione, maggiore e’ il potenziale della portata
  • Quando un fluido scorre da un livello alto di pressione a un livello di pressione piu’ basso e non si
  • svolge nessun lavoro, viene generato del calore
  • Pressione, area e la forza trasmessa da un cilindro
  • Portata, dimensioni del cilindro e velocita’ del cilindro
  • Pressione, cilindrata e coppia del motore oleoidraulico
  • Portata, cilindrata e velocita’ del motore
  • Cilindrata della pompa, velocita’ dell’albero e portata
  • Portata della pompa, pressione operante e potenza idraulica
  • Rendimento volumetrico, rendimento meccanico e rendimento globale di pompe e motori
  • Diametri dei tubi, portata, viscosita’ del fluido e perdite di pressione
  • Unita’ di misura e terminologia

 

  • Le unita’ di misura e la terminologia relative a Portata
  • Le unita’ di misura e la terminologia relative a Pressione
  • Le unita’ di misura e la terminologia relative a Temperatura
  • Le unita’ di misura e la terminologia relative a Potenza
  • Le unita’ di misura e la terminologia relative a Coppia
  • Le unita’ di misura e la terminologia relative a Dimensioni di motore e pompa
  • La costruzione di un sistema oleoidraulico e sua rappresentazione simbolica

La funzione dei componenti utilizzati per costruire un sistema oleoidraulico:

  • giunti e lanterne
  • pompe
  • serbatoio
  • filtri
  • tubi – rigidi e flessibili
  • valvole limitatrici
  • valvole di riduzione della pressione
  • valvole di controllo della direzione
  • valvole di controllo della portata
  • motori oleoidraulici
  • cilindri oleoidraulici
  • manometri
  • misuratore di portata
  • valvole di controllo – in linea e pilotate
  • accumulatori
  • Funzionamento dei principali componenti utilizzati per costruire un sistema oleoidraulico

Principi operativi dei seguenti componenti:

  • pompa a ingranaggi (esterni)
  • pompa a palette (tipo a cartuccia)
  • pompa a pistoni assiali a cilindrata fissa e variabile
  • valvola limitatrice (diretta e pilotata)
  • valvola di riduzione della pressione
  • valvole di controllo di direzione (a leva e a solenoide)
  • valvola di ritegno pilotata
  • valvola a farfalla (con e senza valvola di controllo del flusso libero)
  • valvola di controllo della portata a compensazione di pressione
  • filtro con by-pass e indicatore del differenziale
  • motore oleoidraulico (a pistoni e orbitale)
  • cilindri (tipi a tirante e a corpo filettato)
  • ammortizzamento dei cilindri
  • accumulatore e blocco di sicurezza

Durata: 16 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso L2

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso L2

La gestione del sistema oleidraulico in prima linea

Obiettivi

  • Conoscere il significato dei seguenti termini:viscosita’, gradi di viscosita’ ISO, indice di viscosita’;
  • Conoscere la funzione del fluido oleoidraulico:trasmissione di potenza, lubrificazione, raffreddamento, trasporto degli agenti contaminanti al filtro piu’ vicino;
  • Delineare gli effetti della temperatura di un sistema su: viscosita’ dell’olio e rendimento del sistema;
  • Conoscere i fattori che influiscono sulla vita del fluido oleoidraulico e i loro effetti sul rendimento del sistema:contaminazione, calore, umidita’;
  • Conoscere l’origine della contaminazione e i modi in cui essa penetra nel sistema;
  • Delineare le procedure da seguire per ridurre l’immissione della contaminazione;
  • Conoscere gli effetti degli agenti contaminanti sulla durata e sul rendimento dei componenti;
  • Conoscere le posizioni dei filtri all’interno di un sistema;
  • Delineare il rendimento di un filtro, inclusi il by-pass e l’indicatore;
  • Conoscere l’importanza di un’analisi regolare della contaminazione dei fluidi regolare e della corretta interpretazione dei risultati;
  • Conoscere i punti di ispezione e le osservazioni da fare riguardo all’unita’ di potenza e motore primo.

 

Destinatari

Operatori (tecnici, manutentori,personale di produzione, etc)

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti

FLUIDI OLEOIDRAULICI E LORO CARATTERISTICHE

Il significato dei seguenti termini:

  • viscosita’
  • gradi di viscosita’ ISO
  • indice di viscosita’

La funzione del fluido oleoidraulico:

  • trasmissione di potenza
  • lubrificazione
  • raffreddamento
  • trasporto degli agenti contaminanti al filtro piu’ vicino

Gli effetti della temperatura di un sistema su:

  • viscosita’ dell’olio e rendimento del sistema

I fattori che influiscono sulla vita del fluido oleoidraulico e i loro effetti sul rendimento del sistema:

  • contaminazione
  • calore
  • umidita’

CONTROLLO DELLA CONTAMINAZIONE

  • l’origine della contaminazione e i modi in cui essa penetra nel sistema
  • le procedure da seguire per ridurre l’immissione della contaminazione
  • gli effetti degli agenti contaminanti sulla durata e sul rendimento dei componenti
  • le posizioni dei filtri all’interno di un sistema
  • il rendimento di un filtro, inclusi il by-pass e l’indicatore
  • l’importanza di un’analisi regolare della contaminazione dei fluidi regolare e della corretta interpretazione dei risultati

LA GESTIONE IN PRIMA LINEA DI SISTEMI OLEOIDRAULICI

Unita’ di potenza e motore primo:

  • Stop – Avvio – Isolamento
  • Pulizia esterna generale
  • Posizione e sicurezza di ogni riparo
  • Rilevanza di qualsiasi osservazione – valutazione del rischio
  • Livello del rumore e temperatura generale
  • Livello e colore dell’olio idraulico da controllare a vista dal vetro
  • Attacchi dei manicotti d’aspirazione e condizioni dei tubi
  • Letture dei manometri
  • Segni di perdite di liquido
  • Sicurezza dei raccordi – tubazioni e tubi flessibili
  • Indicatori di intasamento dei filtri
  • Punti di accesso al serbatoio, disposizioni di sigillatura e indicatori di livello
  • Ispezione dell’accumulatore e dei blocchi di sicurezza ad esso associati (controlli da effettuare in situazione di pre-carico)
  • Struttura generale della centrale oleoidraulica

Il sistema oleoidraulico:

  • operazione dei servizi (feedback dall’operatore)
  • registrazione del rabbocco a vista di una perdita (cilindri, motori, tubi flessibili, sottobasi e blocchi valvola)
  • letture di pressione in linea con la specifica operante
  • rumore e vibrazione
  • filtro del sistema e indicatori di intasamento
  • LE PROCEDURE DI MANTENIMENTO

I requisiti per un programma di mantenimento pro-attivo con riferimento al controllo della sicurezza e delle prestazioni e in relazione a:

  • test di rendimento della pompa (QP)
  • letture periodiche della pressione in diverse condizioni di utilizzo
  • prelevamento di campioni di olio con frequenza regolare al fine di valutarne il livello di contaminazione
  • prelevamento di campioni di olio con frequenza regolare al fine di determinare l’aspettativa di durata dell’olio stesso
  • controllo delle varie temperature del sistema
  • controllo del rendimento di lavoro (operazioni basate sulla durata)

Redarre efficacemente una relazione scritta che tratti di:

  • non conformita’
  • risultati riscontrati
  • azioni intraprese
  • richiesta di un’ulteriore verifica

Modalita’ didattiche

  • Lezioni teoriche e discussione guidata
  • Dimostrazioni pratiche
  • Analisi di casi aziendali

Durata: 16 Ore personalizzabili

Data: da definire

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso L3

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso L3.

Principi di oleidraulica: attuatori e sistemi circuitali

Obiettivi

 

  • Formulare e utilizzare i principi fondamentali che stanno alla base delle operazioni di tutti i sistemi

oleoidraulici e conoscere il modo in cui essi influiscano sulle prestazioni;

  • Descrivere la funzione e il modo di operare delle valvole di controllo e saper riconoscere i loro

simboli grafici nei circuiti associati;

  • Descrivere la funzione e il modo di operare delle pompe oleoidrauliche e dei sistemi di controllo

elencati, in aggiunta alle procedure di messa a punto prescritte;

  • Interpretare i sistemi circuitali elencati, inclusi i simboli e i circuiti elettrici di base.

Destinatari

 

Operatori (tecnici, manutentori,personale di produzione, etc)

 

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

 

Contenuti

 

PRINCIPI FONDAMENTALI

  • Legge di Pascal (pressione dinamica e statica).
  • Cause ed effetti di: generazione di pressione, perdite di carico, generazione di calore, Trafilamenti di fluido, cavitazione, aerazione, rumore e vibrazione.

La relazione tra:

 

- pressione, area, e la forza trasmessa da un cilindro

- portata, dimensioni del cilindro e velocita’ del cilindro

- pressione, cilindrata e coppia del motore oleoidraulico

- portata, cilindrata e velocita’ del motore

- cilindrata della pompa, velocita’ dell’albero e portata

- portata della pompa, pressione di esercizio e potenza oleoidraulica

- rendimento volumetrico, rendimento meccanico e rendimento globale di pompe e motori

- diametri dei tubi, portata, viscosita’ del fluido e perdite di carico

COMPONENTI DEL SISTEMA OLEOIDRAULICO

Controllo della portata:

  • valvole di controllo della portata (strozzatori fissi e variabili)
  • valvole di controllo della portata compensate in pressione e temperatura
  • divisori di flusso – a cassetto, rotativi e prioritari

Controllo della pressione:

  • valvole limitatrici di pressione – monostadio e bistadio
  • controllo a mezzo vent e messa a scarico
  • valvole riduttrici di pressione – monostadio e bistadio (con funzionamento a due e a tre vie)
  • bilanciamento con controllo remoto
  • valvole di sequenza

Dispositivi controllo della direzione e metodi di controllo:

  • valvole di non ritorno
  • valvole di non ritorno pilotate
  • valvole a cassetto – incluse le valvole bistadio
  • valvole a otturatore
  • valvole rotative
  • funzionamento manuale / pilotato / a solenoide on-off
  • introduzione al controllo proporzionale

POMPE E SISTEMI DI CONTROLLO ASSOCIATI

La funzione e il modo di operare delle pompe oleoidrauliche e dei sistemi di controllo elencati, in aggiunta

alle procedure di messa a punto prescritte:

 

Pompe

  • a ingranaggi esterni
  • a ingranaggi interni
  • gerotor
  • a palette (a cilindrata fissa e variabile)
  • a pistoni assiali (a cilindrata fissa e variabile)
  • a pistoni assiali ad asse inclinato (a cilindrata fissa e variabile)
  • a pistoni radiali (a cilindrata fissa e variabile)

Caratteristiche di controllo

  • pompe a cilindrata fissa con valvola limitatrice di pressione.
  • messa a scarico (con sistema di doppia pompa)
  • compensazione di pressione con e senza compensatore load sensing
  • controllo manuale della cilindrata
  • Caratteristiche di pressione e portata.
  • Procedure di messa a punto del compensatore che includano regolazione della pressione di standby e della pressione massima.

ATTUATORI OLEOIDRAULICI

La funzione e il modo di operare degli attuatori oleoidraulici. Tipologie di motore:

  • a ingranaggi
  • gerotor/orbitale
  • a palette
  • a pistoni radiali – a singola e doppia velocita’
  • a pistoni assiali – a cilindrata fissa e variabile
  • a pistoni assiali ad asse inclinato – a cilindrata fissa e variabile

Prestazione del motore:

  • disposizione in serie
  • disposizione in parallelo

Cilindri, tipologie, costruzione, tenuta e sistemi di montaggio:

  • a semplice effetto
  • a doppio effetto
  • a stelo passante
  • tenuta
  • sistemi di montaggio
  • frenatura

Attuatori rotativi:

  • tipi a cremagliera e a pignone
  • tipi a palmola
  • altri

SISTEMI CIRCUITALI E MODALITa’ DI CONTROLLO

I sistemi circuitali elencati, inclusi i simboli e i circuiti elettrici di base:

  • bilanciamento
  • circuito rigenerativo
  • circuiti a doppia pompa (alta-bassa)
  • sistemi circuitali con valvole di sequenza
  • controlli a mezzo di pilotaggio (sostentamento del carico, precarico/messa a scarico)
  • sistemi circuitali idrostatici a circuito chiuso

Simboli elettrici e sistemi circuitali associati:

  • contatti NA (normalmente aperti) e NC (normalmente chiusi)
  • solenoidi (CA e CC – corrente alternata e continua)
  • rele’

Durata: 16 Ore personalizzabili

 

Data: In fase di definizione

 

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso L4

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso L4.

Procedure di manutenzione e monitoraggio di un sistema oleidraulico

Obiettivi

  • Conoscere le funzioni e le caratteristiche dei fluidi oleoidraulici;
  • Conoscere lo scopo del serbatoio, dei dispositivi associati per il condizionamento del fluido e dei componenti ausiliari;
  • Comprendere i metodi di raffreddamento del fluido;
  • Comprendere la funzione, il modo di operare e le applicazioni tipiche degli accumulatori;
  • Applicare i metodi di controllo del livello di contaminazione;
  • Applicare le procedure di manutenzione, monitoraggio e diagnosi dei guasti;
  • Riconoscere i guasti piu’ comuni e stabilire le possibili cause ed effetti sulle prestazioni del sistema.

Destinatari

 

Operatori (tecnici, manutentori,personale di produzione, etc)

 

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

 

Contenuti

 

I FLUIDI OLEOIDRAULICI

Le funzioni:

  • trasmissione di potenza
  • lubrificazione
  • raffreddamento
  • tenuta
  • vettore di agenti contaminanti

Le caratteristiche e proprieta’ dei fluidi e loro effetti sulle prestazioni del sistema:

  • viscosita’
  • indice di viscosita’
  • proprieta’ lubrificante
  • ossidazione
  • punto di scorrimento
  • demulsionabilita’
  • compatibilita’ del materiale

Tipi di olio e applicazioni:

  • olio minerale
  • emulsioni
  • glicoli
  • fluidi biodegradabili (riferimento ISO 15380)

Immagazzinaggio, movimentazione e trasporto del fluido:

  • spiegare la necessita’ di corretti sistemi di immagazzinaggio, movimentazione e trasporto del fluido e dei controlli di contaminazione associati.
  • regolamentazioni e requisiti in relazione a un corretto trasporto e collocazione

SERBATOI E ATTREZZATURE AUSILIARIE

Lo scopo del serbatoio, dei dispositivi associati per il condizionamento del fluido e dei componenti ausiliari:

Tipico serbatoio in termini di:

 

  • dimensioni (in relazione alle caratteristiche della pompa)
  • costruzione generale
  • dispositivi della linea di ritorno
  • dispositivi di riempimento
  • indicazioni di livello/temperatura
  • controllo della contaminazione

I metodi di raffreddamento del fluido:

  • serbatoi (dimensione, posizionamento)
  • scambiatori di calore ad aria
  • scambiatori di calore ad acqua

La funzione, il modo di operare e le applicazioni tipiche degli accumulatori:

  • a sacca
  • a pistone
  • a membrana
  • caratteristiche di sicurezza e controllo
  • procedure di pre-carica

CONTROLLO DELLA CONTAMINAZIONE

I metodi di controllo del livello di contaminazione.

  • origine della contaminazione
  • raggiungimento e mantenimento degli opportuni livelli di contaminazione
  • monitoraggio delle condizioni del fluido (campionamento e misurazione)
  • azioni di prevenzione e correzione
  • tipi di impiego e prestazione dei filtri
  • tipologie di filtri
  • posizionamento e prestazioni

PROCEDURE DI MANUTENZIONE, MONITORAGGIO E DIAGNOSI DEI GUASTI

Le procedure di manutenzione, monitoraggio e diagnosi dei guasti

L’importanza di una appropriata GESTIONE DEI RISCHI:

 

  • regole per la sicurezza sul lavoro (valutazione dei rischi)
  • seguire le procedure stabilite
  • utilizzo regolare dell’attrezzatura per la diagnosi dei guasti e per le prove di funzionamento
  • analisi dei risultati
  • conservare la documentazione

 

I guasti piu’ comuni e stabilire le possibili cause ed effetti sulle prestazioni del sistema:

  • rumore eccessivo
  • vibrazione
  • elevate temperature del sistema e/o dei componenti
  • funzionamenti irregolari (stick-slip, inclusione d’aria, cavitazione, aerazione)
  • pressione inadatta
  • velocita’ dell’attuatore inadatta
  • mancato rispetto delle raccomandazioni dei costruttori dei vari componenti
  • errori nel mantenimento della posizione/carico
  • perdite

Le procedure da seguire quando si formula la diagnosi di un guasto e la sua riparazione:

  • regole da seguire per la sicurezza sul lavoro e la valutazione dei rischi associati
  • identificazione della natura del guasto
  • identificare e rimuovere la causa del guasto e stabilire le procedure per evitare che accada

nuovamente

  • identificare le informazioni necessarie per svolgere un’efficace diagnosi del guasto e un’efficace

riparazione

  • utilizzo dell’attrezzatura di controllo e delle tecniche diagnostiche
  • applicazione delle procedure di guasto – causa – riparazione
  • importanza di un’accurata documentazione delle azioni intraprese
  • stabilire le procedure di riavvio del sistema
  • sistemazione del posto di lavoro tale da poter essere riutilizzato al meglio
  • conoscere la differenza tra azioni preventive e azioni correttive

Modalita’ didattiche

  • Lezioni teoriche e discussione guidata
  • Dimostrazioni pratiche

Durata: 16 Ore personalizzabili

Data: da definire

 

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso M1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso M1

Pneumatica

Obiettivi del corso:

Conoscere le caratteristiche e le funzionalita’ dei componenti pneumatici, la simbologia per interpretare correttamente gli schemi funzionali, effettuare interventi di manutenzione, diagnostica e sostituzione: adottare i corretti comportamenti manutentivi e migliorativi in sicurezza.

Destinatari:

Personale della manutenzione, conduzione impianti e Ufficio tecnico.

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Principi scientifici fondamentali:
    • principi fondamentali della trasmissione di potenza per mezzo della pneumatica
    • componenti di base e loro funzione (primi motori, compressori, refrigeratori, collettori d’aria, deumidificatori)
    • quantita’ e unita’ di misura di: pressione, forza, superficie, consumo d’aria, portata, velocita’, coppia e potenza
    • relazione tra pressione, forza e superficie
    • vantaggi/svantaggi dei sistemi pneumatici rispetto a quelli meccanici, elettrici, oleoidraulici.
  • Applicazione dei principi fondamentali:
    • relazione tra portata, calo di pressione, dimensione e lunghezza dei tubi
    • controllo della pressione
    • controllo della portata
    • controllo del movimento
  • Impianti ad aria compressa:
    • diagramma a blocchi e posizione dei seguenti componenti: compressori, refrigeratori, collettore d’aria, essiccatori, filtri
    • funzionalita’ dei suddetti componenti
  • Disposizioni di legge:
    • Disposizioni di legge per i sistemi pressurizzati

 

  • Componenti delle linee ad aria:
    • Funzione dei seguenti componenti della linea ad aria
    • valvola di chiusura
    • filtro
    • regolatore di pressione e manometro
    • avvio lento/valvola di scarico
    • lubrificatore
  • Componenti del circuito pneumatico:
    • cilindri, motori e attuatori semi-rotativi: conversione dell’energia fluida in lavoro, variazione della velocita’, cilindri a singolo effetto e a doppio effetto
    • valvole di controllo: diversi metodi di funzionamento delle valvole (manuale, meccanico, elettrico, pneumatico), principio e scopo dei silenziatori
    • tubazioni e connettori
  • Caratteristiche di circuito e di controllo (simbologia dei componenti pneumatici):
    • conoscenza e utilizzo dei simboli grafici ISO 1219/1 per: filtro, regolatore di pressione e manometro, lubrificatore, cilindro a singolo e a doppio effetto, valvole di controllo direzionale e di portata
    • diagrammi per circuiti a cilindro singolo
  • Procedure basilari di manutenzione:
    • Procedure di manutenzione, monitoraggio e diagnosi dei guasti
    • Condizioni d’uso critiche e componenti soggetti a maggiore usura;
    • Interventi manutentivi da eseguire per garantire funzionalita’ ed efficienza dei componenti;
    • Interventi di manutenzione per garantire la permanenza nel tempo dei requisiti di sicurezza;

Durata: 40 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

LA FORMAZIONE DEL GRUPPO ESEA

Gli uomini che desiderano conoscere il mondo devono imparare a conoscerlo nei particolari (Eraclito )

 

IL GRUPPO ESEA SCENDE NEI PARTICOLARI

 

Al giorno d’oggi il know-how di un tecnico, di una squadra o di un intero reparto deve sempre essere aggiornatissimo ed un passo avanti rispetto al mercato. Il Gruppo Esea, sulla base della consolidata esperienza delle sue Societa’, e’ in grado di conoscere le aspettative future e di accompagnarVi nel Vostro programma di formazione partendo dalle prime nozioni base fino alla possibilita’ di operare su macchine complesse. I corsi sono tenuti da specialisti delle varie discipline ed hanno come punti di riferimento una consolidata esperienza tecnica di settore oltre alle normative vigenti. La struttura dei corsi e la trattazione dei temi sono finalizzati alla diffusione di una evoluta cultura impiantistica. Progettare, installare, mantenere sono attivita’ che richiedono competenze crescenti. Infatti, un impianto ben concepito, sin nelle sue fasi iniziali, significa maggiore economia di realizzazione, migliore produttivita’ negli anni, minori problemi nell’esercizio e nella manutenzione. Garantire un costante aggiornamento sulle piu’ moderne tecniche di applicazione di prodotti sempre piu’ innovativi e’ un’esigenza crescente per gli operatori e gli utilizzatori qualsiasi attivita’. Il Gruppo Esea sta costruendo un programma di corsi che forniscono una preparazione sia di base che specifica. L’obiettivo e’ quello di fornire corsi specialistici su specifiche esigenze delle aziende utenti, al fine di creare le competenze per indirizzare progettisti, installatori, personale addetto alla conduzione e manutenzione di impianti, verso soluzioni di elevata tecnologia in impianti a vari livelli di funzionamento e criticita’. I corsi e gli incontri tecnici diventano occasioni di confronto, di discussione tra colleghi, di scambio professionale tra l’azienda e i professionisti, durante i quali si riescono a trasferire in modo estremamente valido esperienze e conoscenze. In questi momenti, infatti, la comunicazione diventa bidirezionale e la cultura si concretizza nell’esempio e nel caso pratico, generando nuove idee e proposte. Relatori ad alto livello, scelti di volta in volta per le competenze specifiche, e approfondimenti su norme e applicazioni allo scopo di creare e diffondere la cultura impiantistica, spostando l’attenzione dal singolo prodotto all’impianto e al “sistema”, inteso in senso lato come l’integrazione di prodotti perfettamente coordinati. Per favorire l’armonizzazione dell’insegnamento con la realta’ industriale, viene messo a disposizione dei corsisti un insieme di strumenti didattici. Insegnanti e studenti dispongono, infatti, di una grande scelta di supporti tecnici, di informazioni, di audiovisivi, di apparecchiature e di software, oltre ad una comoda sala meeting. A completamento dei pacchetti prevediamo sempre un addestramento pratico su banchi prova per mettere in pratica cio’ che in teoria si e’ appreso. Nel caso in cui lo riteniate necessario, se lo spostamento dei Vs. tecnici e’ difficoltoso (es.: personale della manutenzione) tali corsi potranno essere programmati su misura e nelle Vs. sedi.

Il nostro catalogo include i seguenti corsi:

Proponiamo, inoltre corsi completi ed articolati per manutentori, con programmi che includono piu’ discipline e materie al fine di fornire ai partecipanti una preparazione completa ed idonea per affrontare tutte le problematiche relative alla manutenzione delle macchine industriali. I corsi sono sempre comprensivi di: coffe break mattutino e pomeridiano, colazione di lavoro, dispense sugli argomenti trattati, attestato di partecipazione. Visto l’ampio catalogo e la possibilita’ di modellare i corsi a seconda delle Vs. esigenze, Vi invitiamo a richiederci offerta economica per il servizio.

Per visualizzare il programma dei corsi selezionare quello di riferimento negli articoli seguenti.

Per scaricare l’intero catalogo dei corsi in formato PDF clicca qui

© 2016 Suffusion theme by Sayontan Sinha