ospitetec

IL GRUPPO ESEA

Gruppo ESEA Commenti disabilitati
mag 012013


LA FORZA DI UN GRANDE GRUPPO

Noi siamo uno: quando mettiamo in campo la professionalita’ di tutti e di ciascuno per raggiungere gli obiettivi. Noi siamo uno: quando con impegno riusciamo a soddisfare le necessita’ di chi si rivolge a noi. Noi siamo uno: quando ci mettiamo in gioco, con tutta la passione e l’energia che abbiamo nel cuore. Noi ci facciamo in quattro quando dobbiamo risolvere in modo specifico e con una elevata conoscenza e professionalita’ le vostre problematiche e le vostre esigenze. Questo e’ lo spirito del Gruppo Esea, composto da piu’ di 80 professionisti impegnati su tutto il territorio regionale e nazionale. Siamo nati dalla volonta’ e dalla perseveranza di uomini che hanno saputo trasformare le vostre esigenze nel proprio lavoro, le vostre richieste in priorita’ , i vostri problemi in soluzioni, e saputo abbattere le distanze tra la vostra situazione attuale ed i vostri desideri. Perche’ e’ solo l’unione di tanti puo’ moltiplicare la forza del singolo per garantire, sempre, eccellenza e affidabilita’ .

IL GRUPPO ESEA ED I SUOI PARTNERS

Accordo per lo sviluppo e installazione di sistemi di gestione e controllo della produzione (MES).
Accordo per lo sviluppo e installazione di sistemi di supervisione e controlli di processo industriali e del terziario.
Accordo per l’adeguamento e la messa in sicurezza di macchine, linee di produzione e di impianti industriali.
Accordo per la distribuzione e configurazione di software per l’Energy Management e la gestione della manutenzione.
Accordo per l’installazione di apparecchiature (inverter) per il risparmio energetico e di motori ad alta efficienza.
Accordo per l’installazione di apparecchiature pneumatiche a basso consumo, lo studio e la scelta di soluzioni per il risparmio energetico.
Accordo per lo studio e la scelta di soluzioni nel campo del vapore per il risparmio energetico.
Accordo per lo studio e la scelta di soluzioni nel campo dellaproduzione di aria compressa per il risparmio energetico.
Accordo per la progettazione e installazione di sistemi divisione artificiale.

-

SERVIZI IN TUTTE LE DIREZIONI

Tanti, diversi, facili da raggiungere: la gamma di servizi del Gruppo Esea concepita per soddisfare ogni necessita’ del cliente o dell’impresa. La nostra flessibilita’ si traduce nella capacita’ di individuare e rispondere prontamente e con professionalita’ ai diversi problemi, di saperli collocare in uno scenario quanto mai vasto e complesso, ma soprattutto di affrontarli e risolverli adattandoci alla percezione e ai processi mentali del cliente. Perche’ la vostra percezione e’ la sola che abbia valore, e vale molto piu’ di quella che abbiamo a riguardo al nostro servizio. Dalla visione grandangolare all’offerta ad ampio raggio il passo è breve. Ma non sarebbe possibile compierlo senza l’esperienza del nostro gruppo che fa della polifunzionalita’ un modo di essere e di pensare: non solo ampia gamma di servizi, ma soprattutto forte capacita’ di adattamento alle vostre esigenze.

 

UN APPROCCIO SU MISURA

Nel contesto industriale e produttivo attuale non e’ piu’ sufficiente offrire soluzioni specializzate. Cio’ che conta e’ offrire soluzioni su misura. Per questo il Gruppo Esea e’ in grado di personalizzare le proprie proposte, adattandole perfettamente alle esigenze dei clienti. Il tutto in maniera altamente professionale e soprattutto nel pieno rispetto dei tempi concordati. La nostra sfida e’ sulla base delle vostre necessita’: costruire intorno a voi le soluzioni migliori. Professionalita’, esperienza, rapidita’ di risposta, vicinanza sono solo alcuni dei nostri obbiettivi. Lavorando con il Gruppo Esea sarete sempre al centro dei nostri interressi, diventando oltre che propositori di specifiche anche collaboratori nelle fasi di progettazione, realizzazione e tuning dei vostri sistemi. Voi al centro di tutto, il nostro primo valore, perche’ il cliente deve essere sempre soddisfatto.


VICINI E GLOBALI

La nostra forza sta nella profonda conoscenza: del territorio in cui siamo nati, delle sue tendenze; delle sue esigenze. Ma il nostro radicamento nella stratificata realta’ del Centro Italia e’ affiancato dalla capacita’ di valicare i confini regionali. Questo ci permette di operare senza perdere di vista le peculiarita’ territoriali, offrendo soluzioni mirate e competitive. Il Gruppo Esea ha dunque tutti i segni ed i vantaggi del partner locale, ma deriva da una esperienza e formazione maturate a livello nazionale. Un approccio globale che si dimostra vincente. In Italia il Gruppo Esea e’ in continua espansione, grazie ad un approccio innovativo ed alla volonta’ di esplorare sempre nuovi orizzonti.

LE NOSTRE RADICI

Il Gruppo Esea sa che il mondo dell’industria attuale e’ un universo complesso e prismatico, in continua evoluzione. Per questo nel corso degli anni ha ampliato la sua professionalita’, cercando di completare il proprio campo di competenza ed offerta, mirando a risolvere ogni vostra esigenza.


LA NOSTRA CRESCITA

Il Gruppo ESEA e’ nato nell’area della Valpescara (Chieti), frutto dell’unione di quattro aziende molto qualificate con venti anni di esperienza alle spalle, con i comuni obiettivi di una rapida crescita e di un continuo miglioramento. Alla ricerca di nuove collaborazioni e di nuove sfide, il Gruppo si e’ sviluppato rapidamente, producendo risorse che sono state prontamente investite nell’acquisizione di nuove tecnologie. Con un fatturato in continua crescita, grazie alla capacità di presenza sul mercato con idee sempre innovative, il gruppo ESEA attrae un numero crescente di clienti, soddisfacendone pienamente ogni esigenza. Oggi il Gruppo ESEA e’ un’importante realta’ industriale abruzzese proiettata in Europa e nel Mondo.

ELETTRIMPIANTI VALPESCARA SRL

La professionalita’ e la competenza, la capacita’ di adeguamento al mercato, l’impiego di tecnologie all’avanguardia, l’affidabilita’ e la cortesia, caratterizzano da sempre il modo di operare di Elettrimpianti Valpescara srl. I nostri servizi vanno dalla progettazione alla esecuzione delle opere, garantendo l’assistenza fino ai collaudi e ai servizi di post vendita, il tutto con rigoroso rispetto della legislazione in vigore rispettando fedelmente i livelli di sicurezza richiesti dalla normativa che disciplina la materia. La capacita’ di pianificare lo sviluppo aziendale, la professionalita’ dei collaboratori e la possibilita’ di agevoli ed efficaci sinergie con le altre aziende del Gruppo ESEA, hanno permesso all’Elettrimpianti Valpescara srl di accrescere notevolmente la propria penetrazione sul mercato. Grazie alla duttilita’ della nostra organizzazione, che puo’ giovarsi di una dotazione tecnologica di base accuratamente strutturata e di un know-how costantemente alimentato da nuove esperienze e aggiornamenti costanti, Elettrimpianti Valpescara srl, nata per l’installazione elettrica, puo’ operare oggi in diversi settori con la medesima efficacia. Progettazione e realizzazione di impianti di distribuzione di energia elettrica in qualsiasi ambiente, compresi quelli a maggior rischio in caso d’incendio e per ambienti con pericolo di esplosione; progettazione e costruzione quadri di distribuzione BT, di quadri per il comando e controllo di impianti ed apparecchiature industriali; progettazione e installazione di cabine elettriche di trasformazione MT/BT; impianti di bordo macchina, adeguamenti di macchine per la sicurezza; riparazione e manutenzione impianti e macchine; smantellamento e rilocazione di intere linee di produzione chiavi in mano; prove e collaudi di impianti; adeguamenti alla legislazione e alle normative vigenti; impianti di protezione contro le scariche atmosferiche e di terra, impianti di rilevazione fumi e incendi, impianti tv a circuito chiuso. E ancora, servizi di termografia certificata EN473, consulenza per una corretta politica dell’energy saving. L’Elettrimpianti Valpescara srl dispone inoltre di una attrezzata officina con presso piegatrici, scantonatrici, cesoie automatiche, sistemi di calandratura, assistita da saldatori qualificati e certificati secondo le norme UNI EN, per la realizzazione di particolari e sistemi di carpenteria leggera e pesante. Ogni impianto che realizziamo e’ studiato per rispondere alle esigenze del cliente, ottimizzato alle dimensioni da servire e al fabbisogno necessario, mantenendo sempre elevati gli standard di sicurezza e funzionalita’.

SYNERGIE SRL

La capacita’ di pianificare lo sviluppo aziendale, la professionalita’ dei collaboratori e la possibilita’ di agevoli ed efficaci sinergie con le altre aziende del Gruppo ESEA, hanno permesso a Synergie s.r.l. di accrescere notevolmente la propria penetrazione sul mercato. L’esperienza sul campo, la collaborazione con figure professionali di altissimo livello tecnico e scientifico e l’adozione di strumenti tecnologici all’avanguardia, mettono Synergie s.r.l. in condizione di garantire un adeguato livello di qualita’ nella progettazione e realizzazione di sistemi software. L’obiettivo di Synergie s.r.l. e’ quello di contribuire allo sviluppo delle imprese, attraverso la ricerca e la promozione di metodologie moderne, con la realizzazione di soluzioni informatiche sia hardware che software con un altissimo contenuto innovativo. La continua ricerca sul mercato di prodotti e strumenti avanzati ci consente di presentarci come partner in grado di interpretare i bisogni reali e di individuare le soluzioni piu’ affidabili; il tutto nella piena soddisfazione del cliente. Particolare attenzione e’ prestata nei sistemi di supervisione complessi, ai sistemi SCADA per ambienti industriali e non, nonche’ ai sistemi MES e/o schedulatori di processo verso i quali Synergie srl si propone con piu’ sistemi modulari e ampliabili, ma soprattutto completamente aperti. Le nostre soluzioni permettono alle Aziende di ottenere risultati eccellenti in termini di aumento della produttivita’, riduzione dei costi interni di produzione sia diretti che indiretti, miglioramento del servizio al Cliente, maggiore organizzazione in ambito produttivo con un ritorno di investimento misurabile in settimane. Synergie mette al Vs. servizio una forte competenza sui processi gestionali e operativi e una profonda conoscenza degli strumenti tecnologici necessari per offrire soluzioni software aziendali applicate ai processi di business che caratterizzano i principali settori di mercato quali la produzione, i servizi (ad esempio, la logistica, la tracciabilita’ e la rintracciabilita’, ecc) e il commercio elettronico. Il Vostro lavoro quotidiano puo’ essere migliorato da una soluzione personalizzata studiata su misura realizzando il software creandolo intorno al Vostro lavoro. Synergie srl crea applicazioni per sistemi Windows e software per il web.

EUROMECCANICA SRL

La capacita’ di pianificare lo sviluppo aziendale, la professionalita’ dei collaboratori e la possibilita’ di agevoli ed efficaci sinergie con le altre aziende del Gruppo ESEA, hanno permesso ad Euromeccanica s.r.l. di accrescere notevolmente la propria penetrazione sul mercato. Grazie alla duttilita’ della nostra organizzazione, che puo’ giovarsi di una dotazione tecnologica di base accuratamente strutturata e di un know-how costantemente alimentato da nuove esperienze ed aggiornamenti continui, Euromeccanica s.r.l., nata per l’automatizzazione di processi industriali, opera oggi in molti settori. La professionalita’ e la competenza, la capacita’ di adeguamento al mercato, l’impiego di tecnologie all’avanguardia, l’affidabilita’ e la cortesia, caratterizzano da sempre il nostro modo di operare. I nostri servizi vanno dalla progettazione tridimensionale alla esecuzione delle opere, garantendo l’assistenza fino ai collaudi e ai servizi di post vendita. Euromeccanica srl ha progressivamente differenziato la propria offerta in settori diversi, ma ponendosi come obiettivo programmatico quello di rivolgersi ai leader tecnologici (e spesso anche di mercato) di ciascun settore di riferimento, ovvero imprese molto grandi (anche internazionali), per le quali il ricorso al contoterzismo era per certi tipi di lavorazione, dati i costi, una scelta obbligata. Con la sua ingegneria specializzata nei sistemi di movimentazione automatizzata, “Material handling”, Euromeccanica srl progetta e realizza strutture, macchine speciali per esigenze specifiche dei clienti, sistemi per la movimentazione automatizzata di materie prime di diversa natura, di semilavorati e prodotti finiti. attrezzature e macchinari per l’industria, nonche’ sistemi oleodinamici, elettropneumatici e idraulici, particolari di carpenteria e meccanica di precisione, compresi ripari e protezioni o parti di essi per la sicurezza delle macchine. Particolare attenzione e’ rivolta alla ricerca continua di soluzioni tecniche affidabili, volte al miglioramento della produttivita’, ma senza trascurare gli aspetti inerenti la sicurezza. L’Euromeccanca srl, dispone inoltre di una attrezzata officina con macchine utensili a controllo numerico, presso piegatrici, scantonatrici, cesoie automatiche, sistemi di calandratura, assistita da saldatori qualificati e certificati secondo le norme UNI EN.

AUTOMAZIONE SRL

La capacita’ di pianificare lo sviluppo aziendale, la professionalita’ dei collaboratori e la possibilita’ di agevoli ed efficaci sinergie con le altre aziende del Gruppo ESEA, hanno permesso ad Automazione s.r.l. di accrescere notevolmente la propria penetrazione sul mercato. L’esperienza sul campo, la collaborazione con figure professionali di altissimo livello tecnico e scientifico e l’adozione di strumenti tecnologici all’avanguardia, mettono Automazione s.r.l. in condizione di garantire un adeguato livello di qualita’ nella progettazione e realizzazione di sistemi di supervisione e controllo. L’obiettivo di Automazione s.r.l. e’ quello di contribuire allo sviluppo delle imprese, attraverso la ricerca e la promozione di metodologie moderne, con la realizzazione di soluzioni informatiche sia hardware che software con un altissimo contenuto innovativo.La continua ricerca sul mercato di prodotti e strumenti avanzati ci consente di presentarci come partner in grado di interpretare i bisogni reali e di individuare le soluzioni piu’ affidabili; il tutto nella piena soddisfazione del cliente. Grazie alla duttilita’ della nostra organizzazione, che puo’ giovarsi di una dotazione tecnologica di base accuratamente strutturata e di un know-how costantemente alimentato da nuove esperienze e da aggiornamenti continui. Automazione srl e’ in grado di offrirvi soluzioni di automazione industriale nell’ambito dei controlli, dell’automazione e della robotica industriale in genere. Operiamo su un vasto campo di azione che va da semplici problemi e richieste di ogni genere fino alla realizzazione di sistemi complessi per la gestione di impianti robotizzati di piccole o considerevoli entita’ situati nel territorio nazionale ed internazionale. Per perfezionare e completare le soluzioni che proponiamo ci siamo specializzati nella progettazione e nello sviluppo di programmi per PLC, PC industriali, supervisione, azionamenti con vari controlli, integrazioni software nella robotica, impianti bordo macchina, quadri e cablaggi. Automazione srl progetta e fornisce sistemi di supervisione connessi alle automazioni, mettendo a disposizione delle reti aziendali tutti i dati per eseguire analisi produttive, qualitative e di manutenzione in tempo reale. Automazione s.r.l., nata per l’automatizzazione di processi industriali, opera oggi anche in molti altri settori quali quelli della installazione e assistenza su strumentazione di processo, della progettazione e installazione di sistemi di visione artificiale, nella integrazione di sistemi robotizzati.

nov 252011

Gruppo Esea – Software plc


“La prima regola di ogni tecnologia usata negli affari e’ che l’automazione applicata ad una operazione efficiente ne ingrandira’ l’efficienza.

La seconda e’ che l’automazione applicata ad un’operazione inefficiente ne ingrandira’ l’inefficienza.”

(Bill Gates)

 

 

Il Gruppo Esea punta alla tua efficienza

 

In un contesto globale in cui l’industria in generale, e quella italiana in particolare, e’ sempre piu’ esposta alla concorrenza di aree a basso costo produttivo, come quelle asiatiche e sud americane, con i costi dei servizi e della manodopera sempre piu’ elevati e con margini di profitto e valore aggiunto sempre piu’ bassi, si richiedono risposte sempre piu’ rapide, precise e dettagliate. Il dover reagire con la massima tempestivita’ alle nuove richieste o agli scenari mutanti deve generare un miglioramento di tutti i processi aziendali ed in particolar modo di quelli produttivi. Nulla di quanto detto e’ possibile senza l’automazione industriale.

Quello per PLC e’ sicuramente il componente software piu’ importante nella fornitura dell’automazione industriale. E’ l’elemento centrale del sistema di comando e controllo che ne determina le prestazioni, l’affidabilita’, la flessibilita’ e la facilita’ d’uso, risultando per tali motivi la parte piu’ delicata. Richiede un’assoluta padronanza dell’impiego degli strumenti di sviluppo, la perfetta conoscenza dei componenti hardware impiegati e soprattutto la competenza relativa al processo di produzione o lavorazione che l’impianto deve compiere. Il Gruppo Esea ed in particolare Automazione srl si e’ distinta negli anni per l’assoluta padronanza di tutti i requisiti descritti facendo degli standard internazionali di programmazione (CEI EN 61131-3) i propri standard.

Ogni tipologia di impianto richiede cognizioni specifiche per la corretta gestione delle problematiche, spesso tipiche solamente per quella tipologia ed estranee ad applicazioni di altra natura. E’ per questo motivo che Automazione srl ha voluto specializzare i propri tecnici nella realizzazione di automazioni nei diversi settori produttivi, grazie proprio alle conoscenze ed esperienze operative realizzate da ognuno di essi.

All’interno della definizione ‘Software per PLC’ trovano posto vari tipologie di controllo e regolazione:

  • Logica di controllo dei cicli e sequenze automatiche di movimento
  • Controllo diagnostico di utenze e dispositivi
  • Sistemi Motion per assi elettrici ed idraulici
  • Controllo di posizione e velocita’
  • Asse elettrico tra azionamenti
  • Sistemi avvolgitura e svolgitura
  • Controlli di coppia e regolazioni di tiro
  • Tagli al volo
  • Controllo di processo e regolazioni PID
  • Gestione Bus di campo e reti industriali
  • Comunicazione e scambio dati tra sistemi

Linguaggi di programmazione

I nostri tecnici possono utilizzare i piu’ svariati linguaggi di programmazione che di seguito brevemente descriviamo, ma in ogni caso il software da Automazione srl prodotto e’ sempre sviluppato tenendo in considerazione l’eventuale comunicazione con l’esterno, le espansioni future e la connettivita’ ad altri impianti. Tale considerazione scaturisce dal fatto che Automazione srl e’ ben conscia del fatto che negli ultimi anni la globalizzazione ha reso la produzione un processo che si estende ben oltre l’impianto stesso e le logiche di mercato e competitivita’ richiedono sistemi che favoriscano lo scambio di informazioni tra impianto di produzione e altri sistemi presenti in azienda per la gestione della produzione.

Linguaggi grafici

  • Ladder diagram (LAD o KOP) utilizza un linguaggio grafico derivante dalla logica cablata.
  • Sequential function chart (SFC) e’ una sorta di diagramma funzionale
  • Function Block Diagram (FBP o FUP) utilizza blocchi funzionali

Linguaggi testuali

  • Instruction List (AWL) lista di istruzioni
  • Structured Text (STL)

APPARECCHIATURE UTILIZZATE

  • SIEMENS
  • ROCKWELL
  • OMRON
  • GE
  • TEXAS

L’ufficio di progettazione PLC di Automazione srl e’ composto da 8 tecnici senior. Una scelta aziendale orientata verso la massima flessibilita’ ci ha permesso di approfondire la nostra esperienza su varie tipologie di apparecchiature e impianti, da semplici macchine ad applicazioni complesse con soluzioni sviluppate con architetture di reti tra PLC e computer con: eternet industriale, sistemi di comunicazione specifici Siemens o Rockwell fino a varie decine di nodi, tutto finalizzato ad un completo controllo dell’automazione di stabilimento.

Automazione srl e’ in grado di supportare i propri clienti dalla progettazione fino all’avviamento dell’impianto sia in Italia che all’estero. Offre una serie completa di servizi che vanno dall’analisi del progetto, la progettazione hardware, la realizzazione dei quadri elettrici ed elettronici, sviluppo software PLC ed HMI, fino al collaudo ed avviamento finale della macchina o impianto. Grazie alla conoscenza di tutti i rami dell’automazione industriale (meccanica, oleodinamica, pneumatica e termoregolazione) e alla collaborazione con le altre ditte del Gruppo Esea, Automazione srl si distingue per il contributo dato ai propri clienti nello sviluppo dei progetti e nella scelta della soluzione piu’ adatta alle esigenze del cliente finale, ponendo particolare attenzione alla sicurezza, all’affidabilita’ e alla semplicita’ di utilizzo.

 

Per scaricare l’intero articolo in formato PDF clicca qui

 

 


Gruppo Esea – Insonorizzazione macchine e linee industriali

 

In un’epoca rumorosa come la nostra, il non poter chiudere le orecchie cosi’ come ci e’ possibile
chiudere gli occhi, diventa un non trascurabile difetto.
(Giovanni Soriano)

 

Il Gruppo Esea non chiude le tue orecchie, combatte il rumore.

 

Le cabine insonorizzate e le schermature fono isolanti, sono sistemi di insonorizzazione, che limitano la propagazione dell’energia sonora, quando gli impianti o le attivita’ produttive superano i livelli di rumorosita’ imposti dalle legislazioni e normative vigenti. Il Gruppo Esea ed Euromeccanica srl in particolare realizza cabine silenti con tecnologia modulare e dalla elevata flessibilita’ costruttiva, garantendo elevati isolamenti acustici. I progetti vengono accuratamente studiati e realizzati per ogni singolo caso di installazione, dopo attente valutazioni sulla operativita’ del personale addetto e con particolare attenzione alle esigenze di accessibilita’ e visibilita’ a bordo macchina e salvaguardando la produttivita’.
La versatilita’ del sistema costruttivo, permette di realizzare cabine facilmente assemblabili e totalmente smontabili, inoltre, la flessibilita’ del sistema modulare, consente il posizionamento di porte, sportelli, oblo’, pannelli asportabili e/o scorrevoli, nelle posizioni desiderate, per un agevole accesso alle macchine. Ulteriori vantaggi sono evidenziati dalla possibilita’ di ottenere cabine di qualsiasi dimensione e forma grazie alla struttura realizzata con pannelli componibili e che permettono un facile accesso per le operazioni di manutenzione. Le cabine possono essere fornite in qualsiasi colorazione, su richiesta munite di motorizzazione sugli accessi e/o con integrazione di sistemi di sicurezza con gestione degli accessi come ripari mobili e interbloccati. Le cabine possono, inoltre, essere dotate di sistemi di ventilazione, filtrazione, condizionamento ed impianti di illuminazione e/o prese di forza motrice.
Grazie all’esperienza negli anni acquisita, ad un costante aggiornamento tecnico dei suoi progettisti, all’utilizzo di materiali certificati e di alta qualita’, il Gruppo Esea opera con elevato grado di specializzazione, nei settori dell’acustica applicata e dell’insonorizzazione industriale. La filosofia del chiavi in mano, che contraddistingue il nostro modo di operare, ci consente di fornire al Cliente un servizio globale che include la consulenza, la progettazione e la realizzazione degli interventi. Il nostro staff interno di engineering, garantisce risposte professionali e qualificate, per ogni tipo di consulenza o progettazione in ambito acustico, rivolta a professionisti, aziende, enti pubblici e privati, che abbiano specifiche esigenze legate al rumore ed all’acustica.

Le cabine di insonorizzazione dal Gruppo Esea prodotte sono principalmente di due tipi:

  • Cabine insonorizzate autoportanti modulari con pannelli rivestiti
  • Cabine insonorizzate autoportanti modulari con pannelli a vista

La scelta della tipologia di cabina da adottare e’ funzione della tipologia del rumore da abbattere, della conformazione ambientale dell’area di destino e comunque si realizzano soluzioni stand-alone e su misura.

Il tamponamento viene realizzato mediante pannelli preconfezionati di diversi spessori e composizioni, progettati a seconda della tipologia del rumore presente.

Per scaricare l’intero articolo in formato PDF clicca qui

Gruppo Esea – Strutture modulari in alluminio



“Linsostenibile leggerezza dellessere” … Alluminio.

(Milan Kundera)

 

Quando la leggerezza e’ un vantaggio

(Gruppo Esea)

Il Gruppo Esea e’ una azienda che progetta, sviluppa e realizza sistemi e componenti per l’industria, la chimica e l’alimentare, fornendo servizi sempre piu’ efficienti, pronti a soddisfare i bisogni di un mercato in continuo movimento. Il Gruppo Esea si propongono sul mercato con una nuova attivita’. Raccogliendo dal mercato una richiesta sempre piu’ pressante sulla realizzazione di strutture modulari in alluminio, si e’ dotata dell’attrezzatura necessaria a questo tipo di lavorazione e anche grazie ad accordi commerciali con primarie ditte nazionali si prefigge oggi l’obiettivo di soddisfare i propri clienti anche nel settore della costruzione di protezioni antinfortunistiche realizzate con telaio in alluminio e con propria progettazione.
Con questi moduli siamo in grado di costruire protezioni per macchine speciali-cabine insonorizzanti, macchine utensili nuove o in uso, macchine da taglio trasversale, slitter, spianatrici, cesoiatrici, trasportatori di varie tipologie, chiusure per zone robotizzate ecc..
Perche’ utilizzare l’alluminio

  • L’Alluminio e’ leggero e stabile, la sua resistenza e’ molto elevata, e’ ideale per la costruzione di strutture modulari.
  • L’alluminio e’ durevole e rivalutabile poiche’ non si corrode ne si deteriora, resiste tutta la vita senza bisogno di manutenzione. La superficie esterna si mantiene sempre con il primo giorno.
  • L’alluminio e’ riciclabile e puo’ essere rifuso all’infinito con un consumo di energia illimitato.
  • L’alluminio e’ resistente al fuoco ed e’ pertanto indicato per qualsiasi ambiente lavorativo.
  • L’alluminio e’ ecologico e in nessun modo nocivo per l’ambiente ed anche in caso di incendio non sprigiona alcuna sostanza nociva.
  • L’alluminio e’ pratico, viene utilizzato anodizzato e verniciato ed e’ facilissimo da pulire (allo stesso modo del vetro).
I nostri moduli sono costruiti su misura da lay-out fornito da cliente o nostra progettazione.
A completare la richiesta del cliente forniamo la parte elettrica delle recinzioni con f. corsa, elettroserrature magnetiche, fotocellule, quadri elettrici in genere, posizionamento dei macchinari, impianto idraulico e allacciamento elettrico con messa in servizio e istruzione per gli 

operatori.
Forniamo inoltre, carpenteria medio-leggera, scale con sorpasso di linee, basamenti calpestabili in lamiera mandorlata o compensato marino e protezioni con aperture pneumatiche.

Il Gruppo Esea e’ inoltre in grado di costruire:

  • Protezioni per macchinari con vari tipi di aperture (anche pneumatiche)
  • Box mobili per zone riservate ad uso ufficio
  • Protezioni di nastri trasportatori
  • Protezioni di corridoi di lavoro
  • Cabine o pareti con materiale insonorizzante
  • Zone di deposito materiale
  • Pannelli con materiale antisfondamento trasparente
Scopo del’attivita’ e’ quello di rendere razionale la costruzione di qualsiasi struttura: la sua composizione modulare consente, infatti, di combinare fra loro gli elementi dei singoli gruppi di prodotti, evitando la saldatura.

Il know-how acquisito in anni di presenza nel mercato di carpenteria leggera, ci ha permesso di realizzare nuove costruzioni con una serie innovativa di profilati strutturali con relativa componentistica; il risultato e’ un prodotto estremamente leggero, robusto ed economico.

I nostri tecnici sono in grado di elaborare soluzioni antinfortunistiche per ogni settore in conformita’ alle norme vigenti. Il conseguente ulteriore sviluppo del Gruppo Esea e l’ampia gamma di prodotti offerta diventa un obbligo a garantire ai nostri clienti anche per il futuro una marcia in piu’ dal punto di vista tecnologico.

Gli elementi possono essere combinati in modi diversi per la costruzione di macchine e mezzi di produzione, dispositivi ed impianti. In particolare i componenti modulari permettono di progettare e realizzare con la massima flessibilita’ strutture che trovano impiego in molteplici settori: costruzione di macchine, di pareti divisorie, di protezione e di postazioni di lavoro.

Il Gruppo Esea assiste l’utente grazie ad un’ampia gamma di prestazioni:

  • Preventivi senza impegno;
  • Sopralluogo di un nostro tecnico e assistenza del Cliente per la scelta dei componenti piu’ idonei alla realizzazione dei loro impianti;
  • Studio, progettazione, taglio, lavorazione e realizzazione di strutture in profili d’alluminio e materie plastiche;
  • Assistenza e manutenzione post-vendita degli impianti;
  • Servizio di consegna e montaggio completo e messa in esercizio.

Per scaricare l’intero articolo in formato PDF clicca qui

Gruppo Esea – Carpenteria metallica

Si come il ferro s’arrugginisce sanza esercizio, e l’acqua si putrefa’ o nel freddo s’addiaccia, cosi’ lo ‘ngegno sanza esercizio si guasta.

(Leonardo Da Vinci)

 

Lingegno del Gruppo Esea ha 30 anni di esercizio.

Investendo nell’aggiornamento tecnologico e migliorando la propria perizia tecnica dei lamierati sia nella realizzazione di prodotti propri, sia conto terzi, il Gruppo Esea ed in particolare Euromeccanica srl e’ in grado di realizzare lavorazioni in lamiera secondo specifica direttiva del cliente, nonche’ prototipi personalizzati progettati interamente dal nostro ufficio tecnico.

La lavorazione delle lamiere comprende una serie di attivita’ che permettono partendo da un strato metallico bidimensionale di ottenere una serie di prodotti anche a tre dimensioni: taglio, piegatura, punzonatura, saldatura delle lamiere sono le attivita’ piu’ comuni. Il taglio lamiere puo’ essere eseguito con cesoie, con il laser o attraverso l’ossitaglio: la procedura piu’ idonea viene scelta in base alla caratteristiche del materiale e alle esigenze del cliente; la piegatura delle lamiere consiste invece nella sua deformazione plastica e permette di ottenere un’ampia scelta di forme per ogni settore di applicazione; la punzonatura consiste nel bucare o tagliare una lamiere, grazie all’uso di macchine punzonatrici a controllo numerico.

Tutte questa attivita’ sono svolte da anni con successo anche dalla Euromeccanica srl, specializzata nella lavorazione di ogni genere di materiali: impianto laser, piegatrici e cesoie fanno parte dell’attrezzato parco macchine aziendale. Grazie a una profonda conoscenza della materia e del mercato e grazie alle esperienze lavorative accumulate in piu’ di 2 decenni di attivita’, la produzione di Euromeccanica si e’ attestata su standard qualitativi molto elevati, resi possibili da investimenti mirati in tecnologie all’avanguardia e dal miglioramento continuo dellorganizzazione interna.

Tutti processi produttivi sono seguiti da personale qualificato e competente con il massimo della precisione della professionalita’. Siamo specializzati nella costruzione di strutture in ferro e acciaio inox e nella progettazione e realizzazioni di assemblati in ferro e acciaio inox, soprattutto nel settore industriale. Una delle nostre qualita’, e’ quella di essere molto flessibili, in quanto ci consente di costruire prototipi di vario genere senza avere pregiudizi per le piccole quantita’.

Il settore di attivita’ in cui operiamo e’ la produzione e l’assemblaggio di carpenteria meccanica medio – pesante. Nel ciclo produttivo siamo in grado di eseguire, nel nostro stabilimento e sotto il nostro costante controllo, le seguenti lavorazioni: taglio, foratura, lavorazioni meccaniche, assemblaggio, saldatura, sabbiatura, verniciatura, montaggi e, su richiesta, la posa in opera dei prodotti realizzati, con il collaudo operativo finale. L’azienda e’ organizzata in diversi settori, tra cui i piu’ importanti sono:

  • area di stoccaggio del materiale in arrivo
  • area di taglio del tubo con seghe a nastro automatiche
  • area di lavorazioni di precisione
  • area di taglio e scantonatura di lamiera.
  • area di piegatura e calandratura di lamiera.
  • area di saldatura.
  • Area di verniciatura

Area di stoccaggio del materiale in arrivo: tutta la materia prima ordinata dall’azienda prima di passare alle varie fasi di lavorazione viene sottoposta a rigidi controlli qualitativi e di conformita’. Se dai controlli la materia prima risulta idonea questa viene depositata nell’apposita area riservata al materiale grezzo.

Area di taglio del tubo con seghe a nastro automatiche: grazie all’ausilio di seghe a nastro automatizzate l’azienda e’ in grado di applicare questo tipo di lavorazione a svariati tipi di materiali come tubo tondo, rettangolare, ovale, trafilati tondi ecc…

Area di lavorazione di precisione: l’azienda e’ dotata di centri di lavoro a controllo numerico in grado di eseguire qualsiasi tipo di lavorazione di precisione come forature, filettature, fresature, contorniture, lamature, ecc…

Area di piegatura e calandratura di lamiera: Abbiamo due piegatrici che possono piegare fino a 3 metri di lunghezza, inoltre una calandra in grado di calandrare lamiere spessore fino a 5mm.

Area di saldatura:Abbiamo postazioni di saldatura manuale dove siamo in grado di saldare ferro, alluminio e inox. Siamo in grado anche di fare saldature a TIG e a MIG.La nostra azienda ha formato dei saldatori specializzati con relativo patentino di un apposito Ente Certificatore (RINA), oltre alla certificazione del sistema ISO 9001.

Euromeccanica si propone sul mercato come realta’ affermata e consolidata nel settore delle costruzioni meccaniche. Complici di una crescita pressoche’ esponenziale sono i rapporti sempre

piu’ stretti con la propria clientela, contratti di collaborazione pluriennali ed una produzione votata alle esigenze del singolo cliente.

Competenza e dinamismo dell’organico, hanno fatto si che Euromeccanica si imponga con la stessa determinazione e qualita’ in opere metalliche di natura esplicitamente civile fino alla costruzione, completa di verniciatura e premontaggio, di strutture complesse e macchinari con parti in movimento.

 

Per scaricare l’intero articolo in formato PDF clicca qui


Gruppo Esea – Carpenteria metallica di precisione

Si come il ferro s’arrugginisce sanza esercizio, e l’acqua si putrefa’ o nel freddo s’addiaccia, cosi’ lo ‘ngegno sanza esercizio si guasta.

(Leonardo Da Vinci)

Lingegno del Gruppo Esea ha 30 anni di esercizio.

Investendo nell’aggiornamento tecnologico e migliorando la propria perizia tecnica dei lamierati sia nella realizzazione di prodotti propri, sia conto terzi, il Gruppo Esea ed in particolare Euromeccanica srl e’ in grado di realizzare lavorazioni in lamiera secondo specifica direttiva del cliente, nonche’ prototipi personalizzati progettati interamente dal nostro ufficio tecnico.

La lavorazione delle lamiere comprende una serie di attivita’ che permettono partendo da un strato metallico bidimensionale di ottenere una serie di prodotti anche a tre dimensioni: taglio, piegatura, punzonatura, saldatura delle lamiere sono le attivita’ piu’ comuni.

Il taglio lamiere puo’ essere eseguito con cesoie, con il laser o attraverso l’ossitaglio: la procedura piu’ idonea viene scelta in base alla caratteristiche del materiale e alle esigenze del cliente; la piegatura della lamiere consiste invece nella sua deformazione plastica e permette di ottenere un’ampia scelta di forme per ogni settore di applicazione; la punzonatura consiste nel bucare o tagliare una lamiere, grazie all’uso di macchine punzonatrici a controllo numerico.

 

Tutte questa attivita’ sono svolte da anni con successo anche dalla Euromeccanica srl, specializzata nella lavorazione di ogni genere di materiali: impianto laser, piegatrici e cesoie fanno parte dell’attrezzato parco macchine aziendale. Grazie a una profonda conoscenza della materia e del mercato e grazie alle esperienze lavorative accumulate in piu’ di 2 decenni di attivita’, la produzione di Euromeccanica si e’ attestata su standard qualitativi molto elevati, resi possibili da investimenti mirati in tecnologie all’avanguardia e dal miglioramento continuo dellorganizzazione interna.

Tutti processi produttivi sono seguiti da personale qualificato e competente con il massimo della precisione della professionalita’. Siamo specializzati nella costruzione di strutture in ferro e acciaio inox e nella progettazione e realizzazioni di assemblati in ferro e acciaio inox, soprattutto nel settore industriale. Una delle nostre qualita’, e’ quella di essere molto flessibili, in quanto ci consente di costruire prototipi di vario genere senza avere pregiudizi per le piccole quantita’. Il settore di attivita’ in cui operiamo e’ la produzione e l’assemblaggio di carpenteria meccanica medio – pesante. Nel ciclo produttivo siamo in grado di eseguire, nel nostro stabilimento e sotto il nostro costante controllo, le seguenti lavorazioni: taglio, foratura, lavorazioni meccaniche, assemblaggio, saldatura, sabbiatura, verniciatura, montaggi e, su richiesta, la posa in opera dei prodotti realizzati, con il collaudo operativo finale.

L’azienda e’ organizzata in diversi settori, tra cui i piu’ importanti sono:

  • area di stoccaggio del materiale in arrivo
  • area di taglio del tubo con seghe a nastro automatiche
  • area di lavorazioni di precisione
  • area di taglio e scantonatura di lamiera.
  • area di piegatura e calandratura di lamiera.
  • area di saldatura.
  • Area di verniciatura

Area di stoccaggio del materiale in arrivo: tutta la materia prima ordinata dall’azienda prima di passare alle varie fasi di lavorazione viene sottoposta a rigidi controlli qualitativi e di conformita’. Se dai controlli la materia prima risulta idonea questa viene depositata nell’apposita area riservata al materiale grezzo.

Area di taglio del tubo con seghe a nastro automatiche: grazie all’ausilio di seghe a nastro automatizzate l’azienda e’ in grado di applicare questo tipo di lavorazione a svariati tipi di materiali come tubo tondo, rettangolare, ovale, trafilati tondi ecc.

Area di lavorazione di precisione: l’azienda e’ dotata di centri di lavoro a controllo numerico in grado di eseguire qualsiasi tipo di lavorazione di precisione come forature, filettature, fresature, contorniture, lamature, ecc.

Area di piegatura e calandratura di lamiera: Abbiamo due piegatrici che possono piegare fino a 3 metri di lunghezza, inoltre una calandra in grado di calandrare lamiere spessore fino a 5mm.

Area di saldatura:Abbiamo postazioni di saldatura manuale dove siamo in grado di saldare ferro, alluminio e inox. Siamo in grado anche di fare saldature a TIG e a MIG.La nostra azienda ha formato dei saldatori specializzati con relativo patentino di un apposito Ente Certificatore (RINA), oltre alla certificazione del sistema ISO 9001.

Euromeccanica si propone sul mercato come realta’ affermata e consolidata nel settore delle costruzioni meccaniche. Complici di una crescita pressoche’ esponenziale sono i rapporti sempre piu’ stretti con la propria clientela, contratti di collaborazione pluriennali ed una produzione votata alle esigenze del singolo cliente. Costruiamo e assembliamo partilari metallici di ogni tipo e della massima precisione, quali bocchette, piccole tramoggie, ripari, qualsiasi particolare su disegno o progettazione interna con sistemi cad tridimensionali.

La produzione del settore carpenteria si completa con il reparto di carpenteria leggera e di precisione di cui siete pregati di richiedere la documentazione nel caso foste interessati.

 

Per scaricare l’intero articolo in formato PDF clicca qui

nov 232011

Gruppo EseaSistemi Mes


Il Gruppo Esea migliora il tuo sistema produttivo


“Se la produttivita’ e’ bassa e la qualita’ scadente bisogna guardare al sistema e non ai singoli”
Edwards William Deming (“guru” della Qualita’)

IL MES

Con Manifacturing Execution System(MES) si indica un sistema informatizzato che ha la principale funzione di gestire e controllare la funzione produttiva di un’azienda. La gestione coinvolge il dispaccio degli ordini, gli avanzamenti in quantita’ e tempo, il versamento a magazzino, nonche’ il collegamento diretto ai macchinari per dedurre informazioni utili ad integrare l’esecuzione della produzione come a produrre informazioni per il controllo della produzione stessa. Dopo l’avanzato stato di controllo finale del business sviluppatosi alla fine degli anni 90 profusosi facendo leva su una elevata automazione industriale si sente oggi il bisogno di porci delle domande molto piu’ mirate. Quali sono i fattori del nostro processo produttivo che influenzano il business?. Per sincronizzare e coordinare queste due componenti e’ comparso il MES (Manifactory Execution System). Grazie all’adozione di standard (ISA-95) il MES permette di applicare alle aree principali di qualsiasi tipo di produzione un modello generico e semplice capace di sincronizzare su piu’ livelli la funzionalita’ aziendale. L’obiettivo del MES e’ di ridurre il rischio, i costi e gli errori connessi all’implementazione di un sistema aziendale e nella gestione delle operazioni di produzione, semplificando e facilitando l’integrazione tra le varie funzioni.

Le attivita’ di gestione della produzione sono quelle attivita’ all’interno di una funzione produttiva atte a coordinare il personale, le attrezzature, ed il materiale la lavorazione delle materie prime e/o della conversione delle parti in prodotti. La gestione delle funzioni di produzione includono le attivita’ che possono essere effettuate da apparecchiature fisiche, da lavoro umano e dai sistemi informatici. Eseguendo queste attivita’ di gestione della produzione, si raggiunge la missione del business. La gestione delle attivita’ di produzione include le attivita’ della gestione delle informazioni circa la schedulazione, l’uso, la capacita’ produttiva, la definizione, la storia e le condizione di tutte le risorse (personale, attrezzature e materiale) all’interno dell’unita’ produttiva. Il GRUPPO ESEA si propone attraverso SYNERGIE srl e AUTOMAZIONE srl ed in collaborazione con Siemens spa, di fornire le soluzioni informatiche piu’ adatte ai singoli contesti e realta’ del mondo della produzione, per la realizzazione di un corretto flusso informativo aziendale.

PERCHE’ MES

Il mercato richiede: flessibilita’, modernizzazione, competitivita’ e qualita’.

Tutte le aziende sono ormai dotate di macchine automatizzate, di una moltitudine di programmi gestionali, molte di robot (una fonte del Sole 24 ORE cita che ci sono piu’ robot in Italia che in Giappone), molte anche di sistemi di supervisione o addirittura di visione artificiale. L’unica arma rimasta a disposizione dell’imprenditore e dei tecnici delegati per tentare di ridurre i costi senza diminuire la qualita’, e’ il MES. I paesi del Nord Europa che storicamente sono traino del mercato della Comunita’ Europea hanno fatto del MES una arma di competitivita’ nei confronti del resto dei mercati mondiali gia’ da qualche anno e non a caso oggi risentono della crisi economica che attanaglia l’intero mercato mondiale in modo molto ridotto a quanto ne risente il mercato italiano. Organizzare il lavoro con MES significa fare lo stesso lavoro con meno personale e quindi incidere sul recupero di produttivita’ e qualita’. Anni addietro il personale impiegato negli uffici amministrativi di un’azienda rappresentava percentuali piuttosto significative del totale dipendenti. La necessita’ di semplificare le operazioni di contabilita’, rese sempre piu’ difficili dalla politica fiscale italiana, ha spinto le aziende a munirsi di software gestionali che oltre a semplificare tutte le operazioni fiscali, di gestione del personale, etc. etc. hanno organizzato il lavoro degli addetti riducendone di molto il numero. Di trasporto si provi ad immaginare cosa significherebbe organizzare meglio il lavoro negli ambienti produttivi, dove la percentuale di risorse umane, e le conseguenti problematiche di gestione, sul totale dei dipendenti e’ ben piu’ alta. La riduzione e la migliore distribuzione del personale si tradurrebbe in aumento di produttivita’ e in miglioramento della qualita’, perche’ l’organizzazione e’ alla base di ogni attivita’.

Il MES e’ l’anello che lega il software gestionale di un’azienda a quello che la macchina produce. Un anello che gestisce le scorte di magazzino, che sa dare in tempo reale dati per prendere decisioni importanti al momento giusto. Ma il MES non e’ solo un software. Il MES e’ una filosofia di lavoro tradotta in praticita’ pura, un senso di democrazia del lavoro perche’ guida ogni singolo componente di un’attivita’. Lavorare con il MES significa lavorare organizzati e con aperture strategiche in continua evoluzione. Al fine di prendere le decisioni strategiche per tutta l’azienda, tutte le informazioni di produzione devono quindi essere registrate e condivise da tutti gli enti ed i reparti, dal magazzino per l’approvvigionamento delle materie prime ai reparti produttivi, dai responsabili decisionali ed organizzativi alla qualita’, dai capi di reparto per finire ai singoli operatori di linea.

Con una corretta analisi e rappresentazione delle informazioni si possono ottenere obiettivi strategici per l’azienda:

  • alleggerire le scorte di magazzino, con una riduzione quindi dei costi, migliorando e riducendo i tempi di consegna (lead time);
  • puntare ad una metodologia basata sulla programmazione degli approvvigionamenti e della produzione a commessa, in tempo reale (JIT: Just in Time);
  • governare i flussi di lavoro;
  • misurare l’efficienza delle macchine;
  • gestire la tracciabilita’ e la genealogia;
  • monitorare gli indicatori delle performance KPI (Key Performance Indicator) al fine di misurare il successo delle strategie aziendali sia a livello produttivo, che a livello direzionale.

Il MES e’ il futuro del mercato e della competitivita’.

Breve descrizione delle aree funzionali dintervento del MES

  • Sistemi gestionali aziendali ERP (Enterprise Resource Planning) per pianificare al meglio le attivita’, costruendo un magazzino di dati condivisi DW (Data Warehouse) con lo scopo di facilitare il processo delle scelte decisionali;
  • Gestione avanzata della pianificazione aziendale APS (Advanced Planning e Scheduling) gestisce i processi di pianificazione strategica al fine di integrare domanda – offerta – produzione – logistica;
  • Gestione dei processi BPM (Business Process Management) – gestione del flusso di lavoro nell’impianto in base alle attivita’ di produzione pianificate e correnti;
  • Pianificazione delle risorse di fabbrica MRP (Manufacturing Resource Planning) – schedulazione a capacita’ infinita CRP (Capacity Requirements Planning), che vanno ad ottimizzare il consumo dei materiali, l’impiego degli uomini e l’utilizzo delle macchine, in funzione degli ordini e delle disponibilita’;
  • Schedulazione delle operazioni e di dettaglio MRP (Manufacturing Resource Planning) attivita’ di sequenziamento e temporizzazione per ottimizzare le prestazioni degli impianti, tenendo conto delle capacita’ finite delle risorse disponibili;
  • Allocazione e stato delle risorse CRP (Resource Allocation and Status) produzione di istruzioni di lavoro destinate a personale, macchine, utensili e materiali. Tracciamento delle attivita’ in corso o appena concluse;
  • Gestione della manodopera LM (Labor Management) – tracciamento e direzione del personale operativo durante i singoli turni sulla base di qualifiche, mansioni e necessita’ aziendali;
  • Raccolta/acquisizione dei dati DC (Data Collection/Acquisition) – monitoraggio, raccolta e organizzazione dei dati relativi a processi, materiali ed operazioni svolte da personale, macchine o controlli;
  • Tracciamento e genealogia dei prodotti PTA (Product Tracking and Genealogy) – monitoraggio dell’avanzamento di unita’, lotti o batch per creare una storia completa dei prodotti, in modo conforme alla normativa CFR21 parte 11;
  • Gestione della qualita’ CQ (Quality Control) – registrazione, tracciamento ed analisi delle caratteristiche di prodotti e processi in funzione degli obiettivi stabiliti con il controllo statistico dei processi produttivi SPC (Statistical Process Control);
  • · Analisi delle prestazioni KPI (Key Performance Indicator) e calcolo dell’Efficienza Generale della Apparecchiature OEE (Overall Equipment Effectiveness) con l’Analisi dei tempi di fermo macchina DTA (Down Time Analysis), confrontando i risultati misurati nell’impianto con gli obiettivi ed i parametri stabiliti dall’azienda, dai clienti o da enti di normazione;
  • Ottimizzazione dei cicli produttivi WIP (Work in Progress) – minimizzazione dei tempi di produzione ottimizzando i cicli produttivi;
  • Gestione della manutenzione MM (Maintenance Management) – pianificazione ed esecuzione di attivita’ appropriate per mantenere le apparecchiature ed i beni capitali nelle condizioni ottimali;
  • Gestione della catena del valore SCM (Supply Chain Management) per minimizzare i costi di approvvigionamento, di produzione e di consegna, settori in cui la logistica ricopre un ruolo fondamentale nell’integrazione della catena fornitore-produttore-cliente;
  • Gestione dei documenti ADR (Automatic Document Repository) – gestione e distribuzione delle informazioni su prodotti, processi, progetti od ordini, oltre alla raccolta di informazioni di certificazione del lavoro e delle condizioni;
  • Sistemi di gestione e fidelizzazione del cliente CRM (Customer Relationship, Management).
SYNERGIE E SIEMENS

Per svolgere la propria missione, Synergie ha scelto un partner che possa offrire ampie garanzie di affidabilita’, continuita’, supporto per il futuro e che investa continuamente sull’aggiornamento ed adeguamento dei propri moduli alla tecnologia Hardware e Software. Con la velocita’ con la quale PC e SERVER diventano obsoleti e con il continuo aggiornamento dei sistemi operativi che rendono inutilizzabili gli applicativi software, infatti, diventa oneroso per le aziende rimanere al passo con il mercato dell’IT (Information Techonology). Nasce cosi’ la partnership con Siemens, una storia e un nome nel mondo dell’automazione.

Siemens non e’ una semplice software house fatta da pochi ed insostituibili tecnici indispensabili per assistenza tecnica e gestione dei necessari aggiornamenti. Siemens e’, uno fra i maggiori nework presenti nel panorama mondiale. Le sue dimensioni e potenzialita’ operative non hanno confini, infatti, essa e’ presente con sedi, unita’ produttive, di ricerca e di assi assistenza in oltre 190 Paesi nel mondo avvalendosi della collaborazione di oltre 461.000 professionisti. In Italia, in particolare, il Gruppo Siemens, con 8 centri di ricerca (alcuni dei quali di competenza mondiale), 9.200 collaboratori e un fatturato (FY 2005) di 3.475 milioni di Euro, rappresenta una delle piu’ importanti realta’ multinazionali operanti nel nostro Paese.

In aggiunta, Siemens e’ certificata Microsoft a livello mondiale e progetta e supporta il MES con oltre 500 addetti in Italia ed e’ il centro nazionale ed internazionale di tutto lo sviluppo e la ricerca in ambito manifatturiero. Per questi motivi Siemens, grazie alla sua posizione e alla sua offerta completa, e’ una delle poche realta’ in grado di proporsi come partner globale.

La posizione di leadership che Siemens si e’ costruita nell’ambito MES e’ indubbiamente derivata dalle molte peculiarita’ del suo prodotto.

Quello SIEMENS infatti e’ un prodotto:

Modulare e scalabile

Per ampliare il sistema esistente, in ogni momento si puo’ decidere di aggiungere e integrare nuovi moduli e sistemi al MES esistente.

Flessibile e aperto

E’ un sistema di sviluppo completamente aperto. Siemens organizza e fornisce formazione e supporto necessario allo sviluppo e manutenzione dei propri sistemi continuamente.

SYNERGIE insieme a SIS (Siemens IT Solution and Services) ed in collaborazione con Siemens Automation & Drives, e’ lieta di presentare la nuova soluzione SIMATIC IT Enterprise – Manufacturing Interoperability Layer.

Espressamente dedicata ai Responsabili dei Sistemi Informativi, della Logistica e della Produzione, questa soluzione affronta gli aspetti legati all’interoperabilita’ tra il sistema di pianificazione ERP (tipo SAP) ed il sistema di controllo ed avanzamento della produzione (MES), direttamente connesso con i sensori e gli attuatori sulle linee di produzione.

La soluzione nasce dalla stretta collaborazione con Siemens Automation & Drives, da anni leader nei sistemi MES e nell’offerta di dispositivi per l’automazione industriale.

 

SIMATIC IT: LA RISPOSTA DI SIEMENS

SIMATIC IT non e’ una soluzione precostituita. SIMATIC-IT si conforma alla realta’ esistente tramite il suo “Production Modeler” che permette di disegnare i processi aziendali con la massima flessibilita’ e, successivamente, gestirli dinamicamente con una serie di moduli/funzioni standardizzate. SIMATIC-IT accompagna gli uomini di produzione dal rilascio di un ordine di lavoro alla consegna del prodotto finito consentendo loro di ottenere il massimo in termini di efficacia, di efficienza e di riduzione dei costi.

Per una gestione sistematica della produzione SIMATIC IT e’ la soluzione ideale e collaudata in molteplici aziende di grandi e piccole dimensioni, in particolare per

tutte le realta’ che richiedono una puntuale tracciabilita’ dei prodotti, dei processi, dei contenitori nel rispetto delle norme di legge internazionali.

SIMATIC IT, il software MES che aumenta l’efficienza produttiva riducendo i costi e velocizzando i tempi di intervento propone un sistema IT specificatamente disegnato per l’ambiente manifatturiero e per le aree ad esso legate.

SIMATIC IT, la soluzione modulare MES di Siemens, offre una vasta gamma di componenti per ottimizzare la pianificazione, l’esecuzione e la documentazione del processo di produzione, massimizzandone l’efficienza.

Ma SIMATIC IT e’ molto di piu’: come parte del mondo TIA (Totally Integrated Automation) e’ basato su una rigida standardizzazione delle interfacce, su una struttura di programmazione fedele allo standard ISA-S95, ed elevata compatibilita’ nel lungo periodo con tutti i componenti Siemens o di terze parti. Questo garantisce una consistente integrazione di tutti i processi, dall’approvvigionamento alla vendita, dal laboratorio al sistema di sicurezza, con un costante flusso di informazioni tra i vari livelli dell’azienda.

A fianco a SIMATIC IT Production Suite, si trovano SIMATIC IT Intelligence Suite e SIMATIC IT R&D Suite, dedicate rispettivamente alla gestione e archiviazione di tutti i dati relativi al business e all’ottimizzazione della Ricerca e Sviluppo secondo i criteri di efficienza e riduzione del time-to-market.

Il cuore di SIMATIC IT e’ la Production Suite, costituita da moduli predefiniti e facilmente configurabili: il Framework, un ambiente di configurazione ad alto livello, che fornisce gli elementi per la configurazione del modello di plant desiderato, caratterizzato da strumenti di engineering intuitivi e di elevata qualitativa’ e una serie di Components, che offrono una totale copertura delle funzionalita’ di processo, svolgendo un ruolo di ponte tra l’ambiente ERP e i sistemi di automazione e controllo.

Il modello utilizzato da SIMATIC IT descrive tutti gli elementi fisici e logici presenti nell’impianto. I primi sono quelli effettivamente utilizzati nel ciclo produttivo quali ad esempio reattori, miscelatori, linee di confezionamento o unita’ piu’ complesse quali linee di assemblaggio o una linea di colata continua. Gli elementi logici sono invece tutti quei componenti software che concorrono a realizzare il ciclo manifatturiero con l’obiettivo di gestire le informazioni necessarie a tracciare e orchestrare l’intera produzione.

Per facilitare questa attivita’ SIMATIC IT mette a disposizione un completo set di librerie di tipo Cross Industry e Industry Specific. Si tratta di collezioni di funzionalita’ predefinite che possono contenere entrambi i tipi di elementi logici e fisici, semplificando la configurazione dei processi. Alcuni esempi di librerie sono:

Tank Farm Management (gestione serbatoi);

Label Printing Management (gestione etichettatura);

Trucks Check-in and Check-out (gestione consegne materie prime e prelievo prodotto finito);

Le diverse raccolte di librerie sono raggruppate in Basic Libraries, Discrete Libraries e Process Libraries.

In questo modo il sistema e’ in grado di ricevere e convalidare dati, confrontarli con i parametri di riferimento, effettuare calcoli, inviare comandi al processo, interfacciarsi con le varie aree di business dello stabilimento (produzione, tecnologia, laboratorio, pianificazione, manutenzione, etc.) tramite l’invio e la ricezione di informazioni opportunamente aggregate ed elaborate. L’utente e’ quindi in grado di reagire in modo appropriato alle sollecitazioni del processo, distribuendo ai vari livelli (Processo, MES e ERP) i rispettivi compiti decisionali.

SIMATIC IT si integra con i prodotti Siemens di automazione come WINCC e PCS7 e quindi acquisisce in modo diretto i valori di processo, gli allarmi e gli eventi dal campo, ma puo’ anche interfacciarsi con i sistemi di altri produttori tramite connessioni OPC. Inoltre l’esperienza acquisita negli anni nel campo dell’automazione industriale dal GRUPPO ESEA in generale e dall’Automazione srl in particolare, consente a SYNERGIE di interfacciarsi con qualsiasi tipo di informazione presente in campo.

LOFFERTA DI SYNERGIE E SIEMENS

Per la progettazione, implementazione e realizzazione del MES all’interno di una INTELLIGENT PLANT SIEMENS e SYNERGIE offrono un’ampia gamma di moduli, espandibili in termini di funzionalita’, complessita’ e dimensioni:

Moduli Simatic IT Descrizione
Material Manager Modulo per la gestione dei materiali
Production Order Manager Modulo per la gestione degli ordini di produzione
Historian Modulo per l’acquisizione e l’aggregazione dei dati in tempo reale dell’impianto
Personnel Manager Modulo per la gestione del personale produttivo
Report Manager Modulo per la generazione, configurazione e creazione di reporting
Data Integration Service Modulo per l’integrazione del Simatic It con software di terze parti (ad esempio SAP)
Product Definition Manager Modulo per la gestione delle distinte basi di prodotto e dei cicli di lavorazione
Message Queue Connector Modulo per la gestione dela messaggistica
Unilab Modulo per la gestione del laboratorio
Interspec Modulo per la gestione delle varianti
OEE Modulo di confronto tra il programmato e il prodotto

 

MATERIAL MANAGER e’ un insieme di componenti software che gestiscono i materiali nella loro interezza, le funzionalita’ che compongono il modulo sono:

  • Gestione dei movimenti di materiali all’interno del plant produttivo;
  • Gestione della tracciabilita’ e rintracciabilita’;
  • Gestione e consuntivazione consumi dei materiali;
  • Gestione delle distinte basi, delle versioni;
  • Genealogia del prodotto;
  • Gestione delle allocazioni all’interno dell’area di produzione.

E’ un modulo importante per la gestione dei materiali indispensabile per le aziende alimentari, ma anche per quelle manifatturiere che vogliono migliorare le scorte a magazzino ottimizzando l’approvvigionamento.

 

PRODUCTION ORDER MANAGER e’ un insieme di componenti software che smistano e tracciano gli ordini di produzione), e’ il cuore di qualsiasi sistema di gestione della produzione MES (manufacturing execution system). Cosa produrre, quando produrre, e come produrre sono le voci che sintetizzano il concetto del gestore degli ordini di produzione POM (production order manager). Attraverso questo modulo si puo’:

  • Importare ordini di produzione dai sistemi gestionali ERP (Enterprise resource planning);
  • - Creare nuovi ordini di produzione, Configurare ordini di produzione;
  • - Smistare i vari ordini nei vari centri di lavoro;
  • - Monitorare l’avanzamento degli ordini;
  • - Archiviare i dati dell’ordine alla sua chiusura;
  • - Ottimizzare la gestione dell’avanzamento degli ordini (Tracking).

E’ un modulo importante per la gestione dell’attivita’ produttiva per le aziende manifatturiere che vogliono controllare l’avanzamento della produzione.

HISTORIAN e’ un insieme di componenti software che aggregano dati di processo e produzione, provenienti da varie sorgenti le funzionalita’ principali sono:

  • Aggregazione dati di processo (dati provenienti dalle macchine, operatori);
  • Aggregazione Allarmi ed eventi;
  • Aggregazione dati di batch;
  • Aggregazione dati di produzione (ordini di produzione, lotto di produzione);
  • Aggregazione dei dati di processo con i dati di produzione;
  • Calcolo delle statistiche e dati storici;
  • Definizione di algoritmi e calcoli da parte dell’utente;
  • Archiviazione dei dati molto performante (1000 tag al sec);
  • - Reporting evoluti per la consultazione dei dati;
  • - Archivio strutturato per la piena compatibilita’ con la 21 CFR 11;
  • - Interfacciamento diretto con WINCC;
  • - Interfacciamento verso I/O di campo.

E’ un modulo importante per la gestione dei dati di processo, specialmente per le aziende che hanno un elevato grado di automazione; il modulo permette di monitorare in maniera efficiente ed efficace le linee di produzione, tenendo sotto controllo ogni singolo I/O presente sul campo.

PERSONNEL MANAGER e’ un insieme di componenti software che permettono di gestire e configurare il personale all’interno del sito produttivo. Sono presenti una serie di funzionalita’:

  • Definire e configurare gruppi di persone e singole persone, in base alle loro competenze e a cosa possono fare all’interno del processo produttivo;
  • Si possono pianificare ed allocare le singole persone o gruppi di persone a svolgere attivita’ specifiche;
  • Storicizzare i tempi di lavoro per ogni persona o gruppo associando ad esso una risorsa, un ordine, un lotto.

E’ un modulo secondario per la gestione dell’attivita’ produttiva; puo’ essere utile alle aziende che vogliono controllare oltre che il processo produttivo anche il corretto utilizzo delle risorse umane all’interno della fabbrica.

REPORT MANAGER e’ un insieme di componenti software che permettono di creare e gestire facilmente la reportistica di fabbrica, il modulo permette di:

  • Creare facilmente report ad – hoc;
  • Accedere velocemente al database di fabbrica per reperire informazioni critiche per l’attivita’ decisionale dell’azienda;
  • Riduzione significativa dell’utilizzo della carta;
  • Miglior condivisione delle informazioni.

E’ un modulo secondario per la gestione dell’attivita’ produttiva, ma molte aziende sono sensibili al fatto di potersi personalizzare i report a piacimento.

 

PRODUCT DEFINITION MANAGER e’ un insieme di componenti software che definiscono in maniera dettagliata il prodotto, il modulo, il modulo permette la:

  • Definizione delle specifiche delle risorse che svolgono una determinata operazione (es: forno temperatura da impostare per la cottura);
  • Definizione delle risorse materiali, risorse produttive, personale;
  • Definizione delle sequenze (predecessore-successore) tra le singole operazioni all’interno del ciclo di lavoro.

E’ un modulo secondario per la gestione dell’attivita’ produttiva, nei processi produttivi complessi spesso capita di dover gestire le singole fasi di produzione. Sono sensibili quelle aziende che effettuano un controllo molto preciso e dettagliato sulle attivita’ produttive spingendosi ad una schedulazione a capacita’ finita delle proprie risorse (macchine, uomini).

 

DATA INTEGRATION SERVICE e’ un insieme di componenti software che permettono di integrare facilmente la piattaforma SIMATIC IT con prodotti di terze parti (es: sistemi gestionali):

  • Comunica con software di terze parti principalmente attraverso standard XML;
  • Permette di manipolare dati tramite lo standard XLST;
  • Utilizzo di uno schema standard;
  • Effettua il Logging e l’archiviazione delle transazioni effettuate tra la piattaforma SIMATIC IT ed i prodotti di terze parti.

E’ un modulo secondario per la gestione dell’attivita’ produttiva, puo’ essere utilizzato in realta’ di medie grandi dimensioni per scambiare informazioni con i gestionali aziendali standard, quali ad esempio SAP, oppure gestionali custom e personalizzati.

 

MESSAGE QUEUE CONNECTOR e’ un insieme di componenti software che permettono di generare un’attivita’ di messaging all’interno della fabbrica.

La sua importanza e’ data dal fatto che e’ un modulo che puo’ essere utile nelle aziende farmaceutiche che vogliono monitorare ogni singola operazione che effettua l’operatore.

 

UNILAB e’ un insieme di componenti software che permettono di gestire i laboratori analisi interfacciandosi a strumenti dedicati (esempio analizzatori di spettro).

E’ un modulo secondario che puo’ essere utile nelle aziende alimentari che hanno un laboratorio analisi da integrare con il processo produttivo.

 

INTERSPEC e’ un insieme di componenti software che permettono di gestire le varianti di prodotto.

 

OVERALL EQUIPMENT EFFICIENCY e’ un insieme di componenti software che permettono di gestire e misurare in maniera dettagliata l’efficienza delle risorse produttive, configurando una sere di parametri velocemente monitorabili.

ALTRI MODULI

Oltre ai moduli descritti, SYNERGIE e’ in grado di offrire ai propri clienti una serie completa di ulteriori moduli a complemento dei pacchetti SIEMENS, quali:

  • Gestione della manutenzione ordinaria e preventiva: analisi e storicizzazione dei tempi di lavorazione per singola macchina al fine di pianificare le attivita’ manutentive.
  • Monitoraggio dei fermi macchina: controllo continuo dei fermi macchina al fine di effettuare una manutenzione preventiva dell’impianto fornendo statistiche sui fermi produttivi.
  • Ottimizzazione dei processi: ottimizzazione dei piani di processo e corretta allocazione delle risorse produttive con riduzione dei tempi di attrezzaggio e diminuzione dei processi di lavorazione.
  • Lancio in produzione: esegue l’avvio dei processi di lavorazione acquisendo distinte base, piani di processo, parametri di configurazione macchine, dati provenienti dai sistemi gestionali aziendali.
  • Monitoraggio risorse: controlla e monitorizza lo stato delle macchine segnalando e storicizzando gli eventuali allarmi.
  • Minimizzazione dei tempi di lavorazione e ottimizzazione dei cicli produttivi: controllo continuo delle linee al fine di identificare eventuali colli di bottiglia che si possono presentare durante i cicli di lavorazione.
  • Analisi statistiche: statistiche sul controllo di processo e sul controllo qualita’.
  • Gestione della qualita’: registrazione, tracciamento e analisi del prodotto e del processo rispetto agli standard.

TUTTO IL TEAM LAVORA MEGLIO

Le nostre soluzioni forniscono un valido supporto a tutto il team aziendale e le informazioni generate possono essere condivise anche in maniera scalare da piu’ figure all’interno dell’azienda.

Amministratore

  • Reporting sugli indicatori delle prestazioni.
  • Ottimizzare gli investimenti ed i costi.

Responsabile contabilita’ industriale

  • Monitorare i costi produttivi.
  • Monitorare costi – ricavi aziendali.

Responsabile vendite

  • Fornire ai clienti date certe sulle consegne.
  • Bilanciare le vendite con la capacita’ produttiva.

Responsabile acquisti

  • Pianificare i piani di consegna.
  • Ottimizzare gli indici di rotazione del magazzino.

Responsabile di stabilimento

  • Assicurare il raggiungimento degli obiettivi produttivi.
  • Migliorare l’efficienza produttiva.

Responsabile alla pianificazione

  • Rispettare i tempi di consegna.
  • Ottimizzare i tempi di attrezzaggio.
  • Utilizzare a pieno le risorse produttive.

Responsabile di produzione

  • Configurare nuovi piani di processo e nuove strategie produttive.
  • Ottimizzare il processo al fine di rispettare date e vincoli produttivi.
  • Effettuare un’analisi dei gusti sugli impianti.

Responsabile della qualita’

  • Monitorare la qualita’ del prodotto.
  • Integrare i test di qualita’ con i dati produttivi.
  • Avere sotto controllo la tracciabilita’ del prodotto.

Responsabile tempi e metodi

  • Monitorare l’efficienza produttiva.
  • Allocare in maniera ottima le risorse (macchine – uomini).

Responsabile della manutenzione

  • Pianificare la manutenzione con un minimo impatto sulla produzione
  • Identificare le cause di fermo macchina.
  • Migliorare l’efficienza produttiva.

Responsabile della logistica

  • Pianificare in maniera efficiente gli acquisti al fine di evitare immobilizzazioni di magazzino.
  • Pianificare le consegne al fine di ridurre i tempi di consegna.

Operatore di processo

  • Avere informazioni in tempo reale sui dati di processo.
  • Migliorare il processo di manutenzione preventiva.

LARCHITETTURA DEI NOSTRI SISTEMI

Le nostre soluzioni si basano su una serie di prerequisiti:

  • Modularita’ della soluzione, dando al cliente la possibilita’ di scegliere ed eventualmente ampliare i moduli di cui necessita.
  • Scalabilita’ sia verso l’alto che verso il basso a costi sostenibili, garantendo quindi l’investimento iniziale.
  • Integrabilita’, possibilita’ di integrare la nostre soluzioni con altri sistemi utilizzando tecnologie standard (XML, DBMS,) anche in ambienti distribuiti.
  • Compatibilita’ con i principali sistemi operativi utilizzando tecnologie e strumenti standard.
  • Flessibilita’ nella configurazione e nella modellazione del processo aziendale.
  • Sicurezza dei dati garantendo la piena integrita’ delle informazioni anche in processi critici.
  • Standardizzazione delle soluzioni attraverso strumenti standard riconosciuti a livello internazionale.
  • Architettura aperta al fine di consentire ai nostri clienti di essere assolutamente indpendenti ed autonomi sulla piattaforma, non vincolando la soluzione al fornitore.

 

LA NOSTRA FILOSOFIA

La nostra filosofia e’ dare ai nostri clienti la piena padronanza del sistema che rilasciamo, garantendo quindi la continuita’ dell’inve-stimento aziendale senza vincoli di legame. Il cliente e’ libero di acquisire all’interno della propria organizzazione sia gli strumenti di sviluppo che impieghiamo sia le conoscenze necessarie al loro utilizzo, in quanto i corsi di formazione ed aggiornamento sono liberamente accessibili presso di noi e presso i produttori (ad esempio SIEMENS ed Inspiring).

L’apertura e la standardizzazione dei sistemi e’ un aspetto essenziale: per rendere il cliente il piu’ possibile autonomo nel modellare e mantenere il proprio sistema informativo; per evitare che egli debba perdere tutti gli investimenti effettuati o ancora in caso di inadempienze del fornitore. Vogliamo che i nostri clienti/utilizzatori si fidino di noi per la professionalita’, l’efficienza, e la garanzia che offriamo. Non vogliamo assolutamente che i clienti/utilizzatori siano vincolati a noi dalle scelte tecnologiche che costituiscono la soluzione proposta. e’ per questo motivo che abbiamo deciso di adottare prodotti di mercato standard e aperti, cioe’ pienamente configurabili, modulari, scalabili e mantenibili. Il nostro vuole essere un rapporto di fiducia e stima reciproca con i nostri interlocutori.E’ altresi’ fondamentale la cura della formazione del cliente all’utilizzo del sistema e alla sua gestione, corroborata da dettagliata documentazione che lo rende autonomo nel tempo. e’ per noi fondamentale garantire al cliente/utilizzatore la PIENA AUTONOMIA attraverso:

  • FORMAZIONE
  • AGGIORNAMENTI
  • CORSI
  • STRUMENTI DI SVILUPPO
  • MANUALISTICA
  • DOCUMENTAZIONE TECNICA
  • I NOSTRI SORGENTI

 

Soluzioni Chiavi in mano”

In una fabbrica gestita in modo integrato, la realizzazione o il revamping di un sistema informativo, integrato con altri sistemi di livello superiore o inferiore, richiede una attenta gestione dei ruoli e delle responsabilita’ dei diversi fornitori. Si tratta di un problema, al giorno d’oggi, estremamente comune a molte aziende. Il lavoro viene affrontato nei suoi vari aspetti, da fornitori diversi, ognuno per conto proprio senza una standardizzazione e senza una vera comprensione del livello di rischio per il cliente comune.

In fase di definizione delle specifiche: occorre concordare e separare inequivocabilmente gli ambiti d’intervento dei diversi fornitori;

In fase di sviluppo o di integrazione: conciliare la disponibilita’ di tutti gli interessati. Spesso occorre coinvolgere contemporaneamente i diversi fornitori, con tutti i problemi logistici associati;

In caso di malfunzionamenti: nell’individuare le origini e le cause di mal funzionamenti e’ necessario arbitrare le diverse responsabilita’. E’ necessario fare in modo che i diversi fornitori lavorino alla medesima causa, piuttosto che competere tra loro.

La nostra aspirazione e’ offrire ai nostri clienti soluzioni “Chiavi in mano”. Le competenze specifiche e trasversali delle diverse aziende del gruppo, arricchite dal supporto di fornitori all’avanguardia ci consentono di offrire una consulenza completa rispetto a tutte le problematiche che si prefigurano nel segmento di fabbrica che va dal campo fino al confine con i sistemi gestionali.

Tutte le nostre competenze sono al servizio del cliente, anche in presenza di piu’ fornitori.

In questo contesto, ci proponiamo con il ruolo di Capo Commessa, oltre che come fornitori di uno specifico servizio: in accordo con le politiche aziendali e sotto la supervisione della direzione tecnica del cliente.

Sara’ nostra cura:

  • La gestione tecnica ed economica delle commessa;
  • La gestione dei rapporti con i Fornitori, la Direzione Lavori, Committenti e il Management;
  • Il monitoraggio e il rispetto delle tempistiche relative alla commessa;
  • La gestione degli aspetti legati alla sicurezza dei cantieri e delle procedure relative al sistema qualita’.

Per scaricare l’intero articolo in formato PDF clicca qui


Il Gruppo Esea – Prove strumentali

 


Noi non proviamo per credere. Proviamo perche’ la Vostra soddisfazione e’ piu’ grande della nostra certezza.

L’inarrestabile sviluppo tecnologico ed ancor piu’ l’esponenzialita’ con la quale esso si propaga, costringe, al giorno d’oggi, l’industria ad occuparsi con estrema attenzione dei problemi legati alla qualita’ delle reti di alimentazione energetica, degli impianti che si realizzano e delle nuove macchine. L’affidabilita’ dei sistemi e’ condizione fondamentale per assicurare una produttivita’ che si spinge sempre piu’ verso l’efficienza totale e di conseguenza verso una forte competitivita’ e presenza sul mercato.

L’efficienza e’ la capacita’ di azione o di produzione con il minimo di scarto, di spesa, di risorse e di tempo impiegati. Prevenire provando anziche’ curare e’ il modo migliore per tendere al massimo l’efficienza. Ad affiancare le richieste provenienti dall’industria, si manifestano gli sviluppi normativi e legislativi che, al fine di assicurare la sicurezza degli operatori, diventano sempre piu’ esigente, emanando regolamenti che richiedono la realizzazione di verifiche strumentali quale condizione primaria ad assicurare il rispetto dell’incolumita’ del personale. Altro aspetto che riduce l’efficienza e quindi la produttivita’ di una azienda e’ la mancanza di manutenzione predittiva quale puo’ essere la termografia. Tecnica questa che, oltre a rilevare tempestivamente fonti di pericolo che possono dare adito ad incendi distruttivi, e’ in grado di rilevare malfunzionamenti che portano nella totalita’ dei casi a costosissimi fermi macchina e qualche volta ad incidenti di gravita’ non quantificabile.

Il Gruppo Esea fa di questo quadro, motivo di propulsione per lo sviluppo delle sue attivita’, e si e’ dotata di un parco strumentazione all’avanguardia. Agli strumenti di verifica per quadri elettrici, impianti e macchine, affianca strumentazione di controllo del processo produttivo per assicurare una assoluta precisione delle performance richieste dai clienti e di precisa diagnosi per una rapida risoluzione dei guasti e delle anomalie. A completare l’argomento il Gruppo Esea investe fortemente sulla formazione dei propri tecnici che eseguono con regolarita’ e continuita’ corsi per accrescere la propria professionalita’ ed essere aggiornati e preparati per soddisfare le richieste provenienti dal mercato e dei regolamenti normativi in continua evoluzione. La pagina seguente elenca le principali apparecchiature presenti nel nostro laboratorio.

Qualita’ della rete elettrica

Qualsiasi azienda che utilizzi l’energia elettrica e’ potenzialmente vulnerabile alle diminuzioni di qualita’ della rete. Questa vulnerabilita’ puo’ portare a catastrofiche perdite di produttivita’, al danneggiamento di apparecchiature e a perdite di redditivita’. “Qualita’ della Rete Elettrica” non e’ un termine nuovo, anche se e’ diventato particolarmente importante in questi ultimi tempi da quando molte delle moderne apparecchiature, che vengono installate per aumentare la produttivita’, sono spesso la causa dei problemi presenti sulla rete di alimentazione, oltre ad esserne loro stesse suscettibili.

Molte di queste apparecchiature sono comuni all’interno delle aziende. Parliamo dei Personal Computer, delle macchine fotocopiatrici, delle stampanti laser, degli azionamenti a velocita’ variabile e dei regolatori di luminosita’, solo per citarne alcuni. Anche se avete sempre operato con successo, quando installate nuove apparecchiature o strutture produttive per aumentare la produttivita’, dovete conoscere il livello di rischio che state affrontando, circa la qualita’ della rete.

Il Gruppo Esea mette a disposizione il proprio know how e la sua esperienza per la realizzazione di studi mirati e di comprovata efficacia. Eseguiamo interventi di analisi strumentale con produzione di reportistica dettagliata e di semplice interpretazione, affinche’ quanto di oggi invisibile e fonte di pericoli nascosti venga alla luce e siano prese le giuste contromisure.

Analisi della qualita’ della rete elettrica

Lo scopo di questa prova e’ quello di monitorare la rete attraverso lo strumento GSC57 (prodotto dall’ HT ITALIA), il quale e’ adatto sia alle verifiche negli impianti elettrici civili che industriali secondo le prescrizioni della normativa CEI 64-8, sia per l’analisi della qualita’ di rete nell’ambito di sistemi trifase generici. Facendo funzionare il GSC57 come analizzatore di rete, oltre alla rilevazione di ogni parametro della rete elettrica (Tensioni, Correnti, Potenze, Fattore di potenza, Energie, ecc..) lo stesso esegue un’analisi armonica accurata di Tensioni e Correnti (fino alla 49-ma componente) e un’analisi delle anomalie sulle tensioni di alimentazione (buchi, picchi, interruzioni) che completa la qualita’ di rete secondo la normativa CEI EN50160. La sopracitata norma internazionale impone le caratteristiche che deve avere la tensione fornita dalle reti pubbliche di distribuzione dell’ energia elettrica. In particolare definisce le seguenti caratteristiche che sono fonti di una cattiva qualita’ e quindi di una scarsa efficienza produttiva.

BUCO DI TENSIONE: diminuzione improvvisa della tensione di alimentazione compreso tra il 90 e l’1% della tensione dichiarata, seguita da un ripristino dopo un breve periodo di tempo. Convenzionalmente la durata di un buco di tensione e’ compresa tra 10 ms e 1 minuto. La profondita’ di un buco di tensione e’ definita come differenza tra la tensione efficace minima durante il buco e la tensione dichiarata.

SOVRATENSIONE TEMPORANEA A FREQUENZA DI RETE:sovratensione, in una localita’ data, di durata relativamente lunga. Le sovratensioni temporanee hanno normalmente origine da manovre o da guasti (per esempio: improvvise riduzioni di carico, guasti, non linearita’).

SOVRATENSIONE TRANSITORIA: sovratensione oscillatoria o non oscillatoria di breve durata di solito smorzata e con durata di pochi millisecondi o inferiore. Le sovratensioni transitorie sono solitamente dovute a fulminazioni, a manovre o a interventi di fusibili. II tempo di salita di una sovratensione transitoria puo’ variare da meno di un microsecondo a pochi millisecondi.

TENSIONE ARMONICA: tensione sinusoidale la cui frequenza e’ un multiplo intero della frequenza fondamentale della tensione di alimentazione. Le tensioni armoniche possono essere valutate: individualmente, secondo la loro ampiezza relativa (Uh) rapportata alla componente fondamentale U1, dove h rappresenta l’ordine di armonica; globalmente, per esempio col fattore di distorsione armonica totale (THD) calcolato utilizzando la formula seguente:

Le armoniche della tensione di alimentazione sono principalmente dovute a carichi non lineari connessi a tutti i livelli di tensione del sistema di alimentazione. Le correnti armoniche circolanti attraverso le impedenze del sistema contribuiscono ad accrescere le tensioni armoniche. Le correnti armoniche e le impedenze del sistema, e di conseguenza le tensioni armoniche ai terminali di alimentazione, variano nel tempo.

FLICKER: impressione di instabilita’ della percezione visiva indotta da uno stimolo luminoso la cui luminanza o la cui distribuzione spettrale fluttuano nel tempo. Le fluttuazioni di tensione causano variazioni di luminanza delle lampade che, a toro volta possono determinare il fenomeno visivo chiamato flicker. Sopra una certa soglia il flicker diventa fastidioso. Il fastidio cresce molto rapidamente con l’ampiezza della fluttuazione. Per talune frequenze di ripetizione anche ampiezze molto ridotte possono essere fastidiose.

SEVERITA’ DEL FLICKER: intensita’ del disturbo del flicker definita col metodo UIE-IEC di misura del flicker e valutata mediante le seguenti quantita’:

- Severita’ di breve durata (Pst), misurata in un intervallo di 10 minuti;

- Severita’ di lunga durata (Plt) calcolata a partire da una sequenza di 12 valori di Pst su un intervallo di due ore.

Prove per impianti elettrici

Il d.m. 37/2008, relativo alla sicurezza degli impianti, prevede l’obbligo da parte dell’installatore di rilasciare, al termine dei lavori, la dichiarazione di conformita’, “previa effettuazione delle verifiche previste dalla normativa vigente”.

Il Gruppo Esea e’ da sempre lige alla legislazione e prova tutti i suoi impianti in conformita’ della normativa tecnica applicabile.

La legislazione vigente, stabilendo l’obbligo delle verifiche, rimanda alla vigente normativa tecnica che risulta essere la norma Cei 64-8 (Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e 1500 V in corrente continua), giunta ormai alla sesta edizione. Questa norma prevede che gli impianti debbano essere verificati prima della loro messa in servizio e dopo ogni modifica significativa, per accertarsi che quanto realizzato rispetti le prescrizioni della norma stessa.

Le prove strumentali comprendono tutte quelle operazioni di misura, effettuate con l’ausilio di apposita strumentazione, per valutare l’efficienza dello stesso impianto elettrico. Il Gruppo Esea e’ dotato, per questo tipo di prove, di due apparecchiature HT ITALIA GSC57 e di personale addestrato e qualificato ad eseguire le prove in accordo alla norma Cei 64-14 (Guida alle verifiche degli impianti elettrici utilizzatori).

Le prove strumentali piu’ importanti sono:

  • la misura della resistenza di isolamento;
  • la prova di continuita’ dei conduttori di protezione;
  • la misura della resistenza dell’impianto di terra;
  • la misura dell’impedenza dell’anello di guasto;
  • la prova di funzionamento degli interruttori differenziali.

La misura della resistenza di isolamento e’ destinata a verificare che la resistenza di isolamento dell’impianto sia adeguata a quella prevista dalla norma Cei 64-8. Questa misura si esegue applicando una tensione di prova in corrente continua all’impianto che dipende dalla tensione nominale dello stesso, rilevando poi la misura della resistenza di isolamento che deve essere superiore a 0,5 Mohm per i sistemi Selv e Pelv, o a 1,0 Mohm per le tensioni superiori. La prova di continuita’ dei conduttori di protezione permette di verificare la continuita’ di tali conduttori a partire dall’impianto di terra fino a tutte le masse, masse estranee e alveoli di terra delle prese a spina. La misura della resistenza dell’impianto di terra differisce a seconda che sia effettuata su di un sistema TT o su di un sistema TN. Nel primo caso si puo’ utilizzare il metodo della “resistenza globale”, che permette di rilevare un valore di resistenza superiore a quello reale, ma a favore della sicurezza. e’ noto che con l’uso degli interruttori differenziali, e’ generalmente sempre garantito il coordinamento contro i contatti indiretti e la misura della resistenza dell’impianto di terra “passa in secondo piano”, rispetto alla garanzia di effettivo intervento degli interruttori differenziali. Nei sistemi TN si deve utilizzare il metodo della caduta di tensione (o voltamperometrico), che prevede l’uso di una sonda ausiliaria e di una sonda di tensione collegate ad un misuratore di terra. Si fa circolare una corrente di prova tra il dispersore in prova e la sonda ausiliaria e si misura la tensione rispetto alla sonda di tensione. Il valore misurato e’ quello effettivo ed e’ fondamentale per la valutazione dell’efficacia dell’impianto di terra. La misura dell’impedenza dell’anello di guasto si esegue negli impianti TN, ove i “guasti a terra” sono assimilabili a dei corto circuiti. Questa misura si esegue con idonei strumenti misuratori di impedenza, e permette di verificare il coordinamento contro i contatti indiretti nei vari circuiti dell’impianto (a questo fine e’ importante valutare correttamente i vari punti di misura). Le misure di impedenza si effettuano “sotto tensione”, quindi configurano lavori elettrici sotto tensione. Nel corso di tali attivita’ Il Gruppo Esea garantisce la sicurezza dei propri operatori applicando le misure di sicurezza previste dalla legislazione e dalla normativa vigente in tema di lavori elettrici (d.lgs 81/2008; norma Cei-EN 50110 e norma Cei 11-27). La prova di funzionamento degli interruttori differenziali serve per verificare il corretto funzionamento di questi dispositivi. Come noto, per provare il funzionamento dei differenziali non basta premere il pulsate di prova. Infatti questo determina il passaggio di una corrente di prova superiore fino a 2,5 volte rispetto alla corrente differenziale nominale di intervento del dispositivo. La prova deve essere eseguita con strumenti idonei, in grado di erogare la corrente differenziale nominale prevista. Attenzione: lo strumento deve essere idoneo in relazione al tipo di differenziale da provare, cioe’ se di tipo “AC”, “A” o “B”.

Prove per impianti elettrici a bordo macchina

La norma CEI EN 60204-1 Sicurezza del macchinario – Equipaggiamento elettrico delle macchine, prevede l’obbligo da parte del costruttore di eseguire verifiche in riferimento al capitolo 18. Tra le verifiche obbligatorie rientrano prove elettrostrumentali quale la verifica della continuita’ del circuito equipotenziale di protezione. Per tale verifica, la resistenza di ogni circuito equipotenziale di protezione tra il morsetto PE e i punti corrispondenti, facenti parte di ogni circuito equipotenziale di protezione deve essere misurata con una corrente compresa tra almeno 0,2 A e circa 10 A, proveniente da una sorgente di alimentazione separata elettricamente, con una tensione massima a vuoto di 24 V AC o DC. La resistenza misurata deve essere nel campo previsto secondo la lunghezza, la sezione e il materiale dei conduttori equipotenziali di protezione corrispondenti. Altra verifica richiesta e’ quella delle condizioni per la protezione mediante interruzione automatica dell’alimentazione. Tale verifica puo’ essere effettuata a mezzo calcolo ma e’ sicuramente piu’ facile oltre che piu’ sicuro, effettuare una verifica per mezzo di prova strumentale. Le correnti di guasto ottenute devono essere in grado di far intervenire i dispositivi di protezione entro un tempo prestabilito. Non obbligatoria, ma per questo non meno importante, e’ la prova di isolamento dell’equipaggiamento elettrico delle macchine. Quando si eseguono le prove di resistenza dell’isolamento, la resistenza di isolamento misurata a 500 V DC tra i conduttori del circuito di potenza e il circuito equipotenziale di protezione non deve essere inferiore a 1 MΩ. La prova puo’ essere effettuata su singole sezioni dell’installazione elettrica completa. Anche tutte queste prove sono realizzate con la strumentazione GSC57 HT ITALIA di proprieta’.

Prove di isolamento

 

La necessita’ di avere a disposizione valori di isolamento sempre piu’ certi e di assoluta precisione ci ha spinto ad avvalerci per tali misure di una strumentazione professionale, un misuratore di isolamento programmabile fino a 5000Vdc HT7050 dell’HT ITALIA. La flessibilita’ di misura, la facilita’ di programmazione e la precisione sono le caratteristiche principali dello strumento HT 7050, con il quale e’ possibile effettuare misure di isolamento con tensione di prova da 500 a 5000VDC con preciso controllo sui parametri di regolazione (Resistenza d’isolamento, tensione e tempi di misura). Lo strumento risponde alle piu’ severe normative sulla sicurezza, utilizzando materiali e accorgimenti tecnici di prim’ordine. Il misuratore di isolamento HT 7050 trova applicazione in un’ampia gamma di tecniche di misura di isolamento in impianti industriali coprendo uno spettro completo di esigenze quali manutenzione di macchinari rotanti, trasformatori, sistemi di isolamento di alta tensione e cavi elettrici.Per la varieta’ delle prove ed il metodo di alimentazione questo strumento rappresenta la soluzione ideale per applicazioni in impianti e centrali elettriche. Detto strumento puo’ essere inoltre impiegato per effettuare misure aventi lo scopo di indicare la diminuzione graduale del valore di isolamento che si verifica in caso di agenti esterni quali corrosione, polvere, unto, umidita’ ecc. durante il normale funzionamento di un particolare impianto.Tale controllo permette di prevedere le prestazioni future oltre a effettuare programmazioni anticipate.Lo strumento puo’ essere utilizzato per provare il miglioramento nell’isolamento di avvolgimenti di motori, generatori e trasformatori, ecc. che deriva dall’attuazione di procedure di deumidificazione necessarie in caso di umidita’ eccessiva o in seguito a funzionamento in atmosfera carica di umidita’. Misure regolari, se eseguite periodicamente, possono rilevare inadeguatezza dell’isolamento.

Conclusioni

Da quanto detto si possano trarre due importanti conclusioni:

  • le verifiche sono obbligatorie e rappresentano un momento di qualificazione dell’attivita’;
  • l’attivita’ di verifica non e’ semplice: richiede conoscenze, preparazione ed esperienza, nonche’ la disponibilita’ di idonea strumentazione.

Entrambi queste peculiarita’ sono standard del Gruppo Esea.

Strumentazione elettrica

Il Gruppo Esea e’ dotato di un parco strumentazione all’avanguardia capace di misurare molte delle grandezze analogiche presenti nel campo dell’automazione industriale, a partire dalla temperatura, passando alla pressione, al livello, al numero di giri o alla portata con apparecchiature in grado di tradurre i segnali in ingresso in segnali amperometrici e/o voltmetrici di grande precisione. A pagina seguente e’ riportato un breve elenco che e’ da considerarsi non esaustivo in quanto il parco strumentazione e’ in continua evoluzione.

Per scaricare l’intero articolo in formato PDF clicca qui

Corso F1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso F1

La visione artificiale

Obiettivi del corso:

Fornire ai partecipanti le conoscenze di base necessarie per poter creare un’applicazione di visione artificiale.

Destinatari:

Personale tecnico orientato alla programmazione di automatismi

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Hardware e connessione
  • Acquisizione di immagini e strumenti di individuazione
  • Strumenti di ispezione
  • Strumenti di identificazione e filtri immagine
  • Strumenti a colori
  • Strumenti matematici, di raggruppamento e segmentazione
  • Ingressi e uscite digitali
  • Comunicazione
  • Implementazione
  • Illuminazione
  • Risoluzione problemi

Durata: 40 ore personalizzabili (20 ore parte teorica + 20 ore parte pratica)

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso A1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso A1

Manutenzione elettrica

Obiettivi del corso:

Definire i criteri fondamentali per la verifica, la regolazione e l’installazione degli apparecchi elettrici in bassa tensione e dei loro componenti ed accessori.

Destinatari:

Tecnici addetti alla manutenzione dell’impianto elettrico.

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Definizione dei parametri di comando e protezione
    • Approccio alle curve dei dispositivi di protezione;
    • Definizione di corto circuito e del potere di interruzione;
    • Definizione di selettivita’.
  • Compiti degli apparecchi elettrici BT
    • Studio del comportamento dei dispositivi di protezione nelle varie modalita’ di funzionamento (guasto, avviamento, normale).
  • Esempi di regolazione degli apparecchi elettrici BT
    • Esempi pratici di taratura protezioni;
    • Selettivita’ amperometrica;
    • Selettivita’ cronometrica.
  • Ispezione degli apparecchi elettrici BT
    • Studio costruttivo dei principali componenti;
    • Prove pratiche di smontaggio e sostituzione componenti.
  • Gli impianti di terra
    • Verifica visiva degli impianti di terra;
    • Operazioni di manutenzione sugli impianti di terra;
    • Principi di misura e continuita’ equipotenziale.
  • Definizione di grado di protezione e ambienti di installazione
    • Interpretazione della tabella del grado di protezione ed esempi di installazione;
    • L’importanza del grado di protezione IP2X.
  • Introduzione agli impianti elettrici nei luoghi MARCI (Maggior rischio in caso d’incendio)
    • Le prescrizioni normative.
  • Introduzione agli impianti elettrici nei luoghi a maggior rischio in caso di esplosione (Direttiva Atex)
    • Interpretazione delle zone di pericolosita’;
    • Interpretazione delle sigle Atex.
  • La manutenzione dei quadri elettrici
    • Lavori elettrici sotto tensione;
    • Dispositivi di protezione individuale;
    • L’arco elettrico;
    • I punti caldi.
  • La manutenzione delle cabine MT/BT
    • La norma CEI 0-15 e le sue prescrizioni.
  • La manutenzione predittiva
    • L’importanza della termografia ed esempi applicativi.
  • La documentazione: documentazione di impianto e documentazione specifica per la manutenzione
  • Lavori sugli impianti elettrici:
    • effetti dell’elettricita’ sul corpo umano e nozioni di primo soccorso ai folgorati
    • lavoro elettrico e rischio elettrico
    • tipi di lavoro elettrico
    • misure di sicurezza
    • parti attive pericolose e non pericolose
    • qualifica delle persone che possono eseguire i lavori elettrici
    • ruoli delle persone coinvolte in un lavoro elettrico
    • attrezzi e DPI per l avori elettrici
    • lavoro fuori tensione, lavoro in prossimita’, lavoro sotto tensione sui sistemi di categoria 0 e I

Durata: 40 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.


Per scaricare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso A2

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso A2

Progettazione elettrica

Obiettivi del corso:

Definire i parametri di progetto di un impianto elettrico in conformita’ alla norma CEI 64-8.

Destinatari:

Responsabili tecnici di industria..

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Introduzione alle Direttive Comunitarie, Leggi e Norme.
  • Criteri generali di impiantistica.
  • Rete di distribuzione: criteri generali di impostazione.
  • Sistemi di neutro.
  • Cabine di trasformazione MT/BT.
  • Trasformatori di distribuzione: caratteristiche e protezioni.
  • Cavi: caratteristiche, criteri generali di scelta e di protezione.
  • Calcolo della corrente di cortocircuito.
  • Studio, esecuzione e verifica degli impianti di terra.
  • Definizione di grado di protezione e ambienti di installazione.
  • Introduzione agli impianti elettrici nei luoghi MARCI (Maggio rischio in caso d’incendio)
  • Introduzione agli impianti elettrici nei luoghi a maggior rischio in caso di esplosione (Direttiva Atex)
  • Le prove elettrostrumentali sugli impianti e sui quadri elettrici.
  • Dimensionamento impianto elettrico con software di progettazione.

 

Durata: 40 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per scaricare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso A3

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso A3

Qualita’ della rete

Obiettivi del corso:

Definire i principali elementi inquinanti della rete elettrica e loro eliminazione.

Destinatari:

Responsabili tecnici di industria, Addetti alla manutenzione elettrica.

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Tipi di disturbi elettromagnetici
    • Definizione di un disturbo elettromagnetico
    • Origine delle emissioni elettromagnetiche
    • Disturbi in frequenza
    • Le armoniche
    • I transitori
    • Le scariche elettrostatiche
    • I disturbi della rete BT
  • Fonti dei disturbi elettromagnetici
  • Modi di trasmissione dei disturbi elettromagnetici
  • Terra e compatibilita’ elettromagnetica
  • I filtri
    • Funzione di un filtro
    • I diversi filtri

 

Durata: 16 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso A4

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso A4

Energy Saving

Obiettivi del corso:

Definire le tecniche di risparmio energetico nell’industria.

Destinatari:

Energy Manager, Responsabili di produzione e Tecnici di industria, Addetti alla manutenzione.

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Perche’ risparmiare energia
  • Rifasamento elettrico
  • Illuminazione a led
  • La produzione di aria compressa
  • Le perdite di aria in rete
  • Motori elettrici ad alta efficienza
  • L’utilizzo di inverter
  • L’utilizzo del vapore
  • Cenni di termografia

Durata: 40 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso B1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso B1

Elettronica e strumentazione di campo

Obiettivi del corso:

Fornire una idonea formazione tecnica sulla strumentazione di misura e controllo nelle applicazioni industriali.

Destinatari:

Tecnici, manutentori, impiantisti industriali, gestori di impianti di strumentazione industriale.

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Simbologia della strumentazione
  • Sensori e trasduttori
  • Sistema internazionale di unita’ di misura
  • Misure di pressione
  • Misure di livello
  • Misure di portata
  • Misure di densita’
  • Misure di massa
  • Misure di temperatura
  • Dispositivi finali di regolazione
  • Sistemi di controllo

Durata: 16 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso C1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso C1

Progettazione meccanica

Obiettivi del corso:

Definire i parametri di progetto meccanici

Destinatari:

Disegnatori e progettisti meccanici

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Il disegno meccanico;
  • Unita’ di misura del Sistema Internazionale;
  • Metrologia e strumenti di misura;
  • Concetti di base di cinematica (spazio, velocita’, accelerazione);
  • Concetti di base di dinamica (forza, momento, potenza);
  • Concetti di base di resistenza dei materiali;
  • Dimensionamento / verifica a resistenza di alberi, flessione massima;
  • Dimensionamento / verifica a resistenza di elementi prismatici, flessione massima;
  • Dimensionamento di elementi di trasmissione, ruote dentate, cinghie,giunti;
  • Dimensionamento di cuscinetti radenti e volventi;
  • Dimensionamento di organi di collegamento, viti, linguette, caletta tori;
  • Cenni di calcolo a resistenza tramite elementi finiti;
  • Definire gli organi o elementi commerciali o unificati;
  • Definire il disegno meccanico dei particolari da costruire per estrazione dallo studio;
  • Definire il complessivo;
  • Progettazione in sicurezza delle macchine;
  • La strategia dell’Unione Europea,
  • I principi del “Nuovo Approccio”;
  • La nuova Direttiva Macchine 2006/42/CE;
  • Le altre Direttive applicabili alle macchine;
  • Le nome tecniche CEN di tipo A (generali);
  • Le norme tecniche CEN di tipo B (relative ad aspetti particolari e dispositivi);
  • Le norme tecniche CEN di tipo C (relative a macchine specifiche);
  • L’analisi del rischio e le soluzioni di sicurezza.

Durata: 40 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso C2

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso C2

Manutenzione meccanica

Obiettivi del corso:

Diagnosticare guasti ai componenti, eseguire interventi di regolazione e di sostituzione.

Destinatari:

Tecnici addetti alla manutenzione.

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • L’interpretazione dei disegni e metrologia;
  • Introduzione agli organi meccanici di collegamento e supporto (filettature, linguette, spine, caletta tori, giunti, snodi, guarnizioni, anelli compensatori, anelli elastici, cuscinetti, ecc.);
  • Manutenzione delle trasmissioni (cinghie, catene, freni e frizioni, nastri trasportatori, ingranaggi, motoriduttori, viti, ecc.);
  • Riparare o sostituire, analizzare i tipi di guasto e le metodologie delle tecniche di ricerca;
  • La manutenzione predittiva – L’importanza della termografia;
  • Sistemi di conversione del moto, fasatura e funzionamento dei sistemi a camme;
  • Perche’ usare i grassi e quando usare gli oli;
  • I piani di manutenzione ordinaria;
  • Simbologia e lettura schemi di impianti pneumatici;
  • Interventi manutentivi da eseguire per garantire funzionalita’ ed efficienza dei componenti pneumatici;
  • Interventi di manutenzione per garantire la permanenza nel tempo dei requisiti di sicurezza dei componenti pneumatici;
  • Conoscere la struttura generale del gruppo oleodinamico;
  • Come diagnosticare un guasto nell’impianto oleodinamico;
  • Manutenzione oleodinamica.

Durata: 40 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso D1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso D1

PLC Siemens base

Obiettivi del corso:

Fornire una formazione di base sull’utilizzo del plc e di prima conoscenza del linguaggio di programmazione STEP7

Destinatari:

Personale tecnico orientato alla programmazione di automatismi

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

Parte teorica (20 ore)

  • Fondamenti del PLC
    • Cos’e’ un PLC
    • La logica cablata
    • La logica con PLC (programmata)
  • Applicazione del PLC
    • Dove e quando usare un PLC
    • Esempi di applicazione
  • Sensori ed attuatori
    • Cosa sono i sensori e che tipo di informazioni forniscono
    • Cosa sono gli attuatori e come vengono comandati
  • Struttura del PLC
    • Panoramica sulla famiglia Simatic S7
    • Alimentatore
    • Unita’ centrale
    • Memorie
    • Moduli di ampliamento
    • Ingressi/uscite digitali
    • Ingressi/uscite analogiche
    • Ciclo di scansione del PLC
    • Introduzione alla Programmazione
    • Installazione e cablaggio di un sistema Simatic S7
    • Dispositivi di programmazione
    • Utilizzo del Simatic Manager
    • Linguaggi di programmazione AWL – KOP
    • Tipi di dati ed Indirizzamento
    • Programmazione simbolica
  • Programmazione del PLC
    • Configurazione hardware di un sistema Simatic S7
    • Blocchi organizzativi e funzioni FC
    • Tabelle delle variabili VAT
    • Operazioni logiche booleane
    • Gestione pulsanti, interruttori, lampade, valvole, motori
    • Operazioni di temporizzazione
    • Operazioni di conteggio
    • Operazioni matematiche
    • Operazioni di confronto
    • Operazioni di spostamento
    • Gestione I/O analogici
  • Parte pratica (20 ore)
  • Configurazione PLC
    • Collegamento del dispositivo di programmazione (Personal computer) al PLC
    • Configurazione hardware del PLC con il Simatic Manager
  • Programmazione PLC
    • Creazione di nuovi progetti con Simatic Manager
    • Realizzazione e verifica di programmi con utilizzo di operazioni binarie, temporizzatori, contatori, operazioni matematiche e di confronto

Durata: 40 ore personalizzabili (20 ore parte teorica + 20 ore parte pratica)

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso D2

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso D2

PLC Siemens avanzato

Obiettivi del corso:

Fornire una formazione adeguata per intervenire sui plc e di una avanzata conoscenza del linguaggio di programmazione STEP7

Destinatari:

Personale tecnico orientato alla programmazione di automatismi

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

Parte teorica (20 ore)

  • Programmazione avanzata del PLC
    • Blocchi dati
    • Blocchi funzione FB
    • DB di istanza
    • Contatori veloci
    • Architettura di un programma complesso
    • Gestione comandi manuali e di riposizionamento
    • Cicli automatici
    • Gestione allarmi
  • Inverter
    • Caratteristiche degli inverter
    • Impostazioni dei parametri
    • Interfacciamento al PLC
    • Controllo di velocita’
    • Controllo di posizione
    • Applicazioni di esempio
  • Reti di campo
    • Generalita’ e caratteristiche di una rete
    • Configurazione di una rete Profibus/Ethernet
    • Gestione dati ed indirizzamento
    • Esempi applicativi
  • Pannello operatore
    • Generalita’ e caratteristiche
    • Gestione della grafica
    • Interfacciamento al PLC
    • Impostazioni parametri e ricette
    • Gestione degli allarmi
  • Supervisione
    • Generalita’ e caratteristiche
    • Realizzazione di sinottici
    • Interfacciamento al PLC ed indirizzamento delle variabili
    • Animazioni grafiche
    • Comando e monitoraggio del processo
  • Parte pratica (20 ore)
  • Programmazione PLC
    • Creazione di programmi complessi per la gestione di un’intera macchina
    • Diagnostica, ricerca guasti ed errori di programmazione
  • Inverter
    • Realizzazione di routines di controllo motori in velocita’ e posizione
  • Reti di campo
    • Configurazione di una rete
    • Scambio dati tra due unita’ in rete
  • Pannelli Operatore e Supervisione
    • Realizzazione di piccole applicazioni di comando e monitoraggio su pannello operatore con il pacchetto WinCC flexible
    • Realizzazione di piccole applicazioni SCADA su PC con il pacchetto WinCC

Durata: 40 ore personalizzabili (20 ore parte teorica + 20 ore parte pratica)

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso D3

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso D3

PLC Rockwell, Omron e altri base

Obiettivi del corso:

Fornire una formazione di base sull’utilizzo del plc e di prima conoscenza del linguaggio di programmazione di uno dei plc a scelta.

Destinatari:

Personale tecnico orientato alla programmazione di automatismi

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

Parte teorica (20 ore)

  • Fondamenti del PLC
    • Cos’e’ un PLC
    • La logica cablata
    • La logica con PLC (programmata)
  • Applicazione del PLC
    • Dove e quando usare un PLC
    • Esempi di applicazione
  • Sensori ed attuatori
    • Cosa sono i sensori e che tipo di informazioni forniscono
    • Cosa sono gli attuatori e come vengono comandati
  • Struttura del PLC
    • Panoramica sulla famiglia Simatic S7
    • Alimentatore
    • Unita’ centrale
    • Memorie
    • Moduli di ampliamento
    • Ingressi/uscite digitali
    • Ingressi/uscite analogiche
    • Ciclo di scansione del PLC
    • Introduzione alla Programmazione
    • Installazione e cablaggio di un sistema Simatic S7
    • Dispositivi di programmazione
    • Utilizzo del Simatic Manager
    • Linguaggi di programmazione AWL – KOP
    • Tipi di dati ed Indirizzamento
    • Programmazione simbolica
  • Programmazione del PLC
    • Configurazione hardware di un sistema Simatic S7
    • Blocchi organizzativi e funzioni FC
    • Tabelle delle variabili VAT
    • Operazioni logiche booleane
    • Gestione pulsanti, interruttori, lampade, valvole, motori
    • Operazioni di temporizzazione
    • Operazioni di conteggio
    • Operazioni matematiche
    • Operazioni di confronto
    • Operazioni di spostamento
    • Gestione I/O analogici
  • Parte pratica (20 ore)
  • Configurazione PLC
    • Collegamento del dispositivo di programmazione (Personal computer) al PLC
    • Configurazione hardware del PLC con il Simatic Manager
  • Programmazione PLC
    • Creazione di nuovi progetti con Simatic Manager
    • Realizzazione e verifica di programmi con utilizzo di operazioni binarie, temporizzatori, contatori, operazioni matematiche e di confronto

Durata: 40 ore personalizzabili (20 ore parte teorica + 20 ore parte pratica)

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso D4

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso D4

PLC Rockwell, Omron e altri avanzato

Obiettivi del corso:

Fornire una formazione adeguata per intervenire sui plc e di una avanzata conoscenza del linguaggio di programmazione di uno dei plc a scelta.

Destinatari:

Personale tecnico orientato alla programmazione di automatismi

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

Parte teorica (20 ore)

  • Programmazione avanzata del PLC
    • Blocchi dati
    • Blocchi funzione FB
    • DB di istanza
    • Contatori veloci
    • Architettura di un programma complesso
    • Gestione comandi manuali e di riposizionamento
    • Cicli automatici
    • Gestione allarmi
  • Inverter
    • Caratteristiche degli inverter
    • Impostazioni dei parametri
    • Interfacciamento al PLC
    • Controllo di velocita’
    • Controllo di posizione
    • Applicazioni di esempio
  • Reti di campo
    • Generalita’ e caratteristiche di una rete
    • Configurazione di una rete Profibus/Ethernet
    • Gestione dati ed indirizzamento
    • Esempi applicativi
  • Pannello operatore
    • Generalita’ e caratteristiche
    • Gestione della grafica
    • Interfacciamento al PLC
    • Impostazioni parametri e ricette
    • Gestione degli allarmi
  • Supervisione
    • Generalita’ e caratteristiche
    • Realizzazione di sinottici
    • Interfacciamento al PLC ed indirizzamento delle variabili
    • Animazioni grafiche
    • Comando e monitoraggio del processo
  • Parte pratica (20 ore)
  • Programmazione PLC
    • Creazione di programmi complessi per la gestione di un’intera macchina
    • Diagnostica, ricerca guasti ed errori di programmazione
  • Inverter
    • Realizzazione di routines di controllo motori in velocita’ e posizione
  • Reti di campo
    • Configurazione di una rete
    • Scambio dati tra due unita’ in rete
  • Pannelli Operatore e Supervisione
    • Realizzazione di piccole applicazioni di comando e monitoraggio su pannello operatore con il pacchetto WinCC flexible
    • Relaizzazione di piccole applicazioni SCADA su PC con il pacchetto WinCC

Durata: 40 ore personalizzabili (20 ore parte teorica + 20 ore parte pratica)

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso E1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso E1

Sistemi scada per la supervisione

Obiettivi del corso:

Fornire ai partecipanti le conoscenze di base necessarie per poter creare un’applicazione con il sistema di supervisione Movicon

Destinatari:

Personale tecnico orientato alla programmazione di automatismi

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Struttura e installazione del software.
  • Configurazione dell’ambiente Movicon.
  • La gestione dei progetti
  • Configurazione della comunicazione
  • L’editor grafico: creazione della pagina grafica, assegnazione delle variabili, posizionamento e animazione degli oggetti.
  • Comandi e controlli.
  • Gli eventi, definire e attivare eventi.
  • Gli allarmi, configurazione, categorie, gruppi

Durata: 40 ore personalizzabili (20 ore parte teorica + 20 ore parte pratica)

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso G1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso G1

Robotica

Obiettivi del corso:

Analizzare il quadro legislativo di riferimento, fornire le linee-guida generali per effettuare correttamente la valutazione del rischio secondo la vigente normativa legislativa e tecnica, analizzare gli aspetti normativi e progettuali della sicurezza delle macchine, fornire le linee-guida generali per la definizione dei dispositivi e dei sistemi di sicurezza delle macchine, analizzare la delicata problematica della progettazione elettrica a bordo macchina con particolare riferimento all’analisi dei rischi e all’ampia normativa tecnica nazionale e europea di riferimento.

Destinatari:

Personale tecnico orientato alla programmazione di automatismi

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Introduzione alla Robotica e Automazione
    • Robotica industriale e di servizio: storia, stato dell’arte, differenze e similitudini dei robot industriali
    • Robot industriali;
    • il robot e l’isola di lavoro: terminologia e caratteristiche;
    • struttura dei manipolatori (seriali e paralleli);
    • principali componenti (motori, trasmissioni, trasduttori);
    • le prestazioni: come si indicano e si misurano.
  • Sensori e attuatori
    • Attuatori e azionamenti a fluido;
    • Attuatori e azionamenti elettrici;
    • Sensori per la misura di movimento;
    • PLC e Bus di Campo
  • Sicurezza nelle macchine e nelle isole robotizzate
    • Normativa e antiinfortunisticaLa gestione dei progetti
  • Robotica industriale avanzata
    • Design For Assembly
    • I manipolatori con struttura cinematica parallela
  • Robotica industriale avanzata
    • Calibrazione dei Manipolatori
    • Micromanipolatori
    • Polsi e organi di presa
  • Sistemi di Visione
    • Dalla visione delle macchine alla visione dei robot
    • Struttura e componenti di un sistema di visione per robotica e automazione
  • Giornata Industriale
    • Robotica per saldatura ad arco
    • Applicazioni di Fonderia e di verniciatura
    • Applicazione dei robot nella logistica
    • Robot e Flessibilita’ negli impianti robotizzati
    • La programmazione off-line per le PMI
    • Applicazioni di robotica laser

 

Durata: 40 ore personalizzabili (20 ore parte teorica + 20 ore parte pratica)

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso H1

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso H1

Sicurezza macchine

Obiettivi del corso:

Analizzare il quadro legislativo di riferimento, fornire le linee-guida generali per effettuare correttamente la valutazione del rischio secondo la vigente normativa legislativa e tecnica, analizzare gli aspetti normativi e progettuali della sicurezza delle macchine, fornire le linee-guida generali per la definizione dei dispositivi e dei sistemi di sicurezza delle macchine, analizzare la delicata problematica della progettazione elettrica a bordo macchina con particolare riferimento all’analisi dei rischi e all’ampia normativa tecnica nazionale e europea di riferimento.

Destinatari:

Il Corso e’ rivolto ai Datori di lavoro, ai Progettisti, ai Responsabili e agli Addetti alla produzione, ai Responsabili e agli Addetti alla manutenzione, ai Responsabili e agli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione, ai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza.

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

Contenuti del corso standard:

  • Alcuni concetti di sicurezza.
  • La legislazione italiana per la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori.
  • La direttiva macchine 2006/42/CE.
  • La documentazione: Fascicolo Tecnico della Costruzione, Manuale di istruzioni per l’uso e Dichiarazione di conformita’ CE.
  • La marcatura CE.
  • Le macchine usate.
  • Approccio metodologico alla valutazione dei rischi: individuazione delle fonti di pericolo e valutazione dei rischi.
  • Concetti di carattere generale: rischio meccanico, elettrico e di natura ambientale verso i luoghi di lavoro.
  • Rischio residuo: significato, gestione di quanto segnalato dai costruttori di macchine, uso dei DPI.
  • Valutazione dei rischi secondo le Norme UNI EN 1050 e UNI EN ISO 12100-1.
  • Il rispetto dei requisiti essenziali di sicurezza e salute (Allegato I della Direttiva 2006/42/CE e il D.P.R. n. 459/96 di recepimento delle direttive CE).
  • Protezioni (misure protettive di salvaguardia e complementari).
  • Ripari.
  • Dispositivi di interblocco.
  • Protezioni contro la penetrazione degli arti.
  • Dispositivi sensibili alla pressione.
  • Comandi a due mani.
  • Protezione da superfici calde.
  • Cenni sui sistemi di sicurezza nella logica di controllo.
  • La Norma CEI EN 60204-1 (CEI 44-5)Sicurezza del macchinario – Equipaggiamento elettrico delle macchine.
  • La Norma CEI EN 62061 (CEI 44-16)Sicurezza del macchinario – Sicurezza funzionale dei sistemi di comando e controllo elettrici, elettronici ed elettronici programmabili correlati alla sicurezza.

Durata: 40 ore personalizzabili

Data: in fase di definizione

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso L3

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso L3.

Principi di oleidraulica: attuatori e sistemi circuitali

Obiettivi

 

  • Formulare e utilizzare i principi fondamentali che stanno alla base delle operazioni di tutti i sistemi

oleoidraulici e conoscere il modo in cui essi influiscano sulle prestazioni;

  • Descrivere la funzione e il modo di operare delle valvole di controllo e saper riconoscere i loro

simboli grafici nei circuiti associati;

  • Descrivere la funzione e il modo di operare delle pompe oleoidrauliche e dei sistemi di controllo

elencati, in aggiunta alle procedure di messa a punto prescritte;

  • Interpretare i sistemi circuitali elencati, inclusi i simboli e i circuiti elettrici di base.

Destinatari

 

Operatori (tecnici, manutentori,personale di produzione, etc)

 

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

 

Contenuti

 

PRINCIPI FONDAMENTALI

  • Legge di Pascal (pressione dinamica e statica).
  • Cause ed effetti di: generazione di pressione, perdite di carico, generazione di calore, Trafilamenti di fluido, cavitazione, aerazione, rumore e vibrazione.

La relazione tra:

 

- pressione, area, e la forza trasmessa da un cilindro

- portata, dimensioni del cilindro e velocita’ del cilindro

- pressione, cilindrata e coppia del motore oleoidraulico

- portata, cilindrata e velocita’ del motore

- cilindrata della pompa, velocita’ dell’albero e portata

- portata della pompa, pressione di esercizio e potenza oleoidraulica

- rendimento volumetrico, rendimento meccanico e rendimento globale di pompe e motori

- diametri dei tubi, portata, viscosita’ del fluido e perdite di carico

COMPONENTI DEL SISTEMA OLEOIDRAULICO

Controllo della portata:

  • valvole di controllo della portata (strozzatori fissi e variabili)
  • valvole di controllo della portata compensate in pressione e temperatura
  • divisori di flusso – a cassetto, rotativi e prioritari

Controllo della pressione:

  • valvole limitatrici di pressione – monostadio e bistadio
  • controllo a mezzo vent e messa a scarico
  • valvole riduttrici di pressione – monostadio e bistadio (con funzionamento a due e a tre vie)
  • bilanciamento con controllo remoto
  • valvole di sequenza

Dispositivi controllo della direzione e metodi di controllo:

  • valvole di non ritorno
  • valvole di non ritorno pilotate
  • valvole a cassetto – incluse le valvole bistadio
  • valvole a otturatore
  • valvole rotative
  • funzionamento manuale / pilotato / a solenoide on-off
  • introduzione al controllo proporzionale

POMPE E SISTEMI DI CONTROLLO ASSOCIATI

La funzione e il modo di operare delle pompe oleoidrauliche e dei sistemi di controllo elencati, in aggiunta

alle procedure di messa a punto prescritte:

 

Pompe

  • a ingranaggi esterni
  • a ingranaggi interni
  • gerotor
  • a palette (a cilindrata fissa e variabile)
  • a pistoni assiali (a cilindrata fissa e variabile)
  • a pistoni assiali ad asse inclinato (a cilindrata fissa e variabile)
  • a pistoni radiali (a cilindrata fissa e variabile)

Caratteristiche di controllo

  • pompe a cilindrata fissa con valvola limitatrice di pressione.
  • messa a scarico (con sistema di doppia pompa)
  • compensazione di pressione con e senza compensatore load sensing
  • controllo manuale della cilindrata
  • Caratteristiche di pressione e portata.
  • Procedure di messa a punto del compensatore che includano regolazione della pressione di standby e della pressione massima.

ATTUATORI OLEOIDRAULICI

La funzione e il modo di operare degli attuatori oleoidraulici. Tipologie di motore:

  • a ingranaggi
  • gerotor/orbitale
  • a palette
  • a pistoni radiali – a singola e doppia velocita’
  • a pistoni assiali – a cilindrata fissa e variabile
  • a pistoni assiali ad asse inclinato – a cilindrata fissa e variabile

Prestazione del motore:

  • disposizione in serie
  • disposizione in parallelo

Cilindri, tipologie, costruzione, tenuta e sistemi di montaggio:

  • a semplice effetto
  • a doppio effetto
  • a stelo passante
  • tenuta
  • sistemi di montaggio
  • frenatura

Attuatori rotativi:

  • tipi a cremagliera e a pignone
  • tipi a palmola
  • altri

SISTEMI CIRCUITALI E MODALITa’ DI CONTROLLO

I sistemi circuitali elencati, inclusi i simboli e i circuiti elettrici di base:

  • bilanciamento
  • circuito rigenerativo
  • circuiti a doppia pompa (alta-bassa)
  • sistemi circuitali con valvole di sequenza
  • controlli a mezzo di pilotaggio (sostentamento del carico, precarico/messa a scarico)
  • sistemi circuitali idrostatici a circuito chiuso

Simboli elettrici e sistemi circuitali associati:

  • contatti NA (normalmente aperti) e NC (normalmente chiusi)
  • solenoidi (CA e CC – corrente alternata e continua)
  • rele’

Durata: 16 Ore personalizzabili

 

Data: In fase di definizione

 

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

Corso L4

Corsi di formazione, FORMAZIONE Commenti disabilitati
nov 222011

Corso L4.

Procedure di manutenzione e monitoraggio di un sistema oleidraulico

Obiettivi

  • Conoscere le funzioni e le caratteristiche dei fluidi oleoidraulici;
  • Conoscere lo scopo del serbatoio, dei dispositivi associati per il condizionamento del fluido e dei componenti ausiliari;
  • Comprendere i metodi di raffreddamento del fluido;
  • Comprendere la funzione, il modo di operare e le applicazioni tipiche degli accumulatori;
  • Applicare i metodi di controllo del livello di contaminazione;
  • Applicare le procedure di manutenzione, monitoraggio e diagnosi dei guasti;
  • Riconoscere i guasti piu’ comuni e stabilire le possibili cause ed effetti sulle prestazioni del sistema.

Destinatari

 

Operatori (tecnici, manutentori,personale di produzione, etc)

 

Informazioni sul corso:

Il corso proposto si differenzia da quant’altro presente sul mercato in quanto presenta peculiarita’ che nessun altro fornitore di corsi ha mai messo in risalto. Grazie alla provenienza dal campo, dal vivere quotidianamente le problematiche piu’ comuni della vita del tecnico o del manutentore, oltre ai consueti insegnamenti teorici di cui sotto riportiamo il programma, i conducenti del corso Vi guideranno praticamente attraverso prove e addestramento su reali macchine, impianti o parti di essi, all’apprendimento di tecniche operative e non solo teoriche. Le prove pratiche potranno essere svolte presso la nostra sede ma grande successo hanno avuto, nei corsi gia’ realizzati, esperienze fatte direttamente nei Vs. Stabilimenti e a bordo dei Vs. impianti.

 

Contenuti

 

I FLUIDI OLEOIDRAULICI

Le funzioni:

  • trasmissione di potenza
  • lubrificazione
  • raffreddamento
  • tenuta
  • vettore di agenti contaminanti

Le caratteristiche e proprieta’ dei fluidi e loro effetti sulle prestazioni del sistema:

  • viscosita’
  • indice di viscosita’
  • proprieta’ lubrificante
  • ossidazione
  • punto di scorrimento
  • demulsionabilita’
  • compatibilita’ del materiale

Tipi di olio e applicazioni:

  • olio minerale
  • emulsioni
  • glicoli
  • fluidi biodegradabili (riferimento ISO 15380)

Immagazzinaggio, movimentazione e trasporto del fluido:

  • spiegare la necessita’ di corretti sistemi di immagazzinaggio, movimentazione e trasporto del fluido e dei controlli di contaminazione associati.
  • regolamentazioni e requisiti in relazione a un corretto trasporto e collocazione

SERBATOI E ATTREZZATURE AUSILIARIE

Lo scopo del serbatoio, dei dispositivi associati per il condizionamento del fluido e dei componenti ausiliari:

Tipico serbatoio in termini di:

 

  • dimensioni (in relazione alle caratteristiche della pompa)
  • costruzione generale
  • dispositivi della linea di ritorno
  • dispositivi di riempimento
  • indicazioni di livello/temperatura
  • controllo della contaminazione

I metodi di raffreddamento del fluido:

  • serbatoi (dimensione, posizionamento)
  • scambiatori di calore ad aria
  • scambiatori di calore ad acqua

La funzione, il modo di operare e le applicazioni tipiche degli accumulatori:

  • a sacca
  • a pistone
  • a membrana
  • caratteristiche di sicurezza e controllo
  • procedure di pre-carica

CONTROLLO DELLA CONTAMINAZIONE

I metodi di controllo del livello di contaminazione.

  • origine della contaminazione
  • raggiungimento e mantenimento degli opportuni livelli di contaminazione
  • monitoraggio delle condizioni del fluido (campionamento e misurazione)
  • azioni di prevenzione e correzione
  • tipi di impiego e prestazione dei filtri
  • tipologie di filtri
  • posizionamento e prestazioni

PROCEDURE DI MANUTENZIONE, MONITORAGGIO E DIAGNOSI DEI GUASTI

Le procedure di manutenzione, monitoraggio e diagnosi dei guasti

L’importanza di una appropriata GESTIONE DEI RISCHI:

 

  • regole per la sicurezza sul lavoro (valutazione dei rischi)
  • seguire le procedure stabilite
  • utilizzo regolare dell’attrezzatura per la diagnosi dei guasti e per le prove di funzionamento
  • analisi dei risultati
  • conservare la documentazione

 

I guasti piu’ comuni e stabilire le possibili cause ed effetti sulle prestazioni del sistema:

  • rumore eccessivo
  • vibrazione
  • elevate temperature del sistema e/o dei componenti
  • funzionamenti irregolari (stick-slip, inclusione d’aria, cavitazione, aerazione)
  • pressione inadatta
  • velocita’ dell’attuatore inadatta
  • mancato rispetto delle raccomandazioni dei costruttori dei vari componenti
  • errori nel mantenimento della posizione/carico
  • perdite

Le procedure da seguire quando si formula la diagnosi di un guasto e la sua riparazione:

  • regole da seguire per la sicurezza sul lavoro e la valutazione dei rischi associati
  • identificazione della natura del guasto
  • identificare e rimuovere la causa del guasto e stabilire le procedure per evitare che accada

nuovamente

  • identificare le informazioni necessarie per svolgere un’efficace diagnosi del guasto e un’efficace

riparazione

  • utilizzo dell’attrezzatura di controllo e delle tecniche diagnostiche
  • applicazione delle procedure di guasto – causa – riparazione
  • importanza di un’accurata documentazione delle azioni intraprese
  • stabilire le procedure di riavvio del sistema
  • sistemazione del posto di lavoro tale da poter essere riutilizzato al meglio
  • conoscere la differenza tra azioni preventive e azioni correttive

Modalita’ didattiche

  • Lezioni teoriche e discussione guidata
  • Dimostrazioni pratiche

Durata: 16 Ore personalizzabili

Data: da definire

 

Note: Tutti i corsi prevedono utilissime prove di addestramento pratico. La durata degli addestramenti, delle ore di teoria e dei contenuti sono comunque personalizzabili a seconda delle Vs. esigenze e delle Vs. richieste.

Per visualizzare l’intero catalogo dei corsi clicca qui

© 2016 Suffusion theme by Sayontan Sinha